Tesla Semi Truck: ordinate 100 unità dalla PepsiCo.

Author: Le news di Hardware Upgrade

Tesla Semi Truck è il nuovo camion a trazione completamente elettrica presentato da Elon Musk durante lo scorso mese di novembre. Il camion del futuro secondo il visionario americano che ha ricevuto conferma sulla buona strada percorsa dalla sua azienda grazie all’ordine effettuato da PepsiCo, la famosa azienda di bibite, che nelle scorse ore ha fatto sapere di aver ordinato ben 100 unità del nuovo Semi Truck a Tesla. Mike O’Connell, direttore Senior della catena di fornitura nordamericana di Frito-Lay, ha confermato la richiesta dei Truck direttamente alla Reuters.

Il colosso del beverage diviene dunque il cliente più grosso per Tesla con un ordine che si potrebbe aggirare tra i 15 e i 20 milioni di dollari. Sì, perché sappiamo come l’azienda americana dell’elettrico abbia proposto al proprio pubblico un’offerta di Semi Truck suddivisa in tre diverse opzioni: un primo modello da 150.000 dollari capace di raggiungere le 300 miglia di autonomia con una sola ricarica quindi un secondo modello da 180.000 dollari capace di percorrere 500 miglia ed infine la versione Founders Series da 200.000 dollari.

La scelta di PepsiCo di acquistare i nuovi camion completamente elettrici deriva dalla volontà, già espressa, di voler ridurre entro il 2030 di almeno il 20% l’inquinamento provocato dalla sua contingenza di camion che ogni giorno solcano le strade per il trasporto dei propri prodotti. In questo caso, numeri alla mano, sono oltre 10.000 i camion della società americana che dunque ha visto bene di inizializzare il proprio ambizioso obbiettivo con l’acquisto dei Semi Truck di Tesla.

Dal momento della presentazione, Elon Musk e la sua Tesla, avevano ricevuto circa 285 ordini dei nuovi Semi Truck completamente elettrici. Tra le aziende interessate vi erano Sysco e Budweiser con rispettivamente 50 e 40 camion. Non solo anche Wal-Mart e DHL hanno deciso di puntare su questo nuovo modo di fare i trasporti ordinando altrettanti camion a Tesla. Nulla chiaramente in confronto alle 100 unità di PepsiCo che arriveranno con ogni probabilità entro il 2020 così come dichiarato dal CEO Musk durante la presentazione dei suoi nuovi Semi Truck.

OnePlus 5T si aggiorna alla OxygenOS 4.7.5

Author: Alessio Fasano Agemobile

OnePlus 5T riceve un nuovo aggiornamento alla OxygenOS 4.7.5 e, ancora una volta non è basato su Android 8.0 Oreo. Abbiamo visto come l’update all’ormai penultima versione di Android non sia stato indolore su OnePlus 3 e 3T per cui la società continua a migliorare l’esperienza d’uso basata su Nougat.

In realtà il precedente aggiornamento alla OxygenOS 4.7.4 ha portato una serie di correzioni e una certa stabilità tanto che OnePlus ha usato questa versione come factory image. Ed infatti, nella versione 4.7.5 sono stati introdotti solo alcuni bugfix. 

Se siete già in possesso del vostro OnePlus 5T e volete forzare l’update potete usare il “solito” trucchetto della VPN utilizzato con i precedenti aggiornamenti di OnePlus 3 e 3T.

Dovete scaricare l’app che trovate nel badge in fondo a questo articolo e selezionare il server “Germany”. A questo punto andate nel menu impostazioni – Aggiornamenti di sistema. Vi verrà notificato l’update. Ora arrestate la VPN e avviate tranquillamente il download.

Ricordiamo le caratteristiche tecniche di OnePlus 5T: 

  • Display Full Optic AMOLED da 6,01 pollici con risoluzione FullHD+ (1080 x 2160 pixel) e protezione vetro Gorilla Glass 5 2.5D
  • SoC Qualcomm Snapdragon 835 con CPU octa core a 2,45 GHz e GPU Adreno 540
  • 6/8 GB di RAM LPDDR4X
  • 64/128 GB di memoria interna di tipo UFS 2.1 2-LANE
  • Doppia fotocamera posteriore con sensore principale Sony IMX398 da 16 Mpixel e secondario Sony IMX376K da 20 Mpixel 
  • Fotocamera frontale da 16 Mpixel 
  • Connettività 4G/LTE Cat.12, Wi-Fi MIMO 2×2, 802,11 dual band a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, NFC e GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo
  • Lettore di impronte digitali sulla scocca posteriore
  • Batteria da 3.300 mAh

OnePlus 5T è disponibile sullo store ufficiale nella colorazione Midnight Black a 499 euro per la versione da 6+64 GB e 559 euro per la versione 8+128 GB.

Free VPN proxy by Snap VPN
Free VPN proxy by Snap VPN
Price: Free+

Via

Call of Duty: WWII gioco più venduto in Nord America

Author: Le news di Hardware Upgrade

“Secondo i dati di vendita diffusi dalla società di ricerche NPD, Call of Duty: WWII è il gioco più venduto in Nord America quest’anno; grazie a questo ennesimo traguardo, Call of Duty si aggiudica il trofeo di gioco più venduto in Nord America per il 9° anno di fila”, il commento di Eric Hirshberg, CEO di Activision. “Siamo davvero orgogliosi di Call of Duty: WWII e del grande lavoro fatto in questi anni da tutti i team di sviluppo, che ha consentito al franchise Call of Duty di innovarsi e restare in cima alle classifiche per quasi un decennio – davvero una grande impresa. Un doveroso ringraziamento va soprattutto ai nostri appassionati fan in tutto il mondo, per l’affetto dimostrato nei confronti di questo incredibile franchise”.

