Alcune immagini da “Ruins of Brightholme”, il secondo DLC di Sanctum 2

Autore: Ultimi articoli e news per PC Windows | Multiplayer.it

Alcune immagini da "Ruins of Brightholme", il secondo DLC di Sanctum 2 In uscita venerdì. Coffee Stain Studios ha rilasciato nuove informazioni e immagini sul secondo DLC per Sanctum 2, il cui lancio è previsto per il 6 settembre su Steam per 4,99 dollari. Si chiamerà Ruins of Brightholme e secondo le promesse dello sviluppatore sarà grosso almeno quanto Road To Eylsion, il primo DLC. L’espansione sarà ambientata negli slum di Brightholme, dove gli abitanti dovranno improvvisare le loro difese dagli alieni. Il gameplay rimane lo stesso del gioco originale, con la fase di pianificazione quella di combattimento diretto in prima persona. Tra le caratteristiche abbiamo: armi improvvisate, nuovi …

5 thoughts on “Alcune immagini da “Ruins of Brightholme”, il secondo DLC di Sanctum 2

  1. non mi interessa alcuno sport, le palestre sono piene di minorati da show della defilippi, non abito in città (per adesso), non mi interessano persone qualunque ma solo gente che sia un minimo appassionata di cinema non c’è cineforum dove vivo, non so cosa fare, perchè sono bloccato? ormai voglio ammazzarmi.

    23 anni ormai.
    o gesù..

  2. Sono un runner che corre tutto l’anno. Corro dal 2005 e ad oggi ho portato a termine 8 maratone (migliore in 3 ore e 28) e oltre 20 mezze maratone (migliore in 1 ora e 29minuti). Peso 86kg per 1,86 di altezza. Mi dicono tutti che sono pesante ma è la mia struttura, la massa grassa è assolutamente nella norma, non in eccesso.
    Da quasi due mesi ho un fastidio al ginocchio sx che mi impedisce di correre. Ho fatto una RM che ha evidenziato una non omogeneità del legamento crociato anteriore. Ho portato a far vedere il tutto a due ortopedici che hanno scongiurato problemi del legamento dopo aver effettuato alcune manipolazioni, ma hanno entrambi diagnosticato condropatia rotulea. Mi hanno dato un ciclo di tecar terapia e infiltrazioni di acido ialuronico, abbinate a ginnastica isometrica e nuoto. Quanto ai tempi di recupero, ho però trovato differenze considerevoli fra l’uno e l’altro. Il primo mi ha detto di star fermo un paio di mesi (che a me è sembrato troppo), il secondo una decina di giorni, che al contrario mi è sembrato troppo poco. Ora sono fermo da quasi tre settimane e non ho più dolore alcuno, ma ho paura che potrebbe risvegliarsi non appena riprendo. Diciamo che mi condiziona psicologicamente che, a fronte di un Doc che mi dice “fra 10 gg riprendi pian piano tranquillamente”, ce n’è un altro che al contrario raccomanda sosta ai box ancora per un po’. Qualcuno fra i lettori per caso ha avuto il mio stesso problema e magari sa rispondermi per esperienza diretta? Ciao e grazie! Davide.

  3. oppure non vi influenza in alcuno modo…

    personalmente non riuscire a dormire bene la notte è una delle cose che mi fanno più girare le scatole :D

    vado a pranzare :D

  4. Nella Preistoria all’ alba dei tempi mentre le donne si rifugiavano nelle grotte gli uomini cacciavano portando alle proprie famiglie la cacciagione.Gli uomini durante la caccia perivano in grande quantità ma la morte di un uomo non era molto sentita poichè l’ uomo era ritenuto un – animale da caccia-.Oltretutto oltre alla caccia l’ uomo serviva per la riproduzione.Assolti questi due compiti la morte di un uomo non suscitava sentimento alcuno.

    Gli uomini si accorgono che mettendo nei recinti le prede della cacciagione mantenendole vive si muore di meno( prima si cacciava, ora si difende il recinto) e siccome hanno maggiore esperienza di animali( quelli veri) sono portati per l’ allevamento.
    Cosi mentre la posizione dell’ uomo acquista man mano sempre più importanza la posizione della donna si affievolisce progressivamente fino ai giorni nostri culminando con le manifestazioni femministe( mutandine e reggiseni in bella mostra).

    Questo ad insegnare che la preponderanza fisica non è tutto: gli uomini usando il cervello si imposero sulle donne partendo da una situazione di inferiorità.

  5. Casa, camera chiusa. Finestra e porta chiusa, alcuno spiffero d’aria poteva passare attraverso le fessure. Scatolina con specchietto, di quelle per trucchi da donna, aperta, appoggiata ad un altro specchio. Non guardavo, OSSERVAVO lo specchio in cerca di qualcosa quando improvvisamente mi si sono materializzate due immagini, lettera e simbolo, di cui non vi parlerò, ma non appena ho pronunciato ad alta voce il nome proprio delle due cose che ho visto la scatolina si è chiusa VIOLENTEMENTE E DA SOLA, quasi come se mi fosse stata sbattuta in faccia. Non rompete con DROGATI DI MENO perché l’ignorante ha paura dell’esperienza altrui, grazie per la collaborazione e la vostra opinione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 × = otto

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>