Autore: Gadgetblog.it

Avete dei dubbi sull’opportunità di comprare una “pedelec”, ovverosia una bici elettrica a pedalata assistita? Certo, per alcuni è una bestemmia rinunciare a una sana dose di fatica, ma chi usa i pedali per il commuting e non per svago o esercizio magari vuole arrivare sul posto di lavoro in giacca e cravatta senza essere sudato, riportare la spesa a casa senza sputare un polmone o sfidare le salite senza spargere qualche lacrima.

FlyKly Smart Wheel è un’idea geniale: una ruota posteriore di bicicletta che incorpora un motore elettrico, le pile e un chip per regolare il tutto tramite app. Si può montare sulla maggior parte delle biciclette, da mountain bike a comode cittadine, e pesa 4kg. Sottilissimo, poco evidente, tuttavia riesce a fornire quella forza in più che trasforma un normale ciclista in un uomo bionico senza privarlo dell’esercizio. Non si sostituisce totalmente alla forza dell’utente, ma fornisce la possibilità della pedalata assistita che rende una bici più comoda ed efficiente.

Ci vogliono circa tre ore per ricaricarlo da una normale presa di corrente, e FlyKly verrà prodotta in taglie e colori diversi per raggiungere qualsiasi pendolare urbano che vuole rinunciare all’auto ma sfruttare le nuove tecnologie.

Dovrebbe essere a norma di legge

Il quantitativo di energia fornito alla pedalata viene regolato dal nostro smartphone Android o iOS tramite la FlyKly app. C’è anche una versione apposita per il Pebble Smartwatch.

Vediamo anche di sviscerare la faccenda della legalità: in Italia abbiamo dei limiti di legge sulla velocità, e questa trasformazione in bici elettrica li rispetta, almeno sulla carta: il motore spinge fino a 25km/h, il massimo per il nostro codice della strada per non essere considerati motocicli. Da quanto abbiamo potuto vedere, il motore funge esclusivamente da bici a pedalata assistita, senza acceleratore separato – rispettando anche in questo le nostre normative severe.

Tutto tramite smartphone

Il nostro smartphone viene usato per calcolare tutti i dati del viaggio e ci dice la velocità, la distanza percorsa e la durata del viaggio, oltre che il livello della batteria. Tutto può essere condiviso su Internet per i più “sociali” di noi.

Può essere sistemato sul manubrio con un qualsiasi portacellulare, e gli sviluppatori ne forniscono uno apposito con tanto di luce LED e cavo con piccola dinamo per la ruota frontale. Richiede pochissima energia per funzionare.

Lo smartphone monitora costantemente la nostra bici e fa anche da antifurto. La Smart Wheel è completa di dispositivo GPS per rintracciarne la posizione velocemente e blocca la ruota posteriore. Chiaramente non si tratta di un metodo di sicurezza a prova di bomba, ma è il benvenuto. Un’altra funzione è quella di offrire avvisi e soluzioni nel caso di avarie, contattando anche la casa madre per noi.

Il costo della FlyKly Smart Wheel non è “popolare” ma è molto inferiore a quello di una pedelec. Al momento è possibile prenotarsi su Kickstarter per ottenere un’unità a $ 590.