MotoGP 17 gira a 1440p e 60 frame al secondo su PlayStation 4 Pro

In arrivo il 15 giugno su PC, PlayStation 4 e Xbox One, dotato fra le altre cose di una inedita modalità Carriera Manageriale, MotoGP 17 girerà a 1440p e 60 frame al secondo su PlayStation 4 Pro, pur senza effettuare il downsampling nel caso di schermi Full HD.

Caratterizzato da un frame rate sbloccato su tutte le piattaforme (ma con la possibilità di effettuare il lock su PC, volendo), il nuovo episodio della serie Milestone includerà anche un supporto basilare all’HDR, che verrà poi migliorato tramite aggiornamento. Per ulteriori dettagli su MotoGP 17, date un’occhiata al nostro provato.

MotoGP 17 gira a 1440p e 60 frame al secondo su PlayStation 4 Pro

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

FIFA 18, la partnership è passata da Microsoft a Sony?

Presente in versione giocabile a EA Play, l’evento che si terrà a Los Angeles parallelamente all’E3, FIFA 18 includerà la seconda stagione della modalità “Il Viaggio”, ma le sorprese a quanto pare non potrebbero finire qui. Stando a una foto scattata all’interno della Allianz Arena dallo youtuber polacco Oskar “Junajted” Siwiec, sembra infatti che Electronic Arts abbia abbandonato la partnership con Microsoft in favore di Sony.

L’utente del forum NeoGAF che ha riportato lo scatto ha anche evidenziato come lo scorso anno, durante un evento promozionale, ci fossero al contrario loghi di Xbox ovunque. Un eventuale accordo tra FIFA 18 e PlayStation 4 implicherebbe probabilmente gli stessi vantaggi che hanno caratterizzato le ultime edizioni del titolo su Xbox One, ovverosia accesso anticipato al gioco e bundle con la console.

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Crazy Taxi, il grande classico di SEGA, diventa gratis per mobile

Da questo momento la versione mobile di Crazy Taxi, originariamente rilasciata nel 2012, è scaricabile gratuitamente nella variante che visualizza messaggi pubblicitari all’interno. D’altronde, i giocatori che avevano già acquistato il gioco continueranno a poterlo utilizzare senza pubblicità. Il prezzo originale era di 5,49 €.

Crazy Taxi

Per l’occasione è stato introdotto il supporto per controller esterni, in aggiunta ai classici controlli touch. Il tutto per preparare i giocatori all’arrivo di Crazy Taxi Gazillionaire, quello che si presenta come uno spin-off rispetto al classico di SEGA in cui bisogna gestire una flotta di taxi. Si devono assumere gli autisti e metterli nelle migliori condizioni per rendere al meglio (ad esempio assegnarli ai taxi che preferiscono). Meglio va il business e più velocemente cresce la città.

Per scaricare gratuitamente il Crazy Taxi classico recetevi su App Store per iPhone e iPad, e su Google Play per Android.

Autore: GAMEmag – Videogames

Parliamone: Assassin’s Creed Unity simulatore di attentati e gli altri grandi scoop del giornalismo italiano

Chiunque abbia un minimo di conoscenza dei videogame, ma anche solo un paio di occhi funzionanti, sarà rimasto perplesso di fronte al servizio del TG4 in cui si accusa Assassin’s Creed Unity di essere un simulatore di attentati dell’Isis al Louvre. Inagannata forse dall’uso della lama celata e della spada da parte di Arno Dorian, protagonista dell’episodio parigini della saga Ubisoft, la persona che ha realizzato il video non si è probabilmente resa conto che il gioco è ambientato durante la rivoluzione francese, come facilmente intuibile dall’abbigliamento dei personaggi. Assassin's Creed Unity simulatore di attentati e gli altri grandi scoop del giornalismo italiano Ma vabbè, non si può mica pretendere che un giornalista vada anche solo minimamente a documentarsi sul prodotto che sta accusando di essere un simulatore di attentati terroristici, peraltro con una leggerezza incredibile.

Il problema, in questo come in altri casi, è l’ignoranza. Non semplicemente intesa come mancanza di qualsivoglia informazione relativa all’oggetto dello “scoop” di turno, ma anche rispetto all’attuale ruolo del mercato videoludico in Italia, che nel 2016 è valso oltre un miliardo di euro. All’oscuro del valore di questo medium e della sua innegabile popolarità, pensando forse di trovarsi ancora nell’epoca delle console a 16 bit e del passatempo di nicchia, la stampa generalista pensa di poter muovere ai videogame accuse che non si sognerebbe neanche lontanamente di fare all’industria del cinema, per fare l’esempio più attinente. Assassin's Creed Unity simulatore di attentati e gli altri grandi scoop del giornalismo italiano Pensateci: di pellicole violente e controverse ce ne sono a bizzeffe, come del resto è giusto che sia visto che parliamo di opere di fantasia, di storie; ma quand’è stata l’ultima volta che avete sentito un giornalista accusare un film di reclutare jihadisti?

Nell’ambito dei videogame, purtroppo, altri casi eclatanti non mancano. Sono passati più di dieci anni, ma probabilmente nessuno ha dimenticato Il Corriere della Sera che titolava “Seppellisci viva la bambina. In arrivo il videogioco choc” riferendosi al survival horror Rule of Rose, né tantomeno episodi molto più recenti che hanno cercato di stabilire collegamenti diretti fra i videogiochi violenti e il terrorismo, arrivando a parlare di fenomeni di emulazione o addirittura di simulazioni atte all’addestramento… come se impugnare un fucile in Grand Theft Auto V possa in qualche modo fornire indicazioni concrete su come utilizzare un’arma nella vita reale.

Perdura insomma una situazione che vede tutti sconfitti: da un lato la stampa generalista, che dimostra di trattare determinati temi con una leggerezza preoccupante, insinuando per forza di cose il dubbio che tale metodica venga applicata anche ad altri campi; dall’altro l’industria videoludica, che pur avendo adottato una chiara regolamentazione circa la fruizione dei propri contenuti, il PEGI, si trova ancora una volta a doversi difendere da accuse del tutto campate per aria.

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Prime immagini per Far Cry 5

A stretto giro dopo l’annuncio con trailer di presentazione, arrivano anche le prime immagini ufficiali di Far Cry 5, che riportiamo nella galleria qua sotto.

All’interno troviamo alcuni ritratti dei personaggi principali, oltre a scene tratte dal gioco che mostrano ambientazioni e situazioni varie. Anche in questo caso, lo sparatutto in soggettiva di Ubisoft si caratterizza per un’ampia ambientazione aperta in cui il protagonista deve cavarsela contro un nemico numericamente soverchiante, potendo sfruttare vari elementi dello scenario, veicoli e un vasto arsenale personalizzabile.

È stata confermata, peraltro, la possibilità di personalizzare il protagonista attraverso un editor del personaggio, per la prima volta nella serie. Il lancio di Far Cry 5 è previsto per il 27 febbraio 2018.

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it