In edicola sul Fatto del 28 giugno: “Il prezzo della Giustizia nelle larghe intese”

Autore: Uploads by antefattoblog

4 thoughts on “In edicola sul Fatto del 28 giugno: “Il prezzo della Giustizia nelle larghe intese”

  1. Quante cose accadono tutti i giorni…
    Masse inferocite pronte a linciare per avere ciò che chiamano Giustizia!
    E quante cose accadono, che di certo non sappiamo, che ci riportano indietro nel tempo, ad errori già commessi dal genere umano…
    Le Crociate in Guerra Santa, per Amore dell’unica Religione valida!
    La Caccia alle Streghe, per opprimere chi era scomodo, anche se non venerava Dei pagani!
    E, vivendo il mondo odierno, quante persone incolpate di presunta colpevolezza finiscono in prigione per anni, e poi escono per errori giudiziari!
    Come comprendere il limite che divide il Divino senso di Giustizia dall’Abuso di Potere?
    Quali sono i nostri mezzi?

    Grazie mille a tutti!
    Con affetto.
    Costanza

  2. Doveva passare in camera di giustizia là legge sul divorzio breve, si sa qualcosa? Se passa quanto tempo ci vorrà prima che passa essere usufruibile?

  3. Insomma la giustizia dovrebbe essere per il recupero di chi ha sbagliato, la vendetta è quella dell’occhio per occhio.
    Non sto chiedendo se siete favorevoli o contrari ma cosa ne pensate su giustizia e vendetta.
    @Scoglietto, fatti le tue domande io mi faccio le mie. :) La giustizia è stabilita dall’uomo, così come la vendetta, quindi vedi le leggi che ci sono quelle sono la giustizia. Il mio pensiero va sulla differenza tra vendetta privata e vendetta di Stato.
    @Dexter, hai ragione in quello che dici, ma chiediti una cosa, se diventiamo noi uccisori, siamo diversi da lui? o lo siamo solo perchè delle leggi ci danno il diritto di farlo? questa era la mia domanda in sintesi. La differenza qual è quella di uccidere per una ragione che sia diversa dalla legittima difesa?
    Purtroppo l’umanità non è composta tutta da persone di prima scelta, ci sono anche le seconde le terze ecc.
    @Scoglietto, giusto il tuo pensiero.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + 7 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>