Skip to main content

Salvatore Borsellino sta meditando di scaricare Ingroia

Autore: nocensura.com

Già nei giorni scorsi Salvatore Borsellino aveva espresso perplessità circa la gestione delle liste del partito di Ingroia: (Salvatore Borsellino: "i partiti stanno lottizzando il partito di Ingroia") e oggi in un'intervista a palermo.blogsicilia.it rincara la dose e dichiara di attendere i nomi sulle liste prima di confermare il proprio appoggio al soggetto politico del magistrato, lottizzato dai "dinosauri" della vecchia sinistra radicale prodiana (Comunisti italiani, IDV, Verdi). Se consideriamo che Salvatore Borsellino è legatissimo dal punto di vista a personale Ingroia, poiché gli riconosce di essersi impegnato per luce sulla strage di Via D'Amelio, questo deve farci riflettere. Complimenti a Salvatore Borsellino – che ha rifiutato di essere candidato per rispetto del cognome che porta, "un cognome a cui sono legati tutti gli italiani" – per la sua onestà intellettuale, in una politica sempre più decisa da accordi e intrallazzi personali. Borsellino aveva caldeggiato la candidatura della dr.ssa Lidia Undiemi, nota specialmente sul web per la battaglia che ha condotto contro il MES, il trattato capestro che i mass media hanno spacciato ai cittadini quale "fondo salvastati", ma anche per aver sostenuto attivamente, insieme a Salvatore Borsellino, le campagne in sostegno della magistratura antimafia, ovvero in favore dello stesso Ingroia. 

Scherzo del destino, o meglio i soliti giochetti dei politici, nel collegio siciliano dove Borsellino e altri hanno proposto la dr.ssa Undiemi, potrebbe essere eletto un parlamentare uscente dell'IDV, che secondo Ingroia "è stato l'unico partito ad esserso opposto al governo Monti" mentre invece ricordiamo bene come si siano ASTENUTI circa l'approvazione di MES e Fiscal Compact, ovvero le principali armi con la quale gli eurocrati imporranno la più tremenda austerità ai cittadini europei. Ingroia dall'inizio della campagna elettorale ha più volte criticato il fiscal compact, mentre circa la sovranità monetaria non ha proferito parola: DUBITIAMO SERIAMENTE CHE QUESTA COMPAGINE POLITICA, CHE A PAROLE E SUL SIMBOLO RICHIAMA AL "CIVISMO" MA CHE è LOTTIZZATA DAI VECCHI POLITICI CHE SPALLEGGIARONO ROMANO PRODI INTENDA DARE BATTAGLIA AGLI EUROCRATI: IL RINNOVAMENTO TANTO PROMESSO E SBANDIERATO è STATO SOLO UNO SLOGAN, E IL FATTO CHE INGROIA NON PROFERISCA PAROLA SULLA SOVRANITA' MONETARIA NE è ULTERIORE CONFERMA…


Staff nocensura.com


Salvatore Borsellino
Stanotte, al massimo domani. Le liste del movimento Rivoluzione civile di Antonio Ingroia dovranno essere pronte entro poche ore per presentarle con le firme a corredo come prevede la legge. c’è poco tempo dunque per definire candidati e posizionamenti nella lista del sostituto procuratore aggiunto che ha deciso di candidarsi premier per una coalizione allargata a Idv, Comunisti Italiani, Rifondazione e tutta l’area della sinistra extraparlamentare, esclusa Sel.
A poche ore da questa definizione, e incassando la disponibilità a candidarsi del giornalista di Servizio Pubblico, Sandro Ruotolo, Ingroia ha dato corso anche ad una richiesta che un altro “padre nobile” del movimento antimafia siciliano aveva reiterato più volte. In un tweed ha smentito cioè che fra i candidati della sua Rivoluzione civile ci sia anche Salvatore Borsellino, animatore e fondatore del movimento delle Agende rosse.

LEGGI TUTTO»»

ZTE working on Firefox OS smartphone

Autore: Welcome to Fudzilla

ZTE logo firefox 

Bringing it to Europe this year


ZTE and Mozillla are working hard to bring the first Firefox OS based smartphone to South America and eventually Europe.

Unfortunately, there are not many precise details regarding the actual specs of the smartphone but it is currently known that the company is currently in talks with an unknown European carrier. According to Cheng Lixin, CEO of ZTE USA, the company might unveil the same smartphone is the US sa well, depending on the demand and interest. It is still early to talk about specs but we are pretty sure that more info will surface by the end of February once Mobile World Congress 2013 kicks off in Barcelona. 

Firefox OS will first appear on entry-level smartphones and it will try to rock the Android boat. If ZTE manages to get at least a tiny spark of interest, we are quite sure that most, if not all, manufacturers would follow, although we doubt that it might actually hurt Google’s market dominance.

