La rivoluzione è iniziata: dopo Goldman Sachs, anche gli USA sono per il M5S!

Autore: nocensura.com

Di Daniele Di Luciano per losai.eu

Cari grillini, siate onesti con voi stessi, se un partito rivoluzionario, nuovo, onesto e altrnativo diventasse il primo partito in Italia, l’ambasciatore degli Stati Uniti sarebbe felice?

Prima Goldman Sachs si mostra contenta per il risultato del Movimento 5 Stelle (grillini, Goldman Sachs è la banca più potente del mondo, avete presente?) ed ora anche David Thorne, ambasciatore degli USA [tratto dal forum di Comedonchisciotte]:

Ambasciatore Usa ai giovani, agite come M5S
David Thorne sprona gli studenti del liceo Visconti a Roma
13 marzo, 13:36

L’ambasciatore degli Stati Uniti, David Thorne
Ambasciatore Usa ai giovani, agite come M5S

ROMA – “Voi giovani siete il futuro dell’Italia. Voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento”. Lo ha detto stamattina l’ambasciatore Usa a Roma David Thorne parlando agli studenti del Liceo Visconti di Roma
“Tocca a voi ora agire per vostro Paese – ha detto Thorne rivolgendosi in italiano agli studenti del Visconti per la giornata dell’orientamento professionale -, un Paese importantissimo nel mondo. So che ci sono problemi e sfide in questo momento, problemi con la meritocrazia, ma voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento. Spero che molti di voi – ha concluso l’ambasciatore americano – daranno un contributo positivo in questo senso per il vostro Paese”.
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2013/03/13/Ambasciatore-Usa-giovani-agite-come-M5S_8390601.html

Già immagino la spiegazione dei grillini: i potenti e i criminali del mondo parlano bene del M5S perché così voi scrivete articoli contro il movimento e Grillo perde consensi.

…E per fortuna i “complottisti” saremmo noi.

Fonte: Losai.eu

La rivoluzione è iniziata: dopo Goldman Sachs, anche gli USA sono per il M5S! ultima modifica: 2013-03-15T09:58:01+00:00 da admin

One thought to “La rivoluzione è iniziata: dopo Goldman Sachs, anche gli USA sono per il M5S!”

  1. Questa domanda mi è venuta in mente osservando cosa sta succedendo durante il trasloco di mia zia.

    Mia zia deve traslocare in un nuovo appartamento e quindi questo è un momento di fermento dove sono sempre tutti a casa sua, dove si organizzano cene dopo un giornata passata a fare scatoloni dove mia zia, solitamente apatica e triste, ogni mattina si alza con la consapevolezza di avere un compito, di dover sistemare qualcosa, di dover andare a parlare con qualcuno per il trasloco, i mobili, gli attacchi della luce. E questo l’ha resa una persona diversa. Infatti tutti quelli che stanno avendo a che fare con questa cosa sono diversi: più dinamici, più contenti, più appaggati dal lavoro.

    Allora mi sono reso conto che una volta traslocato tutto tornerà alla normalità, il lavoro sarà la solita routine di fare qualcosa meccanicamente tutto il giorno senza capire bene il perché lo si fa, le persone si incontreranno solo la domenica e così via.

    Eppure sono sicuro che non è il lavoro inteso come compimento di qualcosa a stancare, ma è la mancanza di appaggamento e di aggregazione che invece renderebbe il lavoro un’avventura. Adesso mi viene da pensare che quando vivevamo in piccoli villaggi, senza la società lavorare (costruire case, cacciare, raccogliere frutta, piantare verdura) doveva essere ogni giorno un’esperienza eccitante di un’unione, con ogni membro del villaggio dal più giovane al più anziano che contribuivano a modo loro e poi la sera una grande festa attorno al fuoco per rendere omaggio a tutto quello che si è fatto.

    Quindi mi sembra che se tutti noi potessimo vivere la vita con il senso di portare qualcosa a compimento ogni giorno, di avere un progetto che richiede la nostra partecipazione, interagire con molte persone, valutare delle cose e quindi andare a dormire con la voglia di continuare verso quel traguardo il giorno dopo, ecco penso che vivremmo tutti meglio e ci sentiremmo meno stressati e soli.

    È veramente bello vedere come qualcosa che è a tutti gli effetti LAVORO possa unire le persone, unire i familiari, creare momenti insieme, farci sentire fieri del nostro operato, generare opportunità di vista e coesione.

    Io sono arrivato alla conclusione che ogni essere umano ha bisogno di questo per vivere veramente bene, che ogni giorno della nostra vita tra i nostri simili potrebbe essere ricca di scoperte e rapporti se avessimo sempre un progetto che occupa le nostre menti e stimola la nostra voglia di fare e stare con gli altri?

    Che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine