Apple releases iOS 6.1

Autore: Welcome to Fudzilla

Brings LTE to new markets and movie tickets in US


Apple has released the latest iOS update. It is called iOS 6.1, so no surprise there, and the 86.7MB download implies that it’s not a major update.

The list of changes includes better support for LTE in some previously unsupported countries and markets, purchase of mobile tickets through Fandango with Siri is available for USA users and iTunes match subscribers can now download individual songs from iCloud. A new advertising identifier button has been added as well. Overall not too shabby, at all but we are sure that it can fix some of the annoying bugs that Apple failed to mention.

Apple didn’t forget to mention that users have uploaded nine billion photos to Photo Stream and sent over 450 billion iMesages (great way to kill carrier SMS revenues ed.) and users have received four trillion notifications. That sounds like a lot, almost as much as the plunge in Apple stocks, as that crashed from $ 705.07 to $ 449.83 in a matter of months.

Apple doesn’t fail to mention that it has 800.000 apps in the App Store for iPhone and more than 300.000 apps native to iPad. This is something that really makes a difference as Android doesn’t come even close with the number of applications for its tablets.  

If you own an iPhone, iPad, iPod touch and you really like to upgrade your operating system, just hit the settings and go for it, as the update is already available. That’s also something most Android users are missing out on, as practically one in two Android devices is still stuck at Gingerbread.

Cities in Motion 2 – Trailer di debutto

Autore: Ultimi articoli e news per PC Windows | Multiplayer.it

Cities in Motion 2 - Trailer di debutto
Alcune delle nuove feature affiancate dalle prime immagini del titolo

A sorpresa Paradox ha rilasciato il primo trailer di Cities in Motion 2, il sequel del gestionale targato Collateral Order che segue fedelmente le orme del primo capitolo aggiungendo nuovi mezzi di trasporto, modalità multigiocatore e feature avanzate come ciclo giorno/notte e città dinamiche. Il titolo è previsto per il secondo trimestre del 2013.

Cities in Motion 2 – Trailer di debutto

$ (document).ready(function() {
$ (“#player-19792-content”).click(function() {
jwplayer(“player-19792-content”).setup({
flashplayer: “/site_media/swf/player5.10.2295.swf”,
file: “http://media.multiplayer.it/files/2013/01/28/Cities_in_Motion_2_Cities_Trailer.lo.mp4”,
image: “http://media.multiplayer.it/thumbs/images/2013/01/28/Cities_in_Motion_2_Cities_Trailer.hi.mp4_jpg_640x360_upscale_q85.jpg”,
width: 640,
height: 360,
autostart: true,
controlbar: “over”,
skin: “/site_media/swf/mit.zip”,
stretching: “exactfit”,
type: “http”,
plugins: {
“gapro-2”: {}

, hd: {
file: ‘http://media.multiplayer.it/files/2013/01/28/Cities_in_Motion_2_Cities_Trailer.hi.mp4’
}

}

});
$ (this).unbind(“click”);
});
});

Monte dei Paschi, Pdl all’attacco. Alfano: “Commissione d’inchiesta”


Autore: Il Fatto Quotidiano

Una commissione d’inchiesta sulla vicenda Monte dei Paschi di Siena. La chiede il segretario del Popolo delle Libertà, Angelino Alfano. “Noi siamo pronti a fare una commissione d’inchiesta – ha dichiarato a Omnibus, su La7 – Non per firmare un progetto altrui, ma se lo riterremo la faremo, perché ci sono gli estremi di una tale gravità da immaginare una scelta di questo genere. Andrebbe però anche rivisitata la legge sulle fondazioni di origine bancaria, non perché sia sbagliata, ma affinché l’autonomia degli istituti di credito dai partiti politici sia sempre più vera e più efficace”.

In queste ore dunque, prima dell’intervento del ministro dell’Economia Vittorio Grilli che è atteso alla Camera per riferire in commissione, il centrodestra parte all’attacco. Giusto ieri, a Otto e mezzo, lo stesso Alfano aveva spiegato le reazioni del Pd alle parole di Berlusconi su Mussolini come un modo per coprire la questione spinosa della banca senese. “Era all’angolo per la vicenda Monte dei Paschi e ha ribattuto sulle frasi su Mussolini”. Ma sullo stesso argomento era intervenuto anche l’ex ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta: “E’ un affare tra cattiva finanza e cattiva politica. Questo scandalo è di dimensioni tali che Tangentopoli sembra una mancia al garagista. Stiamo parlando di 2-3 miliardi di euro spariti. La responsabilità politica c’è: Bersani spieghi politicamente le responsabilità nazionali e locali su tale vicenda”.

