Duplicatore Dia HD di Reflecta per far rivivere le diapositive

Autore: Gadgetblog.it

La diapositiva appartiene ormai al passato, con il suo carico di poesia e romanticismo. Oggi è stata soppiantata dalla tecnologia digitale, forse più fredda, ma sicuramente più versatile e funzionale. La vecchia immagine fotografica positiva in bianco e nero o a colori su supporto trasparente continua a custodire ricordi del passato, che non trovano la meritata condivisione.

Per impedire che tali momenti finiscano nel dimenticatoio si può fare uso del Duplicatore Dia HD appositamente sviluppato dallo specialista della scansione Reflecta, che propone una soluzione facile, rapida e in grado di garantire un’eccellente qualità dell’immagine nel passaggio dal vecchio supporto a quelli nuovi ed efficienti forniti dalla modernità.

Il dispositivo consente infatti di digitalizzare in pochi istanti ogni singola diapositiva, semplicemente collegandolo ad una fotocamera digitale e scattando una foto alla risoluzione desiderata, salvata in alta definizione direttamente sulla scheda di memoria. Così le memorie del passato tornano a vivere nella dimensione dell’attualità, con tutte le opzioni di uso e diffusione oggi consentite dagli avanzamenti tecnologici.

I diversi anelli adattatori inclusi nella confezione (diametri: 37, 52, 55, 58 e 62 mm) permettono una facile applicazione dell’apparecchio sull’obiettivo della propria fotocamera, in una tela funzionale di facile fruizione anche per i meno esperti, che possono giovarsi delle sue potenzialità, espresse su un ampio ventaglio di prodotti: reflex digitali, fotocamere reflex analogiche e persino videocamere.

Caratteristiche tecniche Duplicatore Dia HD

– Compatibile con:
Fotocamere reflex digitali
Fotocamere reflex analogiche
Videocamere
– Con lente acromatica di alta qualità
– Compatibile con obiettivi di diametro 37, 52, 55, 58, 62 mm.
– Duplicazione delle diapositive in qualità HD

Via | Fowa.it

 

Due società di Trento portano una “ventata” d’innovazione a SMAU 2012

Autore: Gadgetblog.it

Logo di SMAU 2012

L’hardware non è stato fra i protagonisti di SMAU 2012, se escludiamo il comparto prettamente business — dai registratori di cassa alle stampanti industriali: ieri ho cercato di dare un significato alle Smart City, mercoledì ho parlato di alcuni tablet e oggi stesso su Mobileblog.it ho affrontato il tema delle startup. In questa sede, a conclusione del breve resoconto dalla fiera, ho scelto d’illustrare i prodotti di due aziende trentine. La prima è una startup a tutti gli effetti, mentre la seconda ha già una base consolidata.

Practix e Praim, le due società che descriverò qui di seguito, in comune hanno poco o nulla oltre alla città di provenienza e le prime tre lettere del nome. Le ho scelte – fra le numerose aziende presenti alla fiera – perché propongono due esempi di soluzioni destinate al business che possono interessare ai consumatori. Nella diversità, entrambe possono essere utili all’istruzione pubblica o privata ed erogare delle risorse educative d’eccezione. Il fatto che siano di Trento è puramente casuale: non esponevano allo stesso stand.

Practix è una startup derivata dalla Fondazione Bruno Kessler (FBK) della Provincia Autonoma di Trento che s’occupa di sviluppare software per tavoli interattivi. In pratica, la società genera delle interfacce multi-utente per l’apprendimento: i device dai quali utilizzarle sono simili al Surface 1.0 di Microsoft — ovvero, una specie di tablet da 30” o più. L’applicazione principale di Practix è ttoole, un ambiente didattico che permette a un massimo di 40 mani d’interfacciarsi con la superficie dei tavoli che sono disponibili.

SMAU 2012SMAU 2012SMAU 2012

Musei, istituti scolastici e università possono affittare o acquistare i tavoli virtuali sui quali installare un software concepito ad hoc. Ad esempio, alla fiera sono stati mostrati un’applicazione per rintracciare le relazioni fra i personaggi de I Promessi Sposi del Manzoni, un’interfaccia dedicata all’anatomia del corpo umano e una mappa geografica interattiva. Practix garantisce il supporto di tutti i dispositivi del settore, sincronizzando ttoole e registrando le attività svolte sulle diverse superfici in cloud computing.

