Fabrizia De Andrè contro la sorella Francesca: difende il padre Cristiano De Andrè

Fabrizia De Andrè va contro la sorella Francesca. A Domenica Live la 27enne ha accusato il padre, Cristiano De Andrè. Ha raccontato le violenze che il genitore avrebbe compiuto contro la sorella minorenne Alice, che la scorsa estate sarebbe stata picchiata al punto da dover scappare di casa mentre si trovata in Sardegna. Fabrizia De Andrè in un lunghissimo post lo difende ed è spietata nella sua arringa sul social.

Fabrizia De Andrè insieme al padre cristiano De Andrè

Fabrizia De Andrè posta un selfie insieme al padre accompagnato da cuori e un ‘ti voglio bene’. Accompagna la foto con un post in cui si scaglia contro la sorella Francesca e difende il papà.

“Vorrei dire la verità su tutto ciò che viene dichiarato a Domenica Live, condotto da Barbara D’Urso, tramite mia sorella Francesca De André, premette Fabrizia De Andrè

“Quello che voglio dire è riferito su quello che è accaduto quest’estate in Sardegna, quando c’è stata la discussione alle 4 del mattino tra mio padre Cristiano De André e mia sorella Alice De André. A differenza di mia sorella Francesca e di Sabrina La Rosa (mamma di Alice), io ero presente, con me in casa erano presenti anche la collaboratrice domestica, Blanca, e l’attuale compagna di mio padre, Ottavia. Quindi non parlo per sentito dire ma perché l’ho visto con i miei occhi” sottolinea Fabrizia De Andrè

In un lungo post sul social la ragazza va contro la sorella Francesca De Andrè e difende il genitore

“Primo, sfido qualunque padre, trovandosi sua figlia minorenne appena rientrata da una serata con amici, che lo insulta pesantemente con appellativi fuori dal normale che non sto nemmeno ad elencare, a non tirare una sberla, e dico UNA, alla propria figlia. Secondo, Alice, si è seduta a terra urlando a squarciagola, ed è per questo che molti hanno sentito le grida da casa di mio padre. Terzo, mio padre l’ha tirata su per i capelli dicendole alzati non urlare che stai facendo una scenata inutile,  ed io che cercavo di tranquillizzarla, insieme ad Ottavia e a Blanca”, continua.

Poi precisa: “Mio padre si era allontanato, e così si è interrotta la discussione, ma Alice continuava ad urlare come se la stessero ammazzando. Allorché, mio padre preoccupato per questa crisi di panico inutile, ha pensato bene di chiamare lui stesso la guardia medica, che è intervenuta dandole uno Xanax per calmarla.  Una volta uscita la guardia medica di casa, siamo rimaste io, Ottavia e Blanca a parlare con Alice fino al momento in cui ognuno di noi è rientrato nelle proprie camere e nessuno è scappato di casa quella sera”.

Fabrizia De Andrè difende il padre e va contro la sorella Francesca: “Posso garantire che non è successo nulla di più, perché se ci fosse stata davvero una situazione di pericolo mi sarei messa in mezzo per aiutare mia sorella Alice, ma come ho detto prima è stata solo una sberla, e, ripeto, UNA, da padre a figlia per mancanza di rispetto. Mi dà davvero fastidio sentire determinate falsità”.

A Domenica Live la 27enne ha accusato il papà di aver picchiato la sorellastra Alice

Fabrizia è durissima: “Non c è stata nessuna denuncia nei confronti di mio padre da parte di Alice, e ultimo, il giorno dopo l’accaduto, Alice, senza nessun graffio, era in spiaggia con gli amici. Ricordo che, mio padre Cristiano, nonostante tutti i difetti, non manca un mese a mandare assegni di migliaia di euro ad entrambe le famiglie (tutti siamo sotto la sua ala economica, compresa mia sorella che continua a cercare di distruggerlo in TV)”

E conclude: “La falsa testimonianza è un reato e la verità prima o poi viene sempre a galla. Cosciente del fatto che, dopo questo post, mia sorella Francesca l’unica cosa che potrà fare è inventarsi altre storielle, in questo caso nei miei confronti”.  

Autore: GossipNews

Fabrizia De Andrè contro la sorella Francesca: difende il padre Cristiano De Andrè ultima modifica: 2017-03-20T20:16:16+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Aggiungi una immagine