More here. (via Bloomberg.com)

Beppe Grillo, signoraggio bancario e nuovo ordine mondiale

Tutto ciò che oggi sappiamo sul signoraggio bancario deriva da questa trasposizione semplificata di Beppe Grillo rispetto a ciò che ha imparato dal Prof. Giacinto Auriti. In questo video è riassunto quello che oggi chiamiamo “Signoraggio Bancario”, termine che spesso viene utilizzato a sproposito, oltre a proporre un accenno di quello che oggi chiamiamo “Nuovo ordine mondiale”. Possiamo scrivere tutto ciò che vogliamo al riguardo, ma il concetto economico del nuovo ordine mondiale è spiegato in maniera semplice e accessibile a tutti in questo video, prodotto in un periodo economicamente definibile “di vacche grasse”, in cui tutti noi non potevamo nemmeno lontanamente immaginare cosa sarebbe successo. Grillo nel video dice “potrebbe succedere domani in Italia” e lo ripete più volte… ed eccoci qui… Beppe Grillo sta a Giacinto Auriti come Luciano De Crescenzo sta ad Aristotele. pensareliberi.com

Guarda il video >

Burocrazia vs democrazia

Autore: Blog di Beppe Grillo

Escher_stercorari.jpg

“Stercorari” di Escher

In Italia abbiamo un decifit di democrazia e un eccesso di burocrazia. Non a caso. Più prolifera la burocrazia, più diminuisce la democrazia. Nelle dittature, infatti, la burocrazia è usata per giustificare ogni nefandezza dello Stato. All’aumentare della burocrazia, come chiunque sa dopo aver affrontato quest’Idra dalle mille teste, diminuiscono i diritti dei cittadini. La burocrazia si nutre di sé stessa, è bulimica, si autoriproduce, ama la complessità dietro alla quale si rifugia e si giustifica. E’ al servizio del Sistema, ma talvolta gli sfugge e diventa più forte di qualunque potere.
Burocrazia: Organizzazione statale nella quale lo svolgimento dell’attività amministrativa, è affidato a enti che agiscono nel rispetto dei regolamenti (dizionario lingua italiana Hoepli)”. Un ministro non può spostare neppure una pianta di ficus nel suo ufficio senza l’assenso della burocrazia, del regolamento. Si può mettere in discussione un partito e perfino un’Istituzione dello Stato, ma non la burocrazia. Con la sua immensa pletora di codici, codicilli, procedure, paragrafi, commi, eccezioni, metodi e via impazzendo, è invulnerabile. La burocrazia è, nei fatti, immune all’errore, se colta in flagrante nega, rimanda, si appella, gioca sul tempo e sulle sue immense risorse. Il comune cittadino deve dedicare metà della sua vita per avere una possibilità di vincere un ricorso. Meglio quindi espatriare o venire a patti.
Semplificazione, efficienza, informatizzazione, tempi di risposta certi sono i nemici della burocrazia, gli antidoti, che però in Italia la burocrazia ha sconfitto da tempo. Anzi, come beffa, li usa a suo uso e consumo nei seminari in cui il Grande Funzionario di turno spiega i successi ottenuti nella modernizzazione dello Stato. Seminari in cui sono immancabilmente presenti ministri dello Sviluppo e della Semplificazione insieme alle aziende fornitrici di nome interessate agli appalti, ma non ai risultati. La burocrazia è lo scudo spaziale italiano contro la partecipazione del cittadino alla vita pubblica. Meno capisce, meno è in grado di far valere i suoi diritti e più diventa suddito. Novello Renzo Tramaglino di fronte ad Azzeccagarbugli. L’eccesso di burocrazia deprime lo sviluppo, fa fuggire le aziende all’estero, assorbe una quantità enorme del nostro tempo, rende la giustizia meno uguale per tutti. Per i potenti c’è però sempre una scorciatoia, un’interpretazione, un condono, una distrazione. Il costo della burocrazia italiana è immenso, le società straniere evitano gli investimenti in Italia come la peste per la burocrazia. Per partecipare alle elezioni politiche il M5S sta combattendo da mesi contro la burocrazia, molto di più che con partiti, mafie, informazione e lobby varie. La burocrazia è come un sudario di cemento, avvolge il Paese con procedure interpretate da funzionari invisibili che non devono mai rispondere a nessuno del loro operato.
Che gente era quella? Di che cosa parlavano? Da quale autorità dipendevano? Eppure K. viveva in uno stato di diritto, dappertutto regnava la pace, tutte le leggi erano in vigore, chi osava aggredirlo in casa sua? Era sempre propenso a prendere ogni cosa con disinvoltura, a credere al peggio solo quando il peggio era arrivato, a non farsi preoccupazioni per il futuro, neanche quando si presentava minaccioso. Ma ora questo non gli sembrava giusto, si poteva considerare il tutto uno scherzo, uno scherzo pesante…“. Franz Kafka, Il Processo.

Ps: Lo Tsunami tour di domani, lunedì 14 gennaio, è sospeso in attesa delle decisioni del Viminale.

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Compaiono alcune immagini del presunto Half Life 2: Return to Ravenholm

Autore: Ultimi articoli e news per PC Windows | Multiplayer.it

Compaiono alcune immagini del presunto Half Life 2: Return to Ravenholm
Un episodio horror mai uscito

Secondo il sito ValveTime, le immagini riportate nella pagina di cui riportiamo il link in fondo alla news si riferirebbero ad un presunto episodio cancellato di Half-Life 2, ovvero l’Episode 4.
Si tratterebbe di un capitolo chiamato Return to Ravenholm che sarebbe stato affidato da Valve ad Arkane Studios tra il 2006 e il 2007 ma poi successivamente cancellato. Secondo quanto riportato, la cancellazione sarebbe avvenuta una volta presa coscienza dell’effettivo abuso del tema horror su cui l’episodio si doveva giocare, nonostante alcune “cose interessanti” fossero già state inserite. Dunque, al link qua sotto potete vedere quelle che vengono riportare come immagini dell’Episode 4 cancellato.
Link: Valve Time