Milano, teatrino di Liberi e Uguali: provocano CasaPound, poi si inventano l’aggressione

Milano, 24 feb – Scene di ordinaria schizofrenia questa mattina al mercato di Pioltello, in provincia di Milano, dove fra i vari banchetti elettorali erano presenti anche quelli di CasaPound Italia e Liberi e Uguali, entrambi impegnati nella campagna verso il voto del prossimo 4 marzo.

La mattinata sembrava scorrere tranquilla fino a quando un esponente del partito di Grasso si è presentato davanti alla postazione di Cpi. Ne è nata una breve (e, riferiscono i presenti, assolutamente tranquilla) discussione al termine però della quale, mentre un militante di CasaPound stava estraendo il cellulare, il giovane di Liberi e Uguali ha tentato di sottrarglielo, ricevendo per tutta risposta un gesto della mano da parte del primo per allontanarlo.

Il militante di LeU è così corso immediatamente dai Carabinieri ai quali, con la manforte della senatrice ex Pd (e candidata con Liberi e Uguali) Lorenza Ricchiuti, ha raccontato di aver ricevuto un pugno nello stomaco. Senza sentire alcuna altra versione se non quella del presunto “aggredito” (!), spalleggiato dalla senatrice – peraltro presente al banchetto del suo partito ma non al momento del “battibecco” – i Carabinieri hanno così prelevato il militante della tartaruga frecciata, per portarlo in caserma, identificarlo e raccogliere la sua ricostruzione dell’accaduto. Una prassi non comune, tanto più che, a parte la testimonianza della presunta “vittima”, non risultavano altre evidenze dell’accaduto.

La sezione milanese di CasaPound, in una nota, contrattacca: “Abbiamo denunciato un militante di Leu per tentata rapina e per calunnia, dopo che prima ha cercato di strappare il cellulare dalle mani di un nostro giovane dirigente e poi lo ha denunciato ai carabinieri dicendo di essere stato malmenato”. Denuncia cui potrebbe seguire anche quella verso la candidata di Liberi e Uguali: “Se, come sembra allo stato attuale, dovesse emergere che la versione di questo prode è stata confermata davanti ai carabinieri anche dalla senatrice Lucrezia Ricchiuti, denunceremo per calunnia anche lei. Non c’è ruolo istituzionale che possa far passare impunito l’uso sistematico della menzogna per fomentare l’odio e criminalizzare l’avversario”.

Commenti

commenti

Author: Il Primato Nazionale

Milano, teatrino di Liberi e Uguali: provocano CasaPound, poi si inventano l’aggressione ultima modifica: 2018-02-24T17:00:02+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.