Caso Ronaldo-Mayorga: polizia di Las Vegas chiede il Dna del portoghese

Author: Redazione CalcioBlog Calcioblog.it

ronaldo polizia usa

La polizia di Las Vegas vuole un campione del Dna di Cristiano Ronaldo: l’obiettivo degli agenti americani è quello di arrivare ad un confronto con le tracce rinvenute sui vestiti di Kathryn Mayorga. La modella statunitense accusa il numero 7 della Juventus di averla violentata nove anni fa, al termine di una serata trascorsa assieme in un locale del Nevada. La richiesta del test del Dna rimbalza sulle del Wall Street Journal che cita fonti della polizia a stelle e strisce.

La richiesta della polizia, aggiunge il giornale statunitense, sarebbe stata inviata di recente alle autorità giudiziarie italiane, che per competenza territoriale devono recapitare il messaggio al calciatore della Juventus. Il caso Mayorga è stato riaperto a distanza di nove anni dai fatti, ovvero quando in autunno la modella americana ha accusato CR7 di stupro: la violenza sarebbe avvenuta nel 2009 proprio a Las Vegas al termine di una serata che i due avrebbero trascorso assieme in un locale.

In seguito, Ronaldo avrebbe trovato un accordo con Kathryn Mayorga, alla quale sarebbero stati versati, in cambio del silenzio sulla vicenda, qualcosa come 375mila dollari. Una volta riaperto il caso, la polizia di Las Vegas vuole capire se ci sia una corrispondenza tra il Dna trovato sugli abiti della modella e quello del centravanti portoghese, cinque volte pallone d’oro. Questa la posizione del suo legale: “Ronaldo ha sempre affermato, e continua a farlo, che quanto accaduto a Las Vegas nel 2009 era consensuale, per questo non sarebbe sorprendente se ci fosse del suo DNA e che la Polizia faccia una richiesta così normale nel corso delle indagini”.

Caso Ronaldo-Mayorga: polizia di Las Vegas chiede il Dna del portoghese ultima modifica: 2019-01-11T04:45:02+02:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.