Meeting Cl, petizione contro la legge sull’omofobia: “Apre la strada al matrimonio gay”

Autore: Uploads by Il Fatto Quotidiano

A promuovere la petizione il settimanale d'ispirazione cattolica, Tempi, l'associazione Giuristi per la vita e il sito "La bussola quotidiana". "Abbiamo voluto lanciare l'iniziativa, perché crediamo che il provvedimento limiti il diritto d'opinione"
Views: 5
1 ratings
Time: 02:41 More in News & Politics

5 thoughts on “Meeting Cl, petizione contro la legge sull’omofobia: “Apre la strada al matrimonio gay”

  1. Devo fare una ricerca e ho bisogno di un articolo pubblicato sul corriere della sera il 24 dicembre scorso. Sul blog di ricerca di google, sono riuscita a rintracciare il titolo dell’articolo in questione, ma cliccandoci sopra non si apre mai l’articolo vero e proprio. Mi date un consiglio concreto su come fare? Grazie!

  2. Ho scoperto pochi giorni fa la mia foto su di un quotidiano locale per un fatto avvenuto nel 2002 che incolpava i miei familiari , poi assolti tutti tre anni dopo . Non acquisto mai quotidiani locali e viaggio molto per lavoro, non ero quindi a conoscenza di tutto ciò .

  3. Ho cercato sul web vari tipi di esercizi e ho notato che il Pranayama aiuta molto, ma ho letto che ci possono essere degli effetti collaterali. Mi dite un esercizio da fare (fuori dall’acqua) per migliorare il tempo di apnea? Grazie!
    Faccio calcio agonistico da molti anni:)

  4. Ricordo quando ero piccolo lassù nella casa rurale in collina, mia madre alzarsi presto; eravamo in dodici fratelli, e il sonno, per le “circostanze”, necessariamente era “scarso”, eppure il mattino presto, vi assicuro, girava già allora il “quotidiano” in contrada.
    Mia mamma faceva il giro dei tre o quattro pollai…eh! Sì, perché a quei tempi, bisognava dividere le galline ovaiole dalle oche…le oche dai pavoni…i pavoni dai colombi…le anatre dalle galline e così via, come a volte succede anche tra noi; e prima ancora di tornare in casa, faceva il giro della contrada, a regalare qualche ovetto fresco fresco, alle partorienti in difficoltà o a qualche famiglia povera…e così girava il “quotidiano” e alle zero-sei di buon’ora…tutti sapevano tutto di tutti e quando verso le tre del pomeriggio, in campagna, si scatenava un temporale, immancabilmente “qualcuno” accorreva a darci una mano, per recuperare in fretta e portare il fieno in cascina.
    Ah! Dimenticavo…non è che venivano a dare una mano perché qualcuno si era ricordato e andato di buon’ora a regalare ‘n ovetto e un quotidiano, gratis naturalmente?
    Buona giornata a tutte/i i miei fans. Nonno eug2000.

  5. Per diverse ore al giorno non fanno altro che arruffarsi le penne. Che siano pappagalli o pellicani, passerotti o fenicotteri, compiono tutti questo rituale quotidiano. Perché? Per semplice vanità?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 5 = dieci

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>