M5S Senato: Reddito di cittadinanza subito!

Autore: Blog di Beppe Grillo

reddito_cittadinanza_m5s.jpg “Introdurre il reddito minimo garantito, predisponendo un piano che individui la platea degli aventi diritto, considerando come indicatore il numero di cittadini che vivono al di sotto della soglia di povertà. E’ la prima proposta contenuta nella mozione d’indirizzo al Governo per contrastare la povertà che presentiamo in Senato. Primo firmatario il capogruppo Nicola Morra. La mozione verrà discussa oggi e invita il governo a procedere al riparto delle risorse del fondo nazionale per le politiche sociali concordato in sede di conferenza delle Regioni, al fine di rendere queste risorse immediatamente disponibili alle Regioni e agli enti gestori. Si impegna inoltre il governo a reperire le risorse necessarie anche attraverso la lotta all’evasione fiscale, l’incremento delle imposte sul gioco d’azzardo e attraverso specifiche disposizioni volte alla redistribuzione delle pensioni d’oro e ad attuare specifiche politiche sociali e dell’occupazione per inoccupati e disoccupati tra i 30 e i 54 anni in generale, e per la donne inattive in particolare, quali categorie a più alto rischio di povertà ed esclusione sociale.” M5S Senato

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

3 thoughts on “M5S Senato: Reddito di cittadinanza subito!

  1. ciao volevo sapere di una cosa della quale si parla moltissimo ultimamente e vale a dire i guadagni di beppe grillo e casaleggio grazie al blog, che secondo stime si aggirerebbero intorno a quasi due milioni di euro all’annno. ecco, a questo punto visto che grillo è il padre della trasparenza, perchè non ha mai parlato di questo facendo finta di niente? o invece ne ha parlato e me lo sono perso io??
    Poi un’ultima cosa: gianroberto casaleggio. a me mi spaventa molto questa figura all’interno del movimento….. grillo bene o male è lì e sappiamo cosa fa, fa da garante, detta una linea eccetera eccetera… casaleggio invece cosa fa? sta li nell’ombra a fare che? a prendere a fine hanno metà dei 2 milioni dei guadagni del blog? io spero che a fine hanno dia questi soldi al movimento magari per migliorare i servizi di streaming molto approssimativi e non per colpa dei ragazzi del m5s.
    Chi mi puo dare delucidazioni in merito ai guadagni con il blog e al ruolo che casaleggio ricopre all’interno del movimento cinque stelle? grazie mille!!!

  2. Essendo un DOVERE CIVICO come da Costituzione

    Io lo sarei, perchè non è possibile disinteressarsi delle questioni politiche del proprio Paese; e non vuol dire farlo smanettare sul blog di Beppe Grillo e simili.

    Credo sarebbe giusto sanzionare, ad esempio con la sospensione del diritto di voto per un certo periodo, chi non vota:

    a) se non per cause di forza maggiore

    b) se non dimostrabilmente attivo in forme di attività civica “alternativa” nell’ambito della legge
    Lasy Hawke: scommetto che non l’hai mai letta la Costituzione. Tale carta sancisce i diritti e i doveri civici dei cittadini; non è il blog di Grillo, per intenderci.
    Alessio M: la sospensione dell’esericiso dell’elettorato attivo sarebbe una tassa? Madonna mia astensionisti ma vedete chi mandate al governo astenendovi? La coalizione votata da questi cerebrolesi qua.

  3. Ciao ragazzi, questa è la mail che ho ricevuto ieri sera, vorrei sapere la vostra su quest’argomento

    Ogg: Iniziativa di Beppe Grillo x il caro benzina!!

    IMPORTANTE !!! – LEGGI ATTENTAMENTE

    è importantissimo piegare questi maledetti che alzano in continuazione il prezzo!! (gli americani si sono incazzati perché gli si è alzata la benzina a 0.75€ per 5 LITRI !!!) e noi paghiamo 1.50€ a litro. . ma siamo impazziti???!!!

    Dal Blog di Beppe Grillo parte un’altra iniziativa…(quella precedente era abolire il costo di ricarica delle schede telefoniche prepagate……con ottima riuscita!!!!)
    Provare non costa nulla!!!!!!!!!!!!
    Giratela ognuno ad almeno 10 contatti, grazie mille!!!!
    _______________________________________________
    COME AVERE LA BENZINA A META’PREZZO ?

    Anche se non hai la macchina, per favore fai circolare il messaggio agli amici.
    Benzina a metà prezzo?
    Diamoci da fare…
    Siamo venuti a sapere di un’azione comune per esercitare il nostro potere nei confronti delle compagnie petrolifere.

    Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a
    1.50 Euro al litro.

    UNITI possiamo far abbassare il prezzo muovendoci
    insieme, in modo intelligente e solidale.

    Ecco come….

    La parola d’ordine è ‘colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci da soli’.

    Posta l’idea che non comprare la benzina in un determinato giorno ha fatto ridere le compagnie (sanno benissimo che, per noi,si tratta solo di un pieno differito, perché alla fine ne abbiamo bisogno!), c’è un sistema che invece li farà ridere pochissimo, purché si agisca in tanti.

    Petrolieri e l’OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che varia da 0,95 e 1 Euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far loro scoprire che un prezzo ragionevole anche per loro è circa la metà.

    I consumatori possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende: bisogna usare il potere che abbiamo.

    La proposta è che da qui alla fine dell’anno non si compri più benzina dalle 2 più grosse compagnie, SHELL ed ESSO, che peraltro ormai formano un’unica compagnia.

    Se non venderanno più benzina (o ne venderanno molta
    meno), saranno obbligate a calare i prezzi.

    Se queste due compagnie caleranno i prezzi, le altre
    dovranno per forza adeguarsi.

    Per farcela, però dobbiamo essere milioni di NON-clienti di Esso e Shell, in tutto il mondo.

    Questo messaggio è stato inviato ad una trentina di persone; se ciascuna di queste aderisce e a sua volta lo
    trasmette a, diciamo, una decina di amici, siamo a trecento.

    Se questi fanno altrettanto, siamo a tremila, e così via………………

    Di questo passo, quando questo messaggio sarà arrivato
    alla ‘settima generazione’, avremo raggiunto e informato 30 milioni di consumatori!

    Inviate dunque questo messaggio a dieci persone chiedendo loro di fare altrettanto.

    Se tutti sono abbastanza veloci nell’agire, potremmo sensibilizzare circa trecento milioni di persone in otto giorni! E’ certo che, ad agire così, non abbiamo niente da perdere, non vi pare?

    Chi se ne frega per un po’ di bollini e regali e baggianate che ci vincolano a queste compagnie.

    Coraggio, diamoci da fare!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>