M5S, Restitution Day: “1,5 milioni di euro riconsegnati allo Stato”


Autore: Il Fatto Quotidiano

Due mesi e mezzo di legislatura e un milione e mezzo di euro che gli eletti del Movimento 5 Stelle riconsegnano nelle casse dello Stato. L’appuntamento è alle 17 in conferenza stampa trasmessa in streaming e poi a seguire con il sit in davanti a Montecitorio. Deputati e senatori incontrano gli elettori dopo un mese di fuoco tra espulsioni, polemiche e liti tra dissidenti e fedelissimi. 

A consegnare simbolicamente un assegno gigante sono Riccardo Nuti, capogruppo alla Camera, Nicola Morra capogruppo al Senato, Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e Laura Bottici Questore del Senato. 

“E’ una festa. Stiamo dimostrando che si può fare politica anche senza soldi”, dice Riccardo Nuti, capogruppo alla Camera, “se lo facessero anche gli altri gruppi parlamentari avremo molti risparmi. Rinunciando a queste cifre si può comunque fare politica. Avere delle idee non ha un prezzo”. 

“In un momento”, scrive su Facebook il deputato Manlio Di Stefano, “in cui si chiedono immani sacrifici agli italiani e la casta banchetta sui cadaveri dei morti suicidi, il MoVimento 5 Stelle fa un gesto mai visto nella storia della Repubblica italiana restituendo per i soli primi 2 mesi e mezzo oltre 1.5 milioni di euro. Ho la sensazione che non sia abbastanza evidente la portata di questo evento non tanto in se bensì per ciò che rappresenta per questo paese”. Una conquista, dice Di Stefano, per tutti gli elettori: “Ogni cittadino in Parlamento sta rinunciando, col sorriso, ad una cifra cospicua (intorno ai 10.000 euro) perchè questo è l’impegno preso coi cittadini, per coerenza, ma soprattutto perchè crediamo fermamente che i soldi uccidano la passione, che i soldi conformino verso il basso, che i soldi distacchino dalla realtà”.

 

 

2 thoughts on “M5S, Restitution Day: “1,5 milioni di euro riconsegnati allo Stato”

  1. “Un effetto della sanatoria sulle multe alle slot-machine sono i tagli alle nostre forze di sicurezza, conseguenza di scelte scellerate. I vigili del fuoco subiscono infatti un taglio di 55 milioni a scapito di nuove assunzioni. Erano 2 miliardi e mezzo circa, ora dopo il condono sono 600 milioni di euro. Ma la situazione è davvero paradossale. Sono state le nostre forze di sicurezza, in particolare la guardia di finanza, a scoprire quella maxi-evasione e dopo che lo Stato condona la multa, per effetto di quel condono il comparto sicurezza viene penalizzato. Ringrazio per la lettera inviataci. Inizieremo l’iter parlamentare insieme ai diretti interessati per fermare questa porcata.” Luigi Di Maio, M5S Camera
    http://www.youtube.com/v/a-Pca1Rt9nA

  2. Si possono interpretare sia gli attori ke i personaggi ad esempio attore lorenzo flyherty personaggio capitano venturi.Dopo aver scelto basta cambiare foto e nick mettendo ris family.
    Lorenzo Flaherty …. Capitano Riccardo Venturi

    Filippo Nigro …. Tenente Fabio Martinelli

    Romina Mondello …. Tenente Giorgia Levi

    Stefano Pesce …. Sottotenente Davide Testi

    Ugo Dighero …. Maresciallo Vincenso De Biase

    Nicole Grimaudo occupata…. Tenente Anna Giordano

    Paolo Maria Scalondro …. Capitando Edoardo Rocchi

    Gea Lionello …. Medico Legale Claudia Morandi

    Giulia Michelini frs occupata…. Francesca De Biase

    Nino D’Agata …. Generale Tosi

    Luciano Scarpa …. Capitano Savelli

    Leonardo Treviglio …. Grassi/uomo delle bombe

    Diego Ribon …. Procuratore Di Maio

    Lorenza Indovina …. Laura

    Giampiero Judica …. Capitano della territoriale Bruno Corsini

    Luigi Maria Burruano …. Mauro Donati

    Michele Venitucci …. Tenente Giovanni Rinaldi

    Giorgia Surina …. Michela Riva occupata

    Marco Giuliani …. Tenente Spada

    Fabio Troiano …. Daniele Ghirelli
    categoria—viaggi argentina—buenos aires

    nnt offese
    allora qnd scegli il personaggio, cambia foto e nick mettendo ris family. Per ulteriori informazioni questo è il mio contatto msn kokkah@live.it
    giulia michelini libera, ma occupata francesca de biase.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>