Restrizione concorrenza, l’Antitrust multa i notai di Milano, Bari e Verona


Autore: Il Fatto Quotidiano

I Consigli Notarili di Milano, Bari e Verona hanno posto in essere tre distinte intese restrittive della concorrenza finalizzate a reintrodurre le tariffe abrogate dalla legge quale parametro di riferimento per la determinazione dei compensi, minacciando provvedimenti disciplinari in caso di mancato adeguamento.

Lo ha deciso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che, nella riunione del 30 maggio, al termine delle relative istruttorie, ha diffidato i Consigli coinvolti dal porre in essere analoghi comportamenti. Le sanzioni, calcolate sulla base dei contributi associativi dovuti dai notai dei distretti di riferimento per le attività notarili, sono pari a 99.403 euro per il Consiglio notarile di Milano, 10.227 euro per il Consiglio notarile di Bari, e a 20.445 euro per il Consiglio notarile di Verona.

Secondo l’Antitrust i tre Consigli, sia pur con modalità differenziate, hanno in sostanza cercato di vanificare l’intervento liberalizzatore voluto dal legislatore con il decreto legge Cresci Italia: attraverso il principio dell’adeguatezza del compenso alla prestazione professionale veniva nella sostanza richiesto di ancorare le tariffe praticate alla clientela a quelle ministeriali abrogate dal legislatore.

Per garantire comportamenti omogenei, in termini di prezzo, da parte di tutti i professionisti del distretto, i Consigli ricorrevano poi alla minaccia di azioni disciplinari. Nel corso dei procedimenti istruttori avviati dall’Antitrust i tre Consigli hanno ritirato gli atti finalizzati a reintrodurre le tariffe.

Share on Tumblr

4 thoughts on “Restrizione concorrenza, l’Antitrust multa i notai di Milano, Bari e Verona

  1. Ho acquistato un appartamento, dal rogito notarile fatto ieri risulta che ho il godimento esclusivo di una striscia di terra (9,10 m x 2,00 m) di proprietà del condominio di cui faccio parte.
    Ieri, felice del mio acquisto, vado a vedere la mia casetta e soprattuto questa striscia di terra di cui dovrei avere l’utilizzo esclusivo… SORPRESA: il mio vicino, che ha a sua volta una striscia di terra confinante con la mia, se ne è totalmente appropriato, facendo costruire un muretto sul confine, che mi impedisce l’accesso al fondo di cui avrei il godimento!!!!!!!il pezzettino è coltivato, ci sono sacchi di terra e piante… ora cosa posso fare?!?! mi hanno consigliato una azione possessoria, ma io posso rivalermi sul vecchio proprietario o sul notaio che non ha controllato lo stato dei luoghi!??!?! datemi qualche consiglio, per piacere!

    grazie infinite!!
    sono sicura di ciò che dico!!perchè ho letto il rogito: il mio appartamento ha “godimento esclusivo del terreno di proprietà condominiale”!se fosse intervenuta qualche sentenza di usucapione, il notaio avrebbe dovuto rilevarlo, invece in tutti gli atti depositati in archivio notarile non risulta nulla di usucapito!

    avevamo guardato il terreno e ci era sembrato (a ben 5 persone) una sorta di fondo intercluso cioè sembrava che nè noi nè il vicino vi potesse avere accesso.. la cosa non mi dava fastidio, avrei provveduto successivamente ad occuparmi del mio fondo e come fare per accedervi (è un palazzo storico e all’inizio pensavo fosse che anche i muretti fossero antichi) ma quando ho visto che di muretti che delimitano la striscia di terra non ce ne sono 2 ma 1 solo, che ha fatto il vicino per delimitare i PROPRI confini con quelli del giardino condominiale… mi son venuti i nervi!!!!

  2. allora se io sono solo senza figli sorelle e fratelli ,vado da un notaio di roma pur essendo di milano e faccio un testamento a un ente benefico (ipotesi gaslini di ge) ,quando muoio sicuramente arrivano i parenti piu stressi , essi cominciano le sucessioni di eredità,come fanno a venire a sapere che avevo fatto testamento tramite un notaio? chi ha il compito di controllare tutti i notai d’italia? come funge sta cosa? grazie in anticipo
    GRAZ VERAMENTE ALLA BIONDA. NN SO RICOPIARE IL NIK AHAHAHHA
    DIMENTICAVO QUANTO PUO COSTARE ?

  3. Ciao ragazzi quest’anno ho fatto il test di infermieristica a Bari e sn stata ammessa. Il 25 settembre sono andata ad indicare la sede presso la quale intendo frequentare (quella di Lecce) ma nn mi è stato detto se la mia richiesta poteva essere soddisfatta o meno. Come faccio a sapere se mi hanno presa o meno a Lacce???? quando iniziano le lezioni? e soprattutto dove si terranno??? grazie a tutti :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>