Darksiders III: il video di gameplay di dicembre 2017

Author: Ultime news PC | Multiplayer.it

Il video dovreste già conoscerlo, dato che è stato un’esclusiva di IGN per qualche giorno. Comunque, ora che è libero da vincoli burocratici, ve lo riproponiamo. Di cosa stiamo parlando? Ma di circa due minuti di gameplay di Darksiders III, pubblicati da THQ Nordic per mostrare lo stato dello sviluppo. Come già riportato, mostrano Furia, la nuova protagonista, alle prese con un livello vulcanico. Il gioco non sembra per niente male. La speranza, ovviamente, è che non faccia rimpiangere i capitoli precedenti.

Prima di lasciarvi vi ricordiamo che Darksiders III è in sviluppo per PC, Xbox One e PlayStation 4.

Presto Counter-Strike: Global Offensive potrebbe ottenere la modalità battle royale

Author: Ultime news PC | Multiplayer.it

Qual è il genere più popolare del momento? Quello dei battle royale, spinto dall’incredibile successo di Playerunknown’s Battlegrounds e da quello, riflesso, di Fortnite. In realtà sono diversi i titoli che hanno provato a dire la loro in materia, tra i quali Grand Theft Auto Online e Ark: Survival Evolved. Insomma, se hai un gioco amato dalle masse è diventato quasi imperativo adeguarlo a PUBG.

Il prossimo, in ordine di tempo, pare che sarà Counter-Strike: Global Offensive di Valve, almeno stando a quanto ricostruito in un video (lo trovate in fondo alla notizia) in cui vengono prese in esame alcune caratteristiche implementate, ma non ancora utilizzate in gioco, che richiamano fortemente il genere di PUBG.

Obsidian contro loot box e micro-transazioni

Author: GAMEmag – Videogames

Obsidian Entertainment, la software house artefice di Pillars of Eternity e Tyranny, ha annunciato che il suo prossimo gioco di ruolo non contemplerà né loot box né micro-transazioni. Con questa uscita vuole intervenire in maniera proattiva nel dibattito innescato dall’opprimente struttura di micro-transazioni di Star Wars Battlefront II.

Obsidian ha nei giorni scorsi lanciato un tease su Twitter che sembra rivelare l’esistenza di un nuovo progetto dopo Pillars of Eternity II: Deadfire. Non è dato sapere altro al momento se non che il nuovo rpg sarà diretto da Tim Cain e Leonard Boyarsky, veterani dello sviluppo di rpg e co-creatori dell’originale Fallout. Il nuovo gioco, inoltre, sarà distribuito dalla nuova etichetta di Take-Two chiamata Private Division dedicata alle produzioni indipendenti.

Pillars of Eternity

Private Division sarà la terza etichetta di distribuzione del gruppo Take-Two dopo 2K e Rockstar Games con uffici a New York City, Seattle e Monaco. Fra i primi progetti troviamo Ancestors: The Humankind Odyssey di Panache Digital Games, lo studio diretto dal creatore di Assassin’s Creed Patrice Désilets; Project Wight di The Outsiders, uno studio fondato dagli ex-sviluppatori di DICE David Goldfarb e Ben Cousins; e uno sparatutto in prima persona non ancora annunciato di V1 Interactive, uno studio fondato dal co-creatore di Halo, Marcus Lehto. C’è poi il progetto di Obsidian, mentre Private Division diventerà il punto di riferimento anche di Kerbal Space Program, che Take-Two ha acquisito nello scorso giugno. Proprio il coinvolgimento di Take-Two, uno dei produttori consolidati dell’industria dei videogiochi, ha generato qualche sospetto nei fan di Obsidian.

“Siamo estremamente entusiasti del nostro prossimo gioco di ruolo e secondo noi lo sarete anche voi”, si legge nel post di Obsidian. “Ci piacerebbe farvi sapere di cosa si tratta ma preferiamo aspettare il momento giusto. Quello di cui vogliamo parlare subito è invece un punto su cui ci sono già arrivate delle richieste: ‘ci saranno delle loot box o delle micro-transazioni’?”

