Categorie
Politica

Prete pedofilo confessa: “Bimbi violentati anche cinque volte alla settimana”

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 gen – A Lione si è aperto il processo contro Bernard Preynat, ex parroco di Sainte-Foy-les-Lyon accusato di pedofilia. Preyat risponde alle accuse di violenze sessuali sugli scout che frequentavano la parrocchia dagli anni Settanta agli anni Novanta. Attualmente rischia fino a 10 anni di carcere.

“Quattro o cinque bimbi a settimana”

“Succedeva tutti i fine settimana” confessa Preyat “durante i campi scout, potevano essere quattro o cinque bambini in una settimana”. “Non realizzavo il male che ho fatto ai bambini” ha risposto l’ex prete alle accuse della giornalista di France 24, Alexandra Renard. Dice ancora Preyat: “per me, erano dei gesti di tenerezza”. “Anni dopo, i genitori mi hanno fatto comprendere il male che avevo fatto ai loro figli. Mi è servito del tempo per capire che era male” dice ancora l’ex prete, le cui vittimi erano tutte fra i 7 e i 10 anni di età.

Lo scandalo pedofilia francese

Il caso di Preyat è al centro dello scandalo pedofilia nella Chiesa francese e ha coinvolto persino il cardinal Philippe Barbarin, poi condannato a 10 mesi con la condizionale per omessa denuncia delle molestie sui bambini. Al processo erano presenti 10 vittime sulle decine segnalate dall’associazione La Parole Libéréeinsieme ad altri cinque associazioni di ex vittime.

Ilaria Paoletti

Author: Il Primato Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.