Praim opera in tutt’altro settore: è una società italiana che esporta all’estero delle soluzioni di thin– o zeroclient e, cioè, delle macchine minimali in grado d’eseguire un sistema operativo virtualizzato. Venduti all’ingrosso e proposti alle imprese, i prodotti di Praim sono grossomodo quelli che negli anni ’80 e fino a poco tempo fa avremmo chiamato semplicemente «terminali». L’evoluzione tecnologica ha reso facoltativo l’impiego di mainframe, però il concetto è lo stesso — e la riduzione dei costi li rende più accessibili.

La gamma delle soluzioni di Praim non costituisce una novità in termini di tecnologia, ma la loro diffusione – insieme a quella degli smartphone e dei tablet – comporta un’ulteriore “democratizzazione” per la cultura digitale. Pensate, ad esempio, a quanto risparmierebbero le scuole, in termini di spesa e tempi di configurazione, impiegando dei device del genere in un laboratorio: è possibile che alcune eccellenze scolastiche li prevedano, però ancora non è la norma. Praim è un’azienda italiana che può vantare crediti all’estero.

SMAU 2012

SMAU 2012SMAU 2012SMAU 2012

 

L’iPhone diventa un telecomando a infrarossi con i mini-veicoli della linea Rollei SP

Autore: Gadgetblog.it

L’iPhone esprime una grande versatilità operativa e si presta a varie missioni. Qualcuno lo utilizza per governare a distanza alcuni sistemi tecnologici presenti sugli yacht di lusso, altri si limitano a usarlo come un normale telefonino, accontentandosi di avere in tasca un gioiello dal grande potenziale e di sicura immagine.

In mezzo ci sono tutta una serie di impieghi intermedi, più o meno interessanti, ma comunque capaci di soddisfare particolari esigenze, anche se strane. Un’applicazione disponibile sull’Apple Store permette di trasformarlo nella cloche di un elicottero o nel volante di un potente Monster Truck della linea Rollei SP, composta da mini-veicoli studiati appositamente per essere telecomandati con il Melafonino di casa Apple o con l’iPad, ma anche attraverso smartphone e tablet dotati del sistema operativo Android.

Così chiunque potrà “mettersi alla guida” del proprio “giocattolo” preferito, percorrendo strade sterrate all’insegna dell’avventura con il 4×4 SP Auto, esplorando i cieli con l’innovativo SP Copter oppure scattando immagini e registrando filmati con la fotocamera integrata di SP Ghost Auto.

Distribuiti in Italia da Mafer, gli esclusivi gadget sviluppati dalla tedesca Rollei trasformano l’iPhone in un radio-comando da 2,4 GHz, che consente di gestire i modellini ad una distanza di 25-30 metri. E’ inoltre possibile selezionare due differenti modalità di controllo: attraverso la prima, denominata Touch Mode, i comandi compaiono sul display dell’iPhone, con Motion Mode è invece il Melafonino stesso a trasformarsi in un volante o in una cloche. I tre veicoli sono caratterizzati da un apposito sistema che individua gli ostacoli a 360° e sono dotati di batteria al litio per un utilizzo continuativo di circa 10-15 minuti.

Prezzi al pubblico

Rollei SP Auto (nero/blu) – 59,00 €
Rollei SP Copter (nero/bianco) – 74,00 €
Rollei SP Ghost Auto – 164,00 €

Via | Maferfoto.it

 

Floral Kiss l’ultrabook di casa Fujitsu tutto al femminile

Autore: Gadgetblog.it

Chi ha detto che la tecnologia è solamente roba per maschietti? Fujitsu corre incontro alle esigenze del pubblico in gonnella e decide di creare un ultrabook proprio dedicato al popolo femminile, impreziosendolo di tonalità particolari e applicazioni ad hoc.

Floral Kiss è il nome del prodotto di casa Fujitsu, costruito proprio seguendo i suggerimenti delle proprie dipendenti, con l’obiettivo di calamitare il pubblico femminile grazie a un prodotto appositamente pensato per loro.

Le interessate potranno infatti acquistare un pc portatile dalle tonalità che vanno dal feminine pink” al”luxury brown”, dispositivi caratterizzati dal sistema operativo Windows 8.

La linea Floral Kiss vanta comunque di caratteristiche hardware di tutto rispetto, come ad esempio il Core i5 e un hard disk da 500 GB, senza contare i software precaricati.

Tra le applicazioni possiamo trovare un album digitale per la raccolta di siti Internet preferiti, un diario e un oroscopo quotidiano. Questo seducente bundle arriverà nei negozi il 2 novembre, mentre verrà commercializzata una sorta di versione premium Designer poche settimane più tardi. Per quanto riguarda il prezzo esatto sappiamo ancora molto poco, che verrà comunque determinato da parte dei rivenditori in Giappone e dall’abilità dei propri mariti e fidanzati nel mercanteggiare.