“La risposta è semplicemente: ‘no’. Nessuna micro-transazione, di alcun tipo, sarà presente nel nostro gioco”.

“Volevamo anche commentare la nostra nuova partnership con Private Division. Non solo non ci hanno spinto a includere elementi come le micro-transazioni nel nostro titolo, ma ci hanno anche supportato molto per concretizzare la nostra visione, e potenziare la libertà creativa che abbiamo messo nella realizzazione di tutti i nostri giochi. Sono stati dei partner fantastici e siamo estremamente entusiasti di lavorare con loro: sarà un gioco fantastico che ha bisogno di quante più mani possibile per poter essere portato a termine”.

“Come sempre, grazie mille per il vostro supporto. Sappiamo che non potremmo fare ciò che facciamo senza i nostri fan e vogliamo che sappiate che siete sempre al primo posto per ogni decisione che prendiamo”.

Team Ninja termina il supporto a Dead or Alive 5 per dedicarsi al futuro della serie

Author: Ultime news PC | Multiplayer.it

Come preventivato, il DLC rilasciato alcuni giorni fa è stato l’ultimo per Dead or Alive 5, chiudendo il lungo supporto post-lancio del picchiaduro prodotto da Koei Tecmo. Team Ninja ha pubblicato un videomessaggio per ringraziare i fan e tirare le somme di questa esperienza, guardando al futuro della serie.

“Sono passati cinque anni dal lancio di Dead or Alive 5, e grazie al vostro affetto la serie è cresciuta molto”, ha detto il brand manager Yosuke Hayashi. “Il supporto al gioco è giunto al termine, ma il team di DOA è molto attivo e speriamo continuerete a seguirci.”

“C’è stato un periodo in cui la serie di Dead or Alive è stata messa in pausa, ed è allora che mi sono ripromesso di far diventare DOA il miglior picchiaduro sul mercato, giocato da appassionati di tutto il mondo”, ha dichiarato invece il director Yohei Shimbori. “Cinque anni dopo, state ancora giocando con Dead or Alive 5, i nostri tornei migliorano costantemente, nuovi campioni emergono e la community continua a espandersi.”

“È giunto il tempo di porre fine ai lavori e guardare al futuro, il che significa che potreste non avere nostre notizie per un po’. Tuttavia speriamo di potervi ritrovare in futuro, e che possiate mantenere la passione per Dead or Alive, continuando a combattere”, ha concluso Shimbori.

Vediamo il video-prototipo di quello che sarebbe dovuto essere Jet Set Radio Evolution da parte di Dinosaur Games

Author: Ultime news PC | Multiplayer.it

C’era, a quanto pare, il progetto per un nuovo capitolo di Jet Set Radio (di cui si sono nel frattempo perse le tracce, a parte la sua recente introduzione nel catalogo in retro-compatibilità di Xbox One) da parte di un team esterno, i Dinosaur Games, che hanno diffuso nelle ore scorse alcuni materiali al riguardo.

Si tratta in particolare di una sorta di video-prototipo, che il team ha mostrato a Sega ma che non è approdato poi allo sviluppo vero e proprio, visto che il publisher non si è dimostrato interessato a portarlo avanti. Il gioco si sarebbe dovuto chiamare Jet Set Radio Evolution, e il progetto pare fosse piaciuto particolarmente a Sony dopo averlo visto in movimento nel corso della GDC 2017, cosa che aveva spinto il team a proporlo a Sega, ricevendo però un rifiuto.

Jesse Sosa di Dinosaur Games ha spiegato su Twitter che si sarebbe dovuto trattare di un capitolo completamente nuovo, peraltro caratterizzato da un sistema di combattimento particolare che si sarebbe sposato bene con l’idea di un personaggio in movimento costante. Gli sviluppatori non hanno mai ricevuto spiegazioni sul perché del rifiuto di Sega, in ogni caso, riferisce Sosa, non è tanto interessato al fatto di portarne avanti lo sviluppo o meno, ma vorrebbe semplicemente che qualcuno facesse un nuovo Jet Set Radio. L’ultima versione del gioco è quella mobile, uscita ormai alcuni anni fa.