TECHly e il suo adattatore 3 in 1 Thunderbolt a HDMI/DVI/VGA

Autore: SlideToMac – Il blog italiano su Mac, OS X El Capitan e Mac App Store

Se state cercando una soluzione compatta e versatile per collegare il vostro Mac ad un monitor esterno (che sia HDMI, VGA o DVI), questo adattatore di Techly potrebbe essere una buona scelta. Andiamo ad analizzare le caratteristiche chiave di questo prodotto capace di semplificare il collegamento di un Mac ad un display esterno.

IMG_2412

Collegare un Mac ad un monitor esterno non è un’operazione difficile, ma spesso è necessario acquistare un adattatore Mini DisplayPort per procedere. Non tutti i Mac, infatti, dispongono di una porta HDMI per il collegamento diretto ad un monitor esterno. La maggior parte dei computer Apple ha la porta MiniDisplay Port (ora detta anche Thunderbolt). Niente di difficile in ogni caso: si acquista un adattatore compatibile con il monitor che vogliamo usare e si procede al collegamento. Ma gli adattatori non costano poco e, solitamente, non sono compatibili con ingressi differenti, quindi il costo sale se dobbiamo usare diversi tipi di monitor con diversi ingressi (HDMI, DVI, VGA).

IMG_2406

Facciamo un esempio rapido: un utente vuole utilizzare in casa il suo MacBook Air con un monitor HDMI (magari anche con il televisore HD del soggiorno) e in ufficio vuole usare il suo MacBook Air con un monitor DVI. In teoria dovrebbe acquistare due adattatori differenti per poter sfruttare entrambi i monitor. Per ovviare a questo problema vi presentiamo questo accessorio compatto e “plug&play” capace di supportare differenti tipi di uscite video per i nostri Mac.

IMG_2407

L’adattatore 3 in 1 di Techly supporta l’ingresso video Mini DisplayPort 1.2 (Thunderbolt) in modo da funzionare senza problemi con i Mac e supporta tre uscite video per supportare differenti monitor esterni. Nello specifico parliamo di HDMI v1.4, DVI v1.0 e VGA. Tutto in un unico adattatore compatto, leggero e facile da trasportare.

IMG_2409

Parliamo della cosa più importante: la risoluzione massima supportata. Per quanto riguarda la connessione VGA abbiamo una risoluzione massima di 1920×1200 pixel, per quanto riguarda la connessione DVI abbiamo una risoluzione massima di 1080p e per quanto riguarda la connessione HDMI abbiamo una risoluzione massima 4K. Ovviamente la risoluzione effettiva dipenderà dal tipo di computer che verrà collegato e dalle sue specifiche tecniche. Abbiamo provato la connessione HDMI con le risoluzioni 1080p, 2K e 4K e la connessione VGA e tutto ha funzionato correttamente.

IMG_2408

Ovviamente l’adattatore non supporta più uscite contemporaneamente e, se collegate più porte, la priorità di trasmissione sarà data alla porta DVI, poi alla HDMI e infine alla VGA.
Passiamo a qualche dato tecnico: l’adattatore misura 85x45x15mm, mentre il cavo Mini DisplayPort è lungo 150mm. Sono dimensioni comode e compatte per il trasporto e per ingombrare poco sulla scrivania. Il colore dell’adattatore è bianco.

IMG_2410

Nel complesso, una soluzione davvero ottima per gestire i monitor esterni da collegare al nostro Mac. Buona la qualità del prodotto, facile l’installazione.

Per concludere parliamo del prezzo. L’adattatore 3 in 1 Mini DisplayPort 1.2 (Thunderbolt) a HDMI/ DVI/VGA costa 42,20€ (spedizione esclusa).

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

Bertrand Serlet, già mente di OS X, ora viaggia sulle “nuvole”

Autore: macitynet.it

Bertrand Serlet, già mente di OS X, ora viaggia sulle “nuvole”L’ex Vice President del reparto Mac Software Engineering di Apple, rivela alcuni dettagli sulla startup fondata qualche anno addietro e della quale non si era saputo più nulla. Si chiama UpThere e offre servizi ora in beta per foto e file via cloud

L’articolo originale e completo lo trovi su macitynet.it: Bertrand Serlet, già mente di OS X, ora viaggia sulle “nuvole”


Il survival horror / FPS Indigo Lake arriva su Android dopo due anni di esclusiva iOS


Autore: Apple HDblog

Indigo Lake è un survival horror in prima persona che gira già da un paio di anni nell’ambiente iOS. Il suo mix di tensione psicologica, combattimenti stile FPS e dinamiche open world l’hanno reso un titolo di nicchia, ma apprezzato e recensito molto positivamente. Non poteva esserci periodo migliore di Halloween per far debuttare il titolo anche su dispositivi Android.

L’ambientazione è molto suggestiva, grazie a una grafica di buona qualità (servone almeno 1 GB di RAM e una GPU Adreno 305 o equivalenti per giocare) e un design cupo e desolante. A contorno una colonna sonora davvero efficace e ansiogena.

Ecco le feature del gioco:

  • Per Pixel Lighting on all surfaces even on slower devices.
  • Destroyable objects.
  • True projectile based hand gun.
  • Physics based drivable vehicle.
  • True particle collision physics.
  • Large free roaming map.
  • Elegantly designed first person controls.
  • Saving.

Indigo Lake costa intorno ai due euro per entrambe le piattaforme, con marginali differenze di qualche centesimo. Non ci sono acquisti in-app aggiuntivi né altre “sorprese”.

I link sono dopo al trailer ufficiale: