OnePlus 6T: il sensore per le impronte sarà di tipo ottico

Author: Alessio Fasano Agemobile

Continuano ad emergere nuove informazioni in merito a OnePlus 6T, lo smartphone che andrà a rimpiazzare OnePlus 6 praticamente già dal mese prossimo. L’evento è fissato per il 30 ottobre mentre l’inizio delle vendite sembra essere fissato per il 6 novembre anche se ci potrebbero essere delle piccole differenze su quest’ultima data in quanto la commercializzazione non inizierà nello stesso momento in tutte le parti del mondo.

In ogni caso tra una ventina di giorni verrà finalmente svelato il nuovo OnePlus 6T, uno smartphone che porterà alcune innovazioni epocali in casa OnePlus perché per la prima volta verrà abbandonato il sensore per le impronte digitali fisico. Ebbene si, non avremo più un sensore fingerprint sul retro del dispositivo come su OnePlus 5T e OnePlus 6, ma avremo un sensore integrato sotto al display.

Nelle ultime ore OnePlus ha chiarito che questo sensore sarà di tipo ottico. Il dubbio nasce dal fatto che ci sarebbe stata anche un’altra opzione a disposizione: un sensore ad ultrasuoni, soluzione già adottata da altri brand. Ma la società cinese ha optato per il sensore ottico. Tecnicamente il sensore ad ultrasuoni dovrebbe avere una maggiore precisione in quanto realizza una scansione completa 3D dell’impronta, ma il sensore ottico dovrebbe essere più veloce. E chiaramente OnePlus punta sempre tutto sulla velocità dei suoi smartphone in ogni campo.

C’è poi da dire che lo sblocco tramite sensore per le impronte sarà sicuramente accompagnato dal Face Unlock per cui non dovrebbero esserci particolari problemi sotto questo aspetto. Indubbiamente per molti utenti il problema più grande sarà rinunciare al jack audio da 3,5 mm “sacrificato” per una batteria dalle dimensioni più generose.

Via

OnePlus 6T: il sensore per le impronte sarà di tipo ottico ultima modifica: 2018-10-11T20:21:31+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.