storia di Star Wars Battlefront II sarà lineare ma verrà vissuta da diverse prospettive

Una delle principali novità di Star Wars: Battlefront II sarà costituita dalla presenza di una campagna single-player, ambientata tra la distruzione delle seconda Morte Nera e la nascita del Primo Ordine. Nell’annuncio ufficiale di alcuni giorni fa DICE ha anche rivelato che gli eventi saranno vissuti nei panni dell’ufficiale Iden Versio, a capo di un’unità speciale d’elite dell’Impero Galattico.

Come d’abitudine per il genere FPS, la trama manterrà una struttura lineare, concentrandosi prevalentemente sulla figura della protagonista, ma a quanto pare non mancheranno alcuni cambi di prospettiva, che serviranno ad immergere i giocatori in entrambi gli schieramenti.

“Senza entrare troppo nei dettagli e finire nei guai… riceviamo suggerimenti su come raccontare una storia nell’universo di Star Wars lavorando con lo story group di Lucasfilm e analizzando i film”, ha spiegato Mark Thompson di DICE durante un’intervista concessa a Eurogamer. “È una storia continua, con un inizio, una parte centrale e un epilogo, e seguirete il viaggio di Iden per trent’anni, dalla fine de Il Ritorno dello Jedi fino alla costruzione della base Starkiller de Il Risveglio della Forza”.

“Non si tratta di una serie di missioni separate che parlano di guerra, come avviene in Battlefield 1; si segue Iden attraverso il suo viaggio di epoca in epoca, cambiando lato e giocando dalla prospettiva di uno degli eroi iconici, perché di nuovo questo fa parte del DNA di Battlefront. In alcuni casi sarete un Trooper, in altri un pilota e talvolta Luke Skywalker con una spada laser”.

Vi ricordiamo che il lancio di Star Wars: Battlefront II è confermato per il 17 novembre su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

La storia di Star Wars Battlefront II sarà lineare ma verrà vissuta da diverse prospettive

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Approfondisci

Mass Effect: Andromeda dovrebbe aver venduto oltre 900.000 copie in Nord America il suo primo mese

Incrociando vari dati, i nostri amici di Red Ring sono riusciti a determinare a quanto ammontano le copie vendute di Mass Effect: Andromeda a marzo sul mercato americano.

Per farcela sono partiti dalle dichiarazioni di NPD, che ha parlato del secondo miglior debutto per la serie, subito sotto a Mass Effect 3, ma sopra a Mass Effect 2. Considerando che il primo vendette 1,3 milioni di copie nel primo mese di vita, mentre il secondo 657.000, il range di Andromeda diventa abbastanza chiaro. Ma come si è arrivati al valore effettivo?

Be’, il solito John Harker su NeoGAF ha parlato di un calo del 30% rispetto a Mass Effect 3. A questo punto il conto è facile a farsi e si ottengono 910.000 copie per Mass Effect: Andromeda. Considerate comunque che di Mass Effect 3 si considera un intero mese, mentre di Andromeda solo due settimane (dal lancio fino a fine marzo), il calo potrebbe essere addirittura inferiore a quanto denunciato.

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Approfondisci

CEO di Gearbox ha accusato Activision di aver rubato la copertina a Brothers in Arms per Call of Duty: WWII

Ieri Activision ha svelato la copertina di Call of Duty: WWII, il nuovo capitolo della serie, annunciando che lo mostrerà il 26 aprile. Sono emerse anche le prime immagini del gioco, trapelate per sbaglio.

Comunque non tutti sono contenti dell’annuncio. In particolare Randy Pitchford, il CEO di Gearbox Software, ha pubblicato su Twitter due post diretti e polemici accusando di fatto Activision di avergli rubato l’idea per la cover, già utilizzata per Brother In Arms: Hells Highway, gioco di Gearbox risalente al 2008.

Non per difendere Activision, perché effettivamente l’idea è quella, ma si tratta di una posa abbastanza classica, che fa ormai parte della retorica dei film di guerra. Certo, i creativi che si occupano di questi aspetti potrebbero impegnarsi un pochino di più per partorire idee un più originali…

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Approfondisci

Secondo Cliff Bleszinski il modello economico dei tripla A non è più sostenibile

Il modello economico dei tripla A ha condotto a delle deviazioni del mercato di cui ancora oggi stiamo pagando il prezzo: solo poche compagnie molto grandi riescono a sopravvivere, mentre tutte le altre vengono schiacciate. Il risultato è che il design di molti giochi ristagna, perché nessuno si assume più i rischi di provare a innovare.

Questo è ciò che pensa Cliff Bleszinski (Unreal, Gears of War, attualmente LawBreakers), che ha parlato dell’argomento durante il suo intervento tenuto alla conferenza Reboot Develop.

“La scena dei tripla A sta iniziando a somigliare a quella dei ristoranti americani che si trovano uguali in tutte le città: non sono male, ma non sono eccezionali, fanno solo ciò che devono.”

Secondo lui i tripla A apparterrebbero tutti a otto categorie che vengono ripetute ancora e ancora, senza innovare mai. Magari sono anche dei grandi giochi (lui ha citato direttamente Uncharted 4 e i Call of Duty), ma costano centinaia di migliaia di dollari da produrre e vendere e sono sempre gli stessi nomi.

Insomma, il modello sarebbe diventato insostenibile, tranne che per colossi come Activision, Electronic Arts, 2K o Sony, giusto per fare i nomi fatti anche da lui. Il suo consiglio per i nuovi sviluppatori è quindi quello di provare la via dei quelli che chiama i doppia A, ossia buone produzioni come Warframe, Rocket League e Rust che però giocano una partita diversa in termini di budget e marketing rispetto ai tripla A.

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Approfondisci

video di Sniper: Ghost Warrior 3 con alcuni consigli indirizzati ai giocatori

CI Games ha pubblicato un nuovo video gameplay di Sniper: Ghost Warrior 3 con alcuni consigli indirizzati sia ai giocatori esperti che ai neofiti della serie.

Come si vede nel video, ci sono milioni di modi ed una varietà di stili differenti per portare a termine i propri obiettivi e completare il gioco. Controlla e modifica il drone, equipaggia un ampio arsenale, interroga i nemici ed esplora tre grandi mappe open-world piene di segreti da svelare e pericolose minacce – ma sei tu quella più pericolosa di tutte.

Sniper: Ghost Warrior 3 racconta una storia di fratellanza, fede e tradimento in una terra bagnata dal sangue di una guerra civile. I giocatori vestono i panni di un cecchino americano, Jonathan North, che si trova nel nord della Georgia, vicino al confine russo. Ha una missione ufficiale ed una personale, trovare suo fratello. Esplora una vasta mappa open-world con clima dinamico ed il ciclo giorno notte che ha un impatto sul gioco e sulle decisioni. Equipaggiamento, armi, accessori, veicoli e droni personalizzabili. Scegli il tuo stile di gioco: Sniper, Ghost o Warrior.

Vi ricordiamo che Sniper: Ghost Warrior 3 uscirà su PC, PlayStation 4 e Xbox One il 25 aprile.

Autore: Ultime news PC | Multiplayer.it

Approfondisci