“Siamo una colonia americana”

Autore: nocensura.com

Riceviamo e pubblichiamo:
Di Giulia Zucchi 
Italia. Ultimamente ci penso spesso. Penso a quella che considero la mia casa e che è stata tale per tutti i miei antenati (almeno quelli di cui sono a conoscenza), a cosa rappresenta per me l’Italia, a come e perché mi sento italiana. E mi amareggia tantissimo scoprire che non solo all’estero nella maggior parte dei casi ci considerano poco più che un popolo di fessacchiotti, quando non addirittura disonesti, ma che gli stessi italiani provano un sentimento simile, se non peggiore nei confronti del loro paese.

Mi fa molto arrabbiare il servilismo e l’esterofilia insiti nei modi di fare e nei pensieri dell’italiano medio, questo considerarci noi per primi provinciali ed arretrati. Ma allora la soluzione qual è? Fare i bagagli e andare altrove ad alimentare lo stereotipo dell’Italia paese di mafiosi e di corrotti? Troppo facile. Non è anche un po’ colpa nostra se il Belpaese è arrivato a questo punto di degrado morale, di stagnazione, di mancanza di speranza per le giovani generazioni? Perché in Italia si respira troppo spesso il disamore per la propria patria, salvo venire fuori coi mondiali di calcio o, molto peggio, quando un immigrato commette un crimine? Come mai solo allora ci rendiamo conto di essere italiani e di voler difendere il nostro paese dallo straniero? E perché non ce ne siamo mai ricordati negli ultimi decenni in cui abbiamo subìto l’imposizione della cultura anglo-americana?

E si trattasse solo di “cultura”! Vogliamo parlare delle basi NATO sparse per tutto il paese che vengono ancora considerate un legittimo tributo per la liberazione? A me pare che settant’anni siano un lasso di tempo incredibilmente lungo per estinguere un debito! Vogliamo parlare delle stragi di stato e della strategia della tensione messe in atto dai nostri amici d’oltreoceano con la complicità e l’assordante silenzio delle istituzioni nazionali? Mi arrovello cercando delle risposte. Com’è possibile che gli italiani non si siano mai resi conto che l’America stava distruggendo la nostra sovranità nazionale e la nostra cultura importando sistematicamente il suo stile di vita e insinuandosi costantemente nella nostra politica interna? Capisco i politici, loro hanno avuto e hanno tuttora il loro tornaconto. Ma a noi comuni cittadini come ci hanno convinti che gli americani sono meglio di noi, ci proteggono e sono il modello da cui prender esempio? Che cosa ci manca (o forse sarebbe meglio dire ci mancava) da non poter essere autosufficienti? Da quando essere attaccati alla proprie radici e tradizioni è diventato un inutile fardello di cui sbarazzarsi? Possibile che la maggior parte della gente che conosco ascolta solo band anglo-americane e non ha mai prestato attenzione alle parole di De Andrè o di Battiato, tanto per citarne un paio? Non è forse indottrinamento questo?

LEGGI TUTTO»»

5 thoughts on ““Siamo una colonia americana”

  1. ciao a tt la mia prof vleva ke facessimouan ricerka su ujjn presidente io ho scelto washington ma nn sn riuscita a trtovare notizie sulla sua karriera militare e wikipedia nn spiega bn..ki potrebbe aiutarmi??è abbastanza urgente..x dmn!!! grz mille a tt bacii

  2. Ho letto che ci sono circa 295mila nascite ogni giorno e 125mila morti ogni giorno in continuo aumento e mi è venuta spontanea una domanda: quant’è il massimo di popolazione che la Terra può sopportare?
    Quanta gente ci può stare al massimo??

  3. Io penso di sì, perché il SudAfrica è stato un paese con mille problemi, ora risolti, e che ha organizzato in maniera perfetta l’evento sportivo più importante al mondo: un mondiale di calcio.
    La Spagna ha iniziato il proprio mondiale nel modo peggiore possibile, ma è stata brava a non disunirsi e a vincere, giocando anche bene, le restanti 6 partite, tra cui la semifinale con la Germania che aveva in precedenza schiantato Inghilterra e Argentina e la finale con l’Olanda, giustiziera del Brasile.
    Dunque i miei complimenti a SudAfrica e Spagna e anche al polpo Paul, autentica star del mondiale, con 8 pronostici indovinati su 8.

  4. Chi mi può dire da dove posso scaricare la canzone del mondiale di calcio Sud Africa 2010, la versione in italiano?
    Tante grazie

  5. In quasi tutti gli sport vincere una medaglia olimpionica conta più della coppa del mondo. Perchè nel calcio non è così?
    Capisco la F1 o il MotoGP o tutte quelle discipline che non hanno accesso alle Olimpiadi, ma il calcio? Perchè vengono mandati i giovani a giocarsi la medaglia?
    Appunto ma perchè dalla nazionale minore?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 1 = sette

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>