Autore: Gadgetblog.it

Xbox Music è il servizio di musica in streaming che Microsoft ha frettolosamente inaugurato per ottemperare a due scopi: sostituire in modo indolore il fallimento dell’ecosistema multimediale Zune e sfidare i servizi che invece funzionano ed hanno successo presso il pubblico, come Spotify e iTunes. Il nuovo passo è quello di tornare a servire l’utente con un’interfaccia accessibile da web, cosa che è stata annunciata meno di una settimana fa.

Basta avere un browser

La nuova funzionalità di Xbox Music rende il servizio accessibile da qualsiasi browser, supportando tutto quello che serve a renderlo vivibile ed utile, primo tra tutti il sync delle playlist. Una playlist condivisa da un device Windows Phone 8, Xbox 360 o Windows 8 sarà disponibile sulla web app e viceversa

Non ci sono dettagli molto solidi su quanto sia esteso il catalogo musicale – E se per questo non so quanto di esso sia disponibile al di fuori degli Stati Uniti. Capita spesso con Spotify di vedere una traccia ma di non poterla ascoltare per ragioni di copyright.

Non c’è ancora nessuna cronotabella, purtroppo, sul lancio delle app per Android e iOS.

Zune c’e l’aveva già

Come detto in precedenza, Microsoft già proponeva agli utenti un servizio di musica via web, all’interno della sfortunatissima galassia di prodotti Zune. Con la chiusura e l’abbandono di Zune ed il passaggio al marchio Xbox il supporto per i browser era cessato improvvisamente. Oggi Microsoft celebra l’interfaccia come se la stesse offrendo per la prima volta – Un segno di volersi dimenticare di Zune il prima possibile.

Via | Slashgear