Autore: IlSoftware.it

In campo mobile uno degli avversari più agguerriti di Whatsapp si chiama WeChat. Dopo aver superato il traguardo dei 100 milioni di utenti registrati, WeChat si appresta ad accelerare gettandosi a capo fitto all’inseguimento di Whatsapp (300 milioni di iscritti).
Una recente indagine, elaborata da Globalwebindex, aveva dimostrato come WeChat fosse divenuta oggi la quinta applicazione più utilizzata a livello mondiale (Le 10 app più scaricate ed usate sugli smartphone). In effetti, la crescita fatta registrare dal client di messaggistica sviluppato dai cinesi di Tencent è notevole: in soli tre mesi l’applicazione – disponibile per le piattaforme Android, Apple iOS, BlackBerry, Windows Phone e Symbian – ha raddoppiato la sua base di utenti.

Fin dal suo lancio, WeChat ha ottenuto importanti successi in Asia, diventando velocemente la più famosa applicazione social per mobile a Hong Kong, India, Indonesia e Malesia.
Più di recente, anche grazie ad una convincente campagna pubblicitaria, WeChat si è fatta largo in Argentina, Brasile, Italia, Messico, Filippine, Singapore, Spagna, Sud Africa, Thailandia e Turchia divenendo l’applicazione più scaricata in assoluto nel corso del mese di luglio.

Rispetto a Whatsapp, WeChat mette a disposizione molte funzionalità accessorie. Non c’è quindi solamente la messaggistica istantanea: l’app permette di effettuare chiamate vocali e videochiamate, effettuare chat di gruppo, individuare altri utenti del programma nelle vicinanze semplicemente “agitando” il dispositivo mobile, organizzare automaticamente foto ed allegati in una sorta di “galleria”, creare biglietti da visiti associandovi un codice QR, interagire con i principali social network ed attivare funzionalità di geolocalizzazione.

Le migliorie auspicabili riguardano l’”usabilità” del prodotto e lo “snellimento” della procedura di registrazione. Maggiori informazioni possono essere raccolte sul sito ufficiale di WeChat.