Il carretto siciliano

Autore: Blog di Beppe Grillo

Il carretto siciliano
(01:59)

carrettosiciliano.jpg

Sono arrivato in piazza Stazione ad Agrigento a bordo di un carretto siciliano del maestro carradore La Scala, trainato da un cavallo.
I masciddàri del carretto raccontano scene di una Sicilia che forse si è dimenticata. Ieri sera invece sfilavano tra la folla di piazza Stazione a raccontare una Agrigento che sta rinascendo. Ieri sera ad Agrigento è stata una serata indimenticabile. In migliaia sono usciti di casa per partecipare al cambiamento che sta percorrendo la Sicilia. Cittadini incensurati si prestano per essere portavoce di ognuno all’interno delle istituzioni. Rinunciano ai privilegi, ai rimborsi elettorali, parlano di futuro e di sviluppo. Da quanto tempo non si respirava un’aria così in queste terre incantevoli e bistrattate da decenni di malapolitica? Pirandello è nato in queste strade e i partiti hanno progettato un rigassificatore davanti a Porto Empedocle, proprio di fronte alla casa del premio Nobel. Qui però è nato anche Angelino Alfano. Un fantasma, un fantasma fuori dalla storia.
Ad Agrigento anche l’acqua viene razionata e concessa col contagocce.
Questa politica, che non si è mai occupata dei cittadini deve finire. Quando sono stato a Palermo per le amministrative ad aprile c’era molta gente, ma poi hanno rieletto uno che era stato già sindaco per diversi anni. Ora però sono sicuro che il cambiamento ci sarà, perchè gli sguardi dei siciliani sono diversi.

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Expo 2015 “ad personam”

Autore: Blog di Beppe Grillo

formigoni-expo.jpg

Forminchioni è un’anatra zoppa. Lui lo sa. Un altro, chiunque altro, al suo posto si sarebbe dimesso dopo 17 anni di permanenza alla presidenza della Regione Lombardia con mezza giunta inquisita o in carcere. Lui ha resistito più dei difensori di Fort Alamo. Una difesa spropositata, incomprensibile. Se si dimetterà lo farà quando vuole lui, si voterà quando lo vuole lui e ha già rivendicato un ruolo di indirizzo politico dopo le prossime elezioni regionali. Il motivo di questa resistenza a oltranza è forse nella sua ostinata difesa della poltrona di commissario generale per Expo 2015 che non vuole mollare a nessun costo: “Ho gia spiegato che la nomina di commissario generale per l’Expo è una scelta del governo italiano fatta ad personam, quindi è libera. Non sceglie il presidente della Regione o il sindaco pro tempore“. Expo 2015 è, nella sostanza, la trasformazione di terreni agricoli in edificabili nell’area di Rho con un aumento enorme di valore che dovrebbe andare agli investitori tra cui Arexpo, la società che ha acquistato le aree su cui sorgerà il sito di Expo 2015, partecipata da Comune di Milano, Regione Lombardia, Fondazione fiera Milano, Provincia di Milano e Comune di Rho. Le aree di Rho erano in prevalenza di Fondazione Fiera che “dal 2006 ha rivestito un ruolo di primo piano nel Comitato Promotore Expo 2015 per portare Milano all’assegnazione dell’evento. Ad aprile del 2011, in piena sintonia con la volontà delle istituzioni locali (in primis Comune di Milano e Regione Lombardia) Fondazione ha approvato il trasferimento – mediante conferimento – delle aree di sua proprietà necessarie alla realizzazione di Expo alla Arexpo SpA“. La Fondazione Fiera dipende dalla Regione Lombardia che ha poteri di nomina, di sorveglianza e persino di scioglimento dell’amministrazione dell’Ente. Fondazione Fiera controlla Fiera spa, società quotata in Borsa che ha firmato un accordo sui servizi con la Fondazione Fiera. Il secondo a tavola dell’Expo 2015 è la ‘ndrangheta che, è ormai vox populi, controlla il movimento terra nel Nord Italia. La prova provata è l’arresto dell’assessore Domenico Zambetti, assessore della Casa per la Regione Lombardia, eletto con i voti della ‘ndrangheta per possibili favori per l’Expo 2015. Zambetti è veramente l’unico? Il terzo a tavola è la CMC di Ravenna, targata pdmenoelle, famosa in tutta Italia per le commesse per la Tav in Val di Susa e per la base militare Dal Molin di Vicenza. La CMC è stata la prima e l’unica (per ora) a vincere una gara di appalto per l’Expo 2015 (con un’offerta al massimo ribasso). Per questa gara la procura di Milano ha aperto un’inchiesta per turbativa d’asta. Non si interrompe un’emozione, non si abbandona un posto a tavola.