Sviluppatori di Darksiders confluiscono in Crytek

Autore: Hardware Upgrade RSS

Nel momento dell’acquisizione degli asset di THQ, subito dopo il fallimento del produttore americano, non ci sono state offerte per Vigil Games, la software house della premiata serie Darksiders. Le cose sono destinate a cambiare, visto che Crytek ha annunciato l’apertura del suo primo studio negli Usa, con sede ad Austin, e che questo studio sarà formato da ex-dipendenti di Vigil.

Darksiders

Si tratta del nono studio di Crytek, il quale sarà formato, appunto, da 35 impiegati che fino a oggi hanno lavorato per THQ e per Vigil Games. David Adams, fondatore della software house dei Darksiders, assume il ruolo di CEO di Crytek USA Corp.

“Crytek ha sempre avuto un rapporto speciale con i giocatori e i partner commerciali in Nord America, e questo ha consentito di avere una presenza permanente negli Stati Uniti”, sono le parole di Cevat Yerli, CEO di Crytek. “Siamo estremamente entusiasti del lavoro che abbiamo pianificato in senso strategico per la nostra nuova sede di Austin, formata da David Adams e da altri 35 sviluppatori. Crediamo che la tecnologia CryEngine possa consentire al gruppo di creare nuove esperienze di gioco senza precedenti”.

“Sono entusiasta di far parte del nuovo gruppo di Crytek, che vanta alcuni dei talenti più brillanti del mondo dello sviluppo”, aggiunge Adams. “Il lancio dello studio rappresenta l’impegno di Crytek a fornire contenuti di qualità diversificata a qualsiasi giocatore del mondo”.

Crytek Austin segue a ruota Crytek Istanbul, aperta nei giorni scorsi. L’ambizioso sviluppatore del CryEngine ha adesso sedi in Asia, Nord America ed Europa. Si tratta, inoltre, del secondo importante asset di THQ prelevato da Crytek, che nei giorni scorsi si era impossessata anche del brand Homefront.

Quanto a Vigil Games, si tratta di una software house fondata nel 2005 da Joe Madureira e dal già citato Adams, con sede proprio ad Austin. Inizialmente, buona parte dei dipendenti proveniva da NCsoft. Gli unici due giochi sviluppati da Vigil sono i due Darksiders.

Rabito Stud, cover borchiate per iPhone 5

Autore: Gadgetblog.it

Avevamo già parlato delle cover Rabito per l’iPhone 5. Ora il campionario si arricchisce di nuove proposte, non così colorate come le precedenti, ma ancora più originali, perché borchiate come alcune borse firmate da grandi autori. Così il celebre vestito a coniglietto destinato al “melafonino” guadagna una nuova immagine, ricca di personalità, per affrontare la sfida di un mercato ricco di proposte.

Come riferito in altre occasioni, i volumi produttivi dell’apparecchio della Apple costituiscono una buona base per dei business collaterali, che le industrie produttrici di accessori cercano di cavalcare nel migliore dei modi. Ciò che fa la differenza è spesso la capacità di ritagliarsi una nicchia, con offerte particolari e diverse dalle altre, che sappiano entrare nel cuore dei potenziali acquirenti.

L’interesse non manca, perché molti utenti cercano la distinzione attingendo dal catalogo di oggetti che ogni giorno si affacciano sulla piazza per suscitare il loro interesse. Le nuove cover Stud di Rabito puntano ad intercettare una quota di questi potenziali acquirenti, con le note delle loro seduzioni, frutto di uno stile forte e audace.

Plasmate in edizione speciale per l’Italia, sono offerte in un discreto assortimento cromatico, che passa dal bianco al nero, passando per il rosa, il fucsia, il gold e il silver. Sembra chiaro che queste proposte della casa coreana si orientino al pubblico femminile, con una linea giovanile e frizzante, adatta agli impegni meno formali della vita quotidiana. Al di là dei gusti e dei giudizi, una cosa dovrebbe mettere tutti d’accordo: impossibile confonderle con le altre cover che si vedono nei cataloghi. Le vendite partono oggi.

Via | Maiworld.com