L’aria che tira di Urbano Cairo

Autore: Blog di Beppe Grillo

urbano_cairo.jpg

La7 è stata comprata (si fa per dire, è stata in realtà svenduta, regalata da Telecom) da Urbano Cairo, ex manager Fininvest. Sotto la sua gestione si vedono già i primi frutti.
“Permettemi di esprimere un parere sulla trasmissione “L’aria che tira” andata in onda stamane su “La7“; per tutta la trasmissione si è fatto del tiro al bersaglio sul M5S, attuato mediante le riproposizioni di spezzoni comico-satirici aventi come bersaglio Vito Crimi, conditi coi sprezzanti giudizi sull’azione del M5S espressi dai vari personaggi presenti in studio: i parlamentari del Movimento son stati dipinti come un gruppo di facinorosi e demagoghi, degli imbecilli, dei volgari “parvenu” che con il loro modo di parlare, di vestire, di agire, osano vìolare il Sancta Sanctorum della politica “alta” : davanti ai commenti sarcastici di chi ci ha portati al fallimento e sprofondato nel ridicolo ed anche nella tragedia, direi che allora bisognerebbe entrarci con gli scarponi lordi di fango, in quel rispettabilisimo consesso, e magari, fare anche gli interventi coi rutti, per marcare la distanza tra noi ed i maledetti affamatori del popolo, con i distinti professionisti della supercazzola avvitata e carpiata, del furto con scasso e della rapina, ma a norma di legge…”. harry haller

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Share on Tumblr

2 thoughts on “L’aria che tira di Urbano Cairo

  1. Vorrei tanto capire, come mai vi fate tutte queste sèghe mentali con il blog di Beppe Grillo adesso, quando non lo consideravate prima che si trovava al 7° posto fra i blog del mondo, ha avuto ogni riconoscimento possibile, vinto per 3 anni di fila “Blog Awards Italiano” , nel 2005 “Il Time” lo annovera fra gli eroi europei di quell’anno e in piu una persona un minimo esperta di pubblicità col computer (lavorandoci) come Peter Gomez del Fatto ha detto su La7 pochi giorni fà, che massimo può portare a casa 180 mila euro l’anno da quel blog (15.000 € al mese sono da dividere con Casaleggio+6 dipendenti)

    Ecco saputo questo, vorrei capire che cosa possa far di male quel blog? sapendo che sono stati rinunciati decine di milioni di euro, da fastidio che si esprima attraverso internet e non la televisione, un’antipatia personale che vi spinge a vedere il male in ogni cosa oppure pensate davvero che ci sia qualcosa di losco considerando che le cifre sono quelle che ho scritto sopra?

    PS
    ovviamente mi rivolgo a chi ha dubbi sul blog
    1) Il problema io la capisco per chi non ha simpatia, ma di fatto, il movimento 5 stelle e nato da quel blog quindi già per questo, se non era normale o non andava bene non sarebbe nato. Quindi ti faccio una domanda, se Renzi domani mette la pubblicità sul suo sito e continua a dare le informazioni che vuole lui, scatta tutto questo meccanismo? non credo assolutamente.

    2) Piu che inusuale e coerente, in quanto se continuasse a dire che si può fare politica senza soldi, solo con piccole donazioni di chi ci crede, e poi finanzia con il blog, (che e suo, non del movimento 5 stelle attenzione, il blog e di beppe grillo e casaleggio) sarebbe poco credibile, invece e coerente, ed essendo di Grillo e Casaleggio, perche i soldi dovrebbero andare al movimento? Ricordiamoci che e considerato il capo politico ma non e in parlamento.

    3) Qui sono d’accordo con te, per il semplice fatto che hanno permesso troppo di parlare hai giornali e fantasticare su cifre inesistenti quando con un po di tr
    con un po di trasparenza si sarebbe potuta dare risposta, ma aggiungo anche che il mese prossimo o quello dopo ancora non ricordo, il 740 sarà libero alla camera di commercio e credo stiano aspettando quel momento per dire “avete visto quante càzzate avete detto” quindi una specie di tattica, se vogliamo cosi nominarla.

    4) Ti ho risposto con la 3

    Le cannonate che spara dal Blog sono quelle che gli vengono riconosciute in tutto il mondo, che gli hanno permesso di avere i riconoscimenti che in parte ho scritto sopra, tranne che in Italia, spero di aver risposto alle tue domande anche se abbiamo punti di vista diversi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>