Autore: Il Fatto Quotidiano

Sebastian Vettel domina il Gp del Belgio, e conquista la 31esima vittoria in carriera, ma un grande Fernando Alonso riesce nell’impresa di risalire dalla nona alla seconda posizione, per un secondo gradino del podio, molto importante in questa fase della stagione, considerando anche il terzo posto della Mercedes di Lewis Hamilton ed il ritiro della Lotus di Kimi Raikkonen, suoi principali avversari in classifica. Quarta posizione per l’altra Mercedes di Nico Rosberg e quinta per la Red Bull di Mark Webber. Sesto posto per la McLaren di Jenson Button e settimo per l’altra Ferrari di Felipe Massa. Chiudono la top ten, Grojean ottavo, Sutil nono e Ricciardo decimo.

“Sono contento, perché partire da così dietro e arrivare secondi, dimostra che Fernando ha fatto una gara straordinaria e noi siamo lì. Dobbiamo migliorare il passo gara con le gomme dure, ma riprendiamo ad essere dove dobbiamo essere”. Sono le parole di un felice Stefano Domenicali, team principal della Ferrari, a Sky dopo il Gp del Belgio con Fernando Alonso che ha chiuso al secondo posto. “Dobbiamo continuare a cercare di migliorare la macchina, dobbiamo lavorare senza guardare in giro, la Red Bull è stata più veloce ma il Mondiale non è finito, mancano otto gare…”, ha aggiunto Domenicali.