Nel suo mese di lancio Call of Duty: WWII ha incassato di più di qualsiasi altro gioco della serie Call of Duty rilasciato dal 2012 a questa parte, quando Activision pubblicava Call of Duty: Black Ops II. Ha contribuito a spingere la spesa sui videogiochi nel Nord America su volumi record, superiori del 30% rispetto al mese di novembre 2016 fino a 2,68 miliardi di dollari.

Call of Duty: WWII

Per quanto riguarda l’hardware legato ai videogiochi la spesa si attesta su 1,147 miliardi di dollari, con una crescita del 52% rispetto allo stesso mese del 2016. Questo è dovuto principalmente all’ingresso sul mercato di Xbox One X, la console con l’hardware più potente e anche dal prezzo di vendita più alto. Il franchise Xbox ha venduto di più in termini di fatturato, ma la console più venduta come unità sia a novembre che nell’intero 2017 rimane PS4. Comunque, a novembre 2017 tutti e tre i brand console Xbox, PlayStation e Nintendo Switch hanno venduto di più rispetto al mese precedente.

Il software per console ha venduto per 1,164 miliardi di dollari mentre il software per PC si attesta su 33 milioni. Va ricordato ancora come NPD non conteggi le vendite nel formato digitale e veicolate tramite gli store come Steam e Battle.net.

Per quanto riguarda gli accessori la spesa ammonta a 344 milioni, in crescita di 11 punti percentuali. Tornando invece ai giochi, al secondo posto della classifica dei più venduti troviamo Star Wars Battlefront II, mentre Assassin’s Creed: Origins scende dal secondo al terzo posto. Nonostante questo, si tratta, a detta di NPD, dell’Assassin’s Creed con le maggiori vendite dall’uscita di Assassin’s Creed IV: Black Flag nel 2013. Vanno bene anche i titoli di guida, con Forza Motorsport 7 e Gran Turismo Sport che hanno contribuito al raddoppiamento delle vendite dei titoli di guida nel mese di ottobre e alla triplicazione a novembre.

Obsidan risponde ai fan: niente microtransazioni e lootbox

Author: Francesco Dellagiacoma Tom’s Hardware

Obsidian ha deciso di rispondere ai fan che da giorni chiedevano all’azienda se nel prossimo progetto in sviluppo ci sarebbero state microtransazioni e lootbox. Leonard Boyarsky e Tim Cain hanno deciso di rassicurare i fan con un breve video.

Non sappiamo ancora molto del nuovo titolo in lavorazione ad Obsidian, autori tra i tanti capolavori del recente – e fantastico – Pillars of Eternity. Al momento l’unica certezza è che il gioco sarà pubblicato da Private Division e che non avremo a che fare con microtransazioni o altri contenuti a pagamento.

“Siamo stati molto lontani dallo ‘spingerci’ ad inserire qualcosa – microtransazioni o altro – nel nostro gioco, Private Division supporta incredibilmente la nostra visione, la nostra libertà creativa e il processo di creazione con il quale lavoriamo agli RPG”.

Insomma, le uniche cose che sappiamo con certezza del prossimo gioco di Obsidian sono che sarà un RPG e non avrà microtransazioni. A volte è proprio vero che squadra che vince non si cambia, no?


Tom’s Consiglia

Pillars of Eternity è uno dei migliori RPG degli ultimi anni, se non l’avete mai giocato vi consigliamo di recuperarlo.

Quake Champions: l’aggiornamento di dicembre è ora disponibile

Author: Le news di Hardware Upgrade

Bethesda ha reso disponibile il più massiccio aggiornamento di Quake Champions, realizzato finora. L’update introduce in accesso anticipato il personaggio di Keel, una nuova mappa, le partite classificate e una serie di oggetti che celebrano le festività natalizie.

Proveniente da Quake 3, Keel dispone dell’abilità passiva Scorta, che gli consente di ridurre il tempo di recupero di Sciame di granate ogni qualvolta raccoglie una scatola di munizioni ed è disponibile gratuitamente per tutti i possessori del Pacchetto Campioni. Gli altri utenti potranno acquistarlo pagando 800 unità di platino tramite il negozio del gioco.

La nuova mappa si chiama Vale of Pnath ed è un insidioso tempio dedicato alla divinità antica Ithagnal. Si estende in verticale ed è stato eretto in cima a infide caverne piene di acido. Ideale per sfide 1 contro 1, è disponibile gratuitamente anche per le partite personalizzate Deathmatch e Deathmatch a squadre.

Nome immagine

Inoltre, i giocatori con accesso anticipato potranno mettersi alla prova misurandosi in partite classificate per ottenere la migliore posizione nel ranking mondiale. Gli oggetti cosmetici a tema includono shader per campioni animati e shader per armi festivi, decorazioni festive in Burial Chamber e Corrupted Keep, cappelli a tema festivo per i campioni e icone ed emblemi per il profilo in edizione limitata.

Le mappe festive sono gratuite per tutti e disponibili per un periodo limitato. Tutti gli oggetti a tema festivo per campioni e armi si trovano in zaini, casse e reliquiari per un periodo limitato. Uno speciale pacchetto di cappelli festivi per i campioni è acquistabile nel negozio del gioco. Con l’aggiornamento di dicembre è anche stata introdotta una delle funzionalità più richieste dalla community: la possibilità di scegliere tra oltre 40 tipi di mirino e personalizzarne il colore.

Quake Champions è disponibile in fase di accesso anticipato su Steam e tramite Bethesda.net. I giocatori possono entrare subito in azione acquistando il Pacchetto Campioni, che sblocca tutti i campioni attuali e futuri e altri bonus esclusivi al prezzo di 29,99 €. Una versione free-to-play verrà pubblicata prossimamente.