Barroso e la Hedegaard commentano il piano climatico di Obama

Autore: Rinnovabili

Barroso e le Hedegaard commentano il piano climatico di Obama(Rinnovabili.it) – Obama ha presentato il suo nuovo progetto climatico ieri pomeriggio alla Georgetown University ed immediato è stato il commento del Presidente della Commissione europea Barroso e del Commissione per l’azione climatica Connie Hedegaard.

Il Presidente Barroso, colpito dalla rinnovata spinta ambientalista che il Presidente Obama ha dato al regolamento per affrontare le conseguenze del cambiamento climatico, si è dichiarato soddisfatto perché colpito dalle potenzialità del nuovo piano, certo che darà un ulteriore spinta all’azione climatica internazionale.

“L’Unione europea è un leader climatico fiducioso. Abbiamo una legislazione ambiziosa in atto. Stiamo riducendo notevolmente le nostre emissioni, ampliando la produzione di energia da fonte rinnovabile e massimizzando il risparmio energetico. E ci stiamo preparando per il passo successivo: un quadro energetico e climatico per il 2030” ha dichiarato Barroso sottolineando che la sfida per il clima è una responsabilità che va condivisa, i cui obiettivi potranno essere raggiunti solo se lo vorranno tutte le economie del mondo. “L’annuncio del presidente Obama contribuirà a dare la fiducia mondo trasmettendo che è possibile vincere questa battaglia, se combattiamo insieme”.

 

Immediata anche la reazione del Commissario Hedegaard ”Sono ovviamente felice di vedere che gli Stati Uniti si stanno finalmente muovendo sulla questione clima. Dopo una serie di importanti discorsi del presidente Obama e del Segretario Kerry, l’Europa è in trepidante attesa che gli Stati Uniti compiano passi concreti. Quindi, questo piano è un passo più avanti e se accolto e attuato, può mettere gli Usa su un giusto percorso verso un futuro a basse emissioni di carbonio”.

A livello internazionale il piano della Casa Bianca prevede una serie i buone pratiche che dovranno essere tradotte in azioni concrete a breve tra cui l’accordo vincolante con l’ICAO per la riduzione delle emissioni dell’aviazione mondiale.

“Questo annuncio da Washington e i crescenti segnali di azione nazionale in Cina e altrove, sono segnali positivi che il mondo sta finalmente muovendo sul clima. Lentamente, ma in movimento. Si tratta naturalmente di notizie incoraggianti come l’Europa si imbarca nella progettazione della nostra politica energetica per il 2030′‘ ha concluso la Hedegaard.

3 thoughts on “Barroso e la Hedegaard commentano il piano climatico di Obama

  1. Se noi abbiamo un problema serio con il debito pubblico, in USA non si scherza: l’intero Paese è a concreto rischio “bancarotta” perché l’opposizione rifiuta una modifica al tetto di debito pubblico, debito che l’Amministrazione corrente fa risalire alle due che l’hanno preceduta.
    L’Amministrazione Clinton (democratici) aveva riportato il bilancio in pareggio.
    Quel tetto è stato già raggiunto e l’Amministrazione (democratica) si troverà in “default tecnico” già il prossimo lunedì perché non potrà provvedere ad effettuare i pagamenti ai quali è tenuta, inclusi gli stipendi dei dipendenti pubblici.
    Il default potrebbe scatenare l’inferno a Wall Street con conseguenze molto pesanti sulla economia USA e di riflesso su quelle di tutto il mondo.
    Per questo mi sento di chiedere, in questa sezione, a chi crede di pregare intensamente perché negli USA Amministrazione e Parlamento trovino una soluzione di compromesso che eviti “Armageddon” (L’Apocalisse) come lo stesso Presidente Obama ha preannunciato.
    Quando si sta per andare sott’acqua non contano le polemiche politiche, che sarebbero peraltro giustificatissime, pensando ai costi di due guerre e dei privilegi assicurati a chi ha già tanto.
    Se ci state, pensate che staremo difendendo anche il nostro Paese e il nostro tenore di vita.
    Grazie per l’attenzione.

  2. USA: BERLUSCONI, OBAMA? AVREI POTUTO DIRE ANCHE ALTO E ABBRONZATO

    (ASCA) – Roma, 7 nov – ”E’ stata una battuta di carineria, assolutamente spiritosa, potevo dire anche che era alto, non l’ho detto perche’ sia Vladimir Putin che Medvedev non sono altissimi, se no avrei detto che e’ giovane, e’ bello, e’ alto ed e’ anche abbronzato”. Silvio Berlusconi continua ad adottare un tono scherzoso nel rispondere ai giornalisti che durante la conferenza stampa tenutasi a margine del consiglio dei leader europei a Bruxelles tornano a chiedergli commenti sulla battuta sul presidente Obama che sta facendo il giro del mondo.

    ”Io non lo so – sorride Berlusconi – ma non avete nelle orecchie ‘abbronzatissima’ la nostra canzone? Facciamo di tutto per essere belli e abbronzati, lui e’ anche bello e abbronzato, che cosa volete di piu”’. ”D’altronde – rincara Berlusconi – tutti quelli della sinistra ne sono affascinati, e’ diventato il messia, benissimo, e’ vero”

    Indubbiamente pessima battuta,c’è gente che pensa fosse tutto calcolato…. Ma io dico questa è la figura che fai fare all’Italia davanti a tutto il mondo??
    “Ahi ahi Berlusca,he ci combini??”

  3. Mentre Gino Strada, fondatore di Emergency, no? Per carità, rispetto il Presidente Obama, ma penso che l’ abbia vinto solo per il fatto di essere il primo Presidente di colore negli States…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + quattro =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>