Categorie
Politica

Pfizer alza ancora le previsioni sui ricavi dai vaccini covid. Solo nel 2021 incasserà 33 miliardi di dollari. Ma chiede meno tasse


Author: F. Q. Il Fatto Quotidiano

15, 26, 33….e probabilmente non è finita. Sono i miliardi di dollari di ricavi che Pfizer prevede di incassare nel 2021 grazie alle vendite di vaccini Covid. In pochi mesi le stime della casa farmaceutica statunitense sugli incassi garantiti dalle fiale sono raddoppiate. Il medicinale sviluppato con la tedesca BioNtech (destinataria di cospicui finanziamenti statali per la produzione del farmaco) è insomma una miniera d’oro che si scopre sempre più profonda. E destinata a garantire guadagni per molto tempo, visto che i vaccini andranno ciclicamente ripetuti e “aggiornati”. Nell’ultimo anno il valore di borsa di Pfizer è cresciuto di quasi il 20% toccando i 235 miliardi di dollari, quella di BioNtech è triplicata raggiungendo i 70 miliardi. Quadruplicato il valore della concorrente Moderna.

Fiale d’oro, volano gli utili di BioNtech che produce il vaccino con Pfizer. Maxi bonus per l’amministratore di Astrazeneca

Leggi Anche

Fiale d’oro, volano gli utili di BioNtech che produce il vaccino con Pfizer. Maxi bonus per l’amministratore di Astrazeneca

Nonostante la pioggia di dollari, Pfizer si è impegnata con le altre case farmaceutiche a stelle e strisce in una vigorosa azione di lobbying nei confronti di Washington e Bruxelles per ottenere l’esclusione dal nuovo regime di tassazione internazionale. Quello che prevede tra l’altro un’aliquota minima globale del 15% che vanifica il ricorso ai paradisi fiscali. Solo quest’anno Pfizer ha già speso quasi 7 milioni di dollari nella sua attività di lobbying negli Stati Uniti. Non che sinora il fisco sia stato particolarmente esigente nei confronti dei colossi delle medicine. Negli ultimi 10 anni Pfizer ha subito un prelievo medio effettivo sui suoi utili del 5,8% l’anno, Johnson & Johnson del 10,8%. Né Pfizer, né Johnson & Johnson, né Moderna hanno mai considerato la possibilità di ridurre il costo delle fiale per i paesi più poveri.

Colossi farmaceutici, dopo il boom dei profitti grazie ai vaccini chiedono l’esenzione dalla tassa minima globale: “Ce lo meritiamo”

Leggi Anche

Colossi farmaceutici, dopo il boom dei profitti grazie ai vaccini chiedono l’esenzione dalla tassa minima globale: “Ce lo meritiamo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Vaccini, scarsa redistribuzione è un rischio per l’economia. Fmi: “Paesi poveri crescono meno. Con nuove varianti in fumo 4.500 miliardi”

next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.