Xbox One, l’NSA la userà per spiare tramite Kinect?

Autore: Gadgetblog.it

Xbox One potrebbe arrivare nelle nostre case entro pochi mesi. Microsoft non sembra aver affatto pensato alle implicazioni dell’uso forzato del Kinect sulla faccenda privacy, una decisione doppiamente rischiosa quando il mondo trema di fronte alle rivelazioni di Edward Snowden sull’affare PRISM. Cerchiamo di fare il punto sulla situazione.

Come la vede l’utente preoccupato per la privacy

Prendiamo in considerazione una situazione fantascientifica: nel vostro soggiorno decidete di mettere una telecamera più microfono che segue ogni vostro movimento, collegata ad un computer progettato per imparare le vostre mosse. Questo computer non è fisicamente presente nella vostra casa, anzi, è collegato tramite server oltreoceano ed è controllato da una multinazionale che è sospettata di collaborare direttamente con il controspionaggio di una nazione straniera.

Anche ammettendo che non abbiate nulla di particolare da nascondere, se guardiamo le cose da questo punto di vista è davvero difficile giustificare l’installazione di quella dannata telecamera, non importa cosa ci abbiano promesso in cambio.

Ebbene, come sicuramente avrete già intuito, la situazione non è affatto fantascientifica, anzi, ha un nome: Xbox One, e il privilegio di vivere nel romanzo 1984 costa $ 499.

Le spiegazioni e giustificazioni di Microsoft

Microsoft sostiene di non avere né modo né intenzione di danneggiare la privacy dell’utente, neppure se venisse ordinato. Abbiamo pubblicato oggi su Downloadblog un’analisi delle dichiarazioni della corporation sulla raccolta dati su Skype, Outlook e SkyDrive e su come funziona. Non vi era alcun accenno a Xbox Live né alla futura Xbox One. Ma da quello che ci dice Microsoft parrebbe che sia ancora più difficile trarre da Kinect dei dati sfruttabili.

Vediamo assieme perché:

  • Le videocamere e i microfoni non registrano né trasmettono audio o video a Microsoft salvo nelle occasioni in cui questo è concesso specificamente dall’utente
  • I dati ambientali sono resi anonimi, per esempio i comandi vocali spediti ai server per essere compresi e attuati vengono trasformati in testo. Microsoft non sente la nostra voce quando diamo un ordine a Kinect e idealmente non sa di chi sia l’ordine
  • I dati biometrici vengono trasformati in rapporti numerici per localizzare la posizione dell’utente e dei suoi arti e queste informazioni sono sfruttate solo per i singoli giochi
  • Conclusioni

    Microsoft ci dice in quale forma i dati verranno raccolti, cercando di rendere chiaro che anche qualora uno spione ci mettesse sopra le mani, gli sarebbe poco utile.

    Resta il fatto che il Kinect è costantemente acceso, anche quando l’Xbox One è spenta. “Alcuni” ordini vocali vengono spediti ai server e trasformati in testo. Il resto del parlato ambientale non viene raccolto in alcun modo?

    Facciamo un altro esempio: Microsoft ha cambiato le sue politiche di Skype. Ora sappiamo con certezza che le nostre comunicazioni istantanee passano per i server di Microsoft, probabilmente in chiaro – esattamente come le mail di Outlook. E che sono questi i dati che un tribunale può chiedere a Redmond.

    Se anche in questo momento Microsoft non controlla quello che facciamo o cosa diciamo quando siamo davanti al suo Kinect, come facciamo a sapere che in futuro non cambi idea e per “un upgrade” non cambi anche qui le sue politiche?

    Questi ragionamenti portano sicuramente alla paranoia, ed è francamente assurdo ritenere che Microsoft sia un impero del male che si diverte a vendere le nostre vite private al controspionaggio americano. Però una telecamera ed un microfono costantemente accesi in casa urtano la sensibilità di molti, e riteniamo che non abbiano tutti i torti.

    Via | The Verge

    One thought on “Xbox One, l’NSA la userà per spiare tramite Kinect?

    1. Salve , ho scaricato microsoft office, che comprende word, vorrei sapere come si fa per metterlo in un cd o in un dvd , perchè dovrei ripristinare il computer , e sopratutto si deve mettere in un cd o in un dvd?
      Gentilmente vorrei una risposta che mi spieghi tutta la procedura, grazie salve..

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    7 − = uno

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>