Apocalittico Tsunami nella regione cinese del Sichuan – VIDEO

Autore: nocensura.com

Devastante tsunami colpisce la regione cinese del Sichuan: 50 le vittime

Maggiori info: vedi articolo di nytimes.com

5 thoughts on “Apocalittico Tsunami nella regione cinese del Sichuan – VIDEO

  1. Dopo i tragici eventi dell’Abruzzo mi pare che si stia diffondendo una (prevedibile, peraltro) psicosi del terremoto. Credo che i mezzi di comunicazione dovrebbero spiegare chiaramente che i terremoti non vanno a spasso e che eventi come quelli de l’Aquila sono rarissimi (tipo uno ogni dieci anni). Se proprio avete paura dei terremoti, verificate che la vostra casa risponda alle normative antisismiche, è l’una cosa sensata che un privato cittadino possa fare.
    Ovviamente, sto parlando per chi vive lontano dalla zona del sisma, non mi riferivo agli Abruzzesi…
    @Yassassin: è chiaro che l’invito a “controllare la propria casa” era un’iperbole, quello che intendevo dire è che l’unica cosa razionale da fare è costruire case antisismiche (o adeguare l’esistente) laddove necessario. Come ha detto un professore universitario in un’intervista, anche per un edificio antico il più delle volte basterebbero degli interventi molto modesti per la messa in sicurezza.
    Eventi così catastrofici non si verificano molto spesso…

  2. il titolo è la libertà in valigia tratto da balzac e la piccola sarta cinese.
    vi prego aiutatemi ho tantiximi compiti ed una interrogazione+ veifica…..help me 10 pnt e 5 stelle

  3. per domani ho 5 traduzioni d’inglese potreste farmene una voi??? grazie 1000 in anticipo … =)
    COME TO SICHUAN
    with its beatiful scenery, friendly people and great food, Sichuan Provience in China is the ideal holiday destination. Sichuan is in southwest China and it has many mountains, including the Himalayas to the west. The famous Yangtze River runs through China, from west to east, crossing Sichuan. The yangtze isn’t as long as the Amazon or the Nile but it’s the longest river in asia. one of the most impressive sights in Sichuan in the Leshan Giant Buddha, a huge statue carved out of a cliff on the side of Lingyun Mountain. The statue is more than a thousand years old and over 71 metres tall. it is the largest carved stone buddha in the world.
    Not far from the Buddha in Mount Emei. Here you can visit temples or just take photos of the many waterfalls. For some more beautiful scenery, visit Jiuzhaigou Valley. Jiuzhaigou Valley, in the north of Sichuan, is one of the most spectacular places in China wiyh snow-covered mountains, colourful lakes and beautiful forests. Chengdu is the capital of Sichuan and is the cultural and industrial centre of the region. Chengdu is also home to the Chengdu Giant Panda Research Base, one of the most important centres in the world for the protection of the Giant Panda. The Research Centre has developed into China Pana City with a museum and a zoo. after all that sightseeing, you must definitely have something to eat. The Sichuanese cook with a lot of chilli pappers and garlic, and Sichuanese food is hotter and spicier tha other types of Chinese cuisine, but it’s delicious.
    potreste farmi anche un piccolo riassunto in inglese?

  4. Il giorno dopo la fine di un grande evento come le Olimpiadi è, per definizione, riservato ai bilanci e alle pagelle, ma voi cosa ne pensate?

    2 – Lo sprinter più generoso: Usian Bolt. Il ‘China Daily’ non lo ha scelto per le 3 vittorie, con altrettanti record del mondo, nell’atletica leggera ma per aver donato 50mila dollari alle vittime del terremoto nel Sichuan

    3 – La coincidenza più sfortunata: Matthew Emmons. Il tiratore americano, dopo aver perso l’oro ad Atene all’ultimo colpo, a Pechino si è incredibilmente ripetuto. Nella carabina ha chiuso con un tiro da circolo amatoriale (4.4 punti. Il massimo è 10 ma anche con un 7 avrebbe vinto)

    4 – Il ritiro più sconcertante: Liu Xiang. Per i cinesi l’eroe annunciato dei Giochi. Doveva vincere nei 110 ostacoli, si è ritirato senza nemmeno correre. Ha commosso tutta la Cina, anche se i più giovani – via internet – lo hanno accusato di aver pensato più agli sponsor che ad allenarsi

    5 – Il dirigente più criticato: Xie Yalong. Per il mondo un perfetto sconosciuto. E’ il vicepresidente della Federazione calcio cinese, imputato numero 1 della pessima figura fatta dalla nazionale di casa nel torneo olimpico

    6 – Il corridore più eroico: Dana Abdulrazak. L’unica donna nella squadra irachena, iscritta ai 100 e 200 metri. Allo Stadio Olimpico le hanno riservato l’ovazione per i grandi campioni

    7 – La dedica più toccante: Matthias Steiner. Oro tedesco nel sollevamento pesi, si è presentato sul podio in lacrime, con la foto della moglie morta un anno fa

    8 – Il nuotatore più ostinato: Natalie du Toit. Sudafricana, ha corso la gara più lunga del nuoto, i 10 Km, senza la gamba sinistra, persa in un incidente. Ora la attendono le Paralimpiadi

    9 – Il medagliato più furioso: Ara Abrahamian. Lo svedese ha conquistato il bronzo nella lotta greco-romana ma, durante la premiazione, ha platealmente lasciato la medaglia sul tappeto di gara per protesta contro l’arbitraggio della semifinale (persa con l’italiano Andrea Minguzzi)

    10 – Il cambio di verdetto più drammatico: Sarah Stevenson. L’atleta inglese del taekwondo, dopo aver perso il suo incontro con un’avversaria cinese, ha fatto ricorso. Una volta esaminato il video del combattimento, i giudici le hanno riconosciuto la vittoria, fatto mai accaduto in questo sport. La Stevenson è poi arrivata al bronzo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>