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Le bufale di Repubblica Donne, “Grillo contro tutte”?

Autore: Blog di Beppe Grillo

equal.jpg “Abbiamo chiesto come Gruppo consiliare pronta rettifica, ai sensi della legge n. 47/1948 art. 8, dei contenuti dell’articolo “Grillo contro tutte” apparso su “D”, inserto del settimanale di La Repubblica, in data 13 ottobre 2012, pag. 109.
In Regione Piemonte, il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, ha lanciato il “Progetto Equal”, progetto sulle pari opportunità e diritti civili.
Infatti, tutti i temi elencati nell’articolo sono stati, e vengono tuttora, trattati attraverso il Progetto Equal a livello piemontese, ripresi spesso da altre liste in altre regioni, nonché trattati dal blog nazionale e saranno sicuro oggetto di discussione programmatica e poi legislativa degli eletti nel prossimo Parlamento. Dalla presenza femminile nelle liste elettorali, alla partecipazione delle donne nel mondo del lavoro, ai temi della laicità e LGBT, (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali). E stiamo lavorando per allargarli ancora di più: prostituzione, droghe leggere, ecc.” Davide Bono, M5S Piemonte

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


M5S: senza Salute la Sicilia muore

Autore: Blog di Beppe Grillo

valentinabotta.jpg “Il programma del MoVimento 5 Stelle è un programma di salute. Il nostro territorio muore per mancanza di sanità. Questo territorio muore perché non ci sono punti di assistenza territoriale validi. Il MoVimento 5 Stelle vuole destinare fondi per ripristinare l’attività effettiva dei consultori territoriali. Vuole legare la responsabilità di quanti vengono attualmente nominati dalla politica, ma non lo saranno più e dovranno superare concorsi pubblici, agli obiettivi. Come per un buon padre di famiglia la salute dei figli è l’obiettivo più importante, così deve essere per i responsabili della salute pubblica siciliana.” Valentina Botta, M5S Sicilia

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it


Harlan Italy e la vivisezione

Autore: Blog di Beppe Grillo

harlan.jpgIl sistema della vivisezione ha molte facce e molte angolature da cui guardarlo e affrontarlo. A noi interessa osservarlo dalla parte che riteniamo più importante, dalla parte degli animali, vittime di questa industria della ricerca. Con queste parole cominciavamo a presentare il nostro progetto contro l’allevamento Green Hill nell’aprile 2010. E con queste stesse parole presentiamo oggi un corteo che vuole puntare i riflettori su un’altra fabbrica di animali destinati alla tortura nei laboratori, la Harlan Laboratories e la sua sede di Correzzana (MB). La Harlan, con sede principale a Minneapolis (Usa), è una delle più importanti multinazionali implicate nella vivisezione.
Sabato 20 ottobre saremo a Correzzana per dare voce a quegli animali che voce non hanno, per far sentire le urla che dalle spesse mura dei laboratori non possono essere udite. Saremo in migliaia per far sentire anche la nostra voce, quella di una crescente parte di persone che a guardare in silenzio non ci stanno e che pretendono un cambiamento, adesso! Partecipa al corteo nazionale contro Harlan e la vivisezione. Dai voce agli animali!” Coordinamento “Fermare Green Hill e Freccia 45
Per informazioni e approfondimenti:
Sito: www.fermaregreenhill.net
Mail: info@fermaregreenhill.net
Fb: www.facebook.com

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it