Whore of the Orient – Team Bondi riceve un finanziamento da NSW Interactive Media Fund per lo sviluppo

Autore: Ultimi articoli e news per PC Windows | Multiplayer.it

Whore of the Orient - Team Bondi riceve un finanziamento da NSW Interactive Media Fund per lo sviluppo Nuovi segni di vita da parte della signorina d’oriente. Dopo il primo annuncio corredato da immagini, non ci sono stati ulteriori sviluppi visibili per il progetto Whore of the Orient, nuovo e interessante titolo in lavorazione presso gli autori di L.A. Noire, Team Bondi. Secondo quanto riportato da Game Informer, gli sviluppatori hanno ricevuto un nuovo finanziamento da 200.000 dollari da parte del New South Wales’ Interactive Media Fund. Di per sé non si tratta di una quantità di denaro particolarmente determinante per portare a termine lo sviluppo, considerando anche la probabile scala della produzione, ma se non altro il fatto rappresenta una prova tangibile dell’esistenza del …

5 thoughts on “Whore of the Orient – Team Bondi riceve un finanziamento da NSW Interactive Media Fund per lo sviluppo

  1. Ho sentito dire che fu varato il decreto Bondi e poi Gelmini e poi eccetera.

    Possibile mai che io non so niente di questi decretiii ?

    Come sono i testi esattiii ?

    Devono assumere il tenente Colombo per sapere dove è andato a finire il foglio in cui è scritto il testo esatto di una leggeee?

  2. Ciao a tutti, vorrei girare un piccolo film sulle vicende di politica italiana, ma siccome Bondi mi ha tolto i fondi (aahahha fa rima!!) non potrò più assumere attori professionisti.
    Quindi chiedo a voi che siete i miei migliori amici, iscrivetevi e ditemi che personaggio volete recitare!
    Ovviamente io farò Berlusconi perché come potete vedere anche dalla mia foto condivido col nostro premier la folta chioma e lo sguardo affascinante e sexy.

  3. Scusate l’ ignoranza…
    O vige l’ arbitrarietà di Sandro Bondi che decide che un processo è politico quando riguarda qualcuno della sua parte?
    E infatti…

  4. Bondi,come comunicato da Santoro nella stessa trasmissione,avrebbe dichiarato”mi fate pena”.Oltre che essere un’offesa di basso profilo e indecorosa per la sua posizione istituzionale(ricordiamolo,Ministro della CULTURA),denota un certo nervosismo da parte sua e,immagino del Pdl.Cosa ne pensate?

  5. Ieri sera ha esordito il nuovo programma “culturale” “Ci tocca anche Vittorio Sgarbi“, che è stato mandato in onda in prima serata su Rai 1.
    I dati di spettatori e share sono stati fortemente negativi, a guardare il programma sono stati in 3 o 4: Berlusconi,Bondi,Santanchè e Signorini.
    Sgarbi ha raccolto infatti numeri bassissimi di share certamente non da prima serata sulla rete ammiraglia Rai.
    La direzione di Rai1 ha dunque deciso di TAGLIARE il programma.
    Sgarbi è stato pagato 200 mila euro e la trasmessione ha registrato costi altissimi di scenografia stimati in 8 milioni di euro.
    Ovviamente gli unici a dirsi contenti della trasmissioni sono Masi ex dirigente rai e Berlusconi che avevano organizzato la trasmissione.
    L’unica cosa lampante è una: Masi non sa fare affari.
    Ha già perso un milione di telespettatori ogni volta che il faccione di Ferrara va in video e adesso tocca a Sgarbi!

    In questo caso che gli ascolti parlano chiaro, perchè nessuno parla del canone RAI,dei soldi degli italiani???
    La questione canone si tira fuori solo per trasmissioni come Annozero e Ballarò che tuttavia fatturano anche il 20% di ascolti!?????!!!!!!!!
    Perchè nessuno si lamenta del fatto che il TG1 è stato multato 100mila euro per la troppa presenza di Berlusconi?? Secondo voi chi li rimette quei soldi???????
    @@@Vincenzo sono d’accordo con te ma noi cosa possiamo fare??
    Non guardare il TG e basta.Io oramai non guardo più nulla su Rai1 guardo La7 e rai2 per santoro per il resto internet

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>