Autore: Gadgetblog.it


Le capacità e le potenzialità offerte dai vari dispositivi mobile, sia smartphone che tablet, migliorano ad una velocità notevole tanto che oramai, tra le altre cose, sono considerati tra le principali piattaforme multimediali. Lo sviluppo di queste capacità ha ricevuto notevole attenzione da parte dei produttori e sono nati diversi metodi atti a collegare i nostri dispositivi preferiti alla TV.

Per adeguarsi alle nuove possibilità offerte sia dai prodotti mobile che dalle tv, anche gli standard di connettività devono affrettarsi a migliorare.

Lo standard MHL è stato lanciato nel 2010 mentre i primi dispositivi ad adottarlo hanno cominciato a diffondersi circa due anni fa. Il sistema unisce USB ed HDMI per portare video in HD alla TV tramite il connettore microUSB dei dispositivi che lo usano.

Il consorzio MHL, composto da Nokia Corporation, Samsung Electronics Co., Ltd., Silicon Image Inc., Sony Corporation, and Toshiba Corporation, ha annunciato l’arrivo della nuova generazione dell’interfaccia Mobile High-Definition Link, la 3.0.

La caratteristica principale dell’MHL 3.0 sarà sicuramente l’ampiezza di banda raddoppiata che permetterà di gestire un segnale un segnale in uscita con risoluzione 3840×2160, ovvero in qualità Ultra HD altrimenti conosciuta come 4k.

MHL 3.0 avrà a disposizione un canale a trasmissione bidirezionale, sarà in grado di destinare fino a 10 watt per la ricarica del dispositivo collegato e possiederà supporto per la protezione HDCP 2.2 DRM e per l’audio surround 7.1.

Il consorzio pubblicherà le specifiche complete del nuovo standard durante l’autunno, mentre i primi dispositivi ad esserne dotati compariranno probabilmente non prima del 2014.

Via | Arstechnica.com