Google Maps, iniziano i test pubblici per la navigazione AR

Google Maps ha attivato per un ristretto numero di utenti (principalmente Guide Locali) la modalità a realtà aumentata per la navigazione passo passo a piedi. La funzione era stata annunciata nel corso del Google I/O 2018, e non è ancora del tutto pronta: il colosso di Mountain View dice semplicemente che ci vuole ancora tempo, e non si vincola a tempistiche precise. Ma l’attesa potrebbe essere ancora piuttosto lunga: Google non ha ancora preso decisioni definitive nemmeno su cose basilari come l’aspetto delle frecce di navigazione e degli indicatori.

Tra chi ha avuto la possibilità di testarla in anteprima c’è stato David Pierce del Wall Street Journal. C’è anche un breve video, visibile nell’articolo originale (link alla voce FONTE). Il riassunto sintetico è che la modalità AR sovraimprime frecce, indicatori e istruzioni virtuali al mondo reale, mostrato sullo schermo dello smartphone grazie alla fotocamera.

Non è, chiaramente, un sistema di navigazione da usare costantemente: l’app stessa indica quando si può riporre il dispositivo, per risparmiare energia e dati. Ma ha il vantaggio di essere estremamente preciso: quando si avvia la navigazione AR, l’utente deve inquadrare quante più parti di ambiente circostante possibile, così trovare elementi di riferimento noti (cartelli, palazzi particolari…) che permettano di determinare la posizione esatta (molto più di quanto permetta la tolleranza dei ricevitori GPS; diciamo a grandi linee qualche centimetro invece di qualche metro).

Google precisa che la funzione non è pensata per l’uso alla guida, solo per i pedoni; più precisamente, per quei casi di disorientamento momentaneo, come quando esci dalla metropolitana e non sai da che parte incamminarti. E sarà anche molto insistente nel ricordare all’utente di non abusarne: dopo ripetuti avvisi di disattivare la modalità, arriverà anche a oscurare lo schermo automaticamente. Così da impedire che l’utente si faccia male.

È comunque facile intuire come le implicazioni della tecnologia esulino dal comune smartphone. La navigazione AR sarà perfetta per l’era degli occhiali smart, che per quanto lentamente sta arrivando; non solo, l’AR potrà sovraimprimere elementi che non riguardano strettamente la navigazione – link e contenuti multimediali per imparare più cose su un edificio o una statua, oppure annunci di offerte speciali e promozioni per i negozi.

Author: Apple HDblog

Google Maps, iniziano i test pubblici per la navigazione AR ultima modifica: 2019-02-11T12:00:03+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.