Disponibile la Public Beta di iOS 12 – Aggiornato

iOS 12

Apple ha rilasciato la prima Public Beta di iOS 12, versione preliminare di iOS destinata a quanti vogliono provare in anteprima la futura versione del sistema operativo di iPhone e iPad.

La Public Beta di iOS 12 dovrebbe corrispondere alla seconda developer beta già nelle mani degli sviluppatori. A questo indirizzo trovate i dettagli su come scaricare e installare la beta. Si tratta di una versione preliminare e in quanto tale non ancora perfettamente stabile, da installare solo se siete disposti ad accettare malfunzionamenti, bug ed errori vari.

Il corretto funzionamento dei sistemi operativi NON è garantito; d’altra parte lo scopo delle beta è di far provare a un numero maggiore di utenti nuove funzioni, confidando in azioni imprevedibili che potrebbero portare alla luce bug o incompatibilità del software stesso.

Le persone che testano le varie beta man mano disponibili, possono segnalare bug piccoli e grandi, traduzioni errate e malfunzionamenti in determinate condizioni al fine di arrivare a versioni definitive stabili e accettabili dal punto di vista dell’utente.

novità di iOS 12, le piccole non annunciate da Apple

La versione definitiva di iOS 12 sarà disponibile per tutti in autunno come aggiornamento software gratuito per iPhone 5s e successivi, tutti i modelli di iPad Air e iPad Pro, iPad 5ª generazione, iPad 6ª generazione, iPad mini 2 e successivi e iPod touch 6ª generazione.

iOS 12 cambia il modo in cui gli utenti iOS vedono il mondo con la realtà aumentata, con le Memoji e FaceTime di gruppo; le comunicazioni diventano divertenti ed espressive, e Screen Time aiuta gli utenti comprendere e controllare quanto tempo trascorrono sui loro dispositivi. iOS 12 introduce Siri Shortcuts, che consentono a Siri di funzionare con qualsiasi app, per fare tutto più velocemente.

Sono presenti novità relative alla velocità e reattività del sistema, esperienze AR, privacy, sicurezza e molto, molto altro. Abbiamo riassunto le principali novità di iOS 12 a questo indirizzo.
iPhone e iPad

Aggiornamento: seconda beta pubblica iOS 12

Nelle scorse ore Apple ha rilasciato la seconda beta pubblica di iOS 12. Questa nuova versione preliminare del sistema operativo per iPhone e iPad segue a breve distanza il rilascio di iOS 12 beta 3 per sviluppatori.

Anche in questo caso l’ultima beta pubblica rispecchia la stessa build per programmatori, questo significa che nella nuova beta pubblica dovrebbero essere già stati risolti i bug relativi al GPS e CarPlay.

Rispetto alle versioni precedenti la seconda beta pubblica iOS 12 contiene una nuova interfaccia ridisegnata per l’app Memo Vocali su iPad, nuovi adesivi delle Attività in Messaggi, gli indicatori per il funzionamento in modalità Low Power per le statistiche su batteria e consumi di energia e diverse altri piccole modifiche per il Centro Notifiche.

Insieme alla nuova seconda beta pubblica iOS 12 Apple ha rilasciato anche la seconda beta pubblica di tvOS 12.

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> Disponibile la Public Beta di iOS 12 – Aggiornato


Author: Macitynet.it

Google Inbox si aggiorna: ottimizzazione per lo schermo di iPhone X

Google Inbox ora è ottimizzata per iPhone X. Il client alternativo di posta elettronica sviluppato dal colosso di Mountain View si è aggiornato poche ore fa: non risultano altre novità di rilievo, a parte forse qualche bug fix e ottimizzazione minore (che comunque il changelog ufficiale non segnala). La nuova versione è la 1.3.180617.

Le prime notizie che l’app si sarebbe adattata meglio allo schermo del terminale di punta di Apple, con il suo aspect ratio di 19,5:9 e la rientranza sul bordo superiore, erano circolate in via ufficiosa lo scorso aprile, più o meno in concomitanza con il rilascio della nuova Gmail. È tuttavia vero che, come tutti gli sviluppatori, Google non aveva più molta scelta – abbandonare Inbox al suo destino o conformarsi: un paio di mesi fa, Apple aveva avvisato che, a partire da luglio, tutti gli aggiornamenti di app per iOS 11 sull’App Store avrebbero dovuto includere il supporto a iPhone X.

Le indiscrezioni dicono comunque che, da ora in avanti e per almeno qualche anno, sarà questo lo standard per gli smartphone Apple. La nuova generazione di iPhone, in arrivo presumibilmente questo autunno, dovrebbe essere composta di tre modelli – tutti quanti con design “tutto schermo” e notch in alto. Insomma, per gli sviluppatori è meglio farsi trovare pronti.

Author: Apple HDblog

Volvo Car Mobility, “M” si occuperà di App per le auto

"M" - nuovo brand di Volvo

Volvo Cars ha annuncia la prossima introduzione di M, un nuovo marchio che amplierà le attività internazionali della Casa nell’ambito della mobilità fornendo accesso on demand a vetture e servizi mediante app.

Il produttore spiega che “M “raccoglierà informazioni sulle esigenze, le preferenze e le abitudini dei suoi utilizzatori per poi personalizzare la relazione con il cliente. Il suo debutto è previsto in Svezia e negli Stati Uniti nella primavera del 2019.

“Volvo Cars si sta evolvendo in qualcosa che va ben al di là di una semplice Casa automobilistica. Riconosciamo il fatto che i consumatori che risiedono in centri urbani stanno rivedendo il tradizionale concetto di possesso di una vettura. M fa parte della nostra risposta a questo cambiamento. Ci stiamo gradualmente trasformando in un fornitore diretto di servizi ai consumatori nell’ambito della nostra nuova missione che va sotto il nome di ‘Freedom to Move’,” ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars.

Håkan Samuelsson - Presidente e CEO di Volvo Car Group
Håkan Samuelsson – Presidente e CEO di Volvo Car Group

M sta sviluppando una tecnologia di apprendimento proprietaria in grado di porre domande agli utilizzatori circa le loro esigenze specifiche, invece di limitarsi a informarli su dove possono effettuare il ritiro di una vettura.

I servizi attualmente disponibili offrono essenzialmente solo un’alternativa al taxi o ai mezzi pubblici,” ha spiegato Bodil Eriksson, CEO di Volvo Car Mobility. “Noi ci concentriamo invece su come le persone utilizzano le auto che posseggono ed è questo che ci differenzia. Il nostro obiettivo è fornire una vera alternativa a quell’esperienza. Vogliamo fornire una soluzione che ci consenta di vivere la vita in base alle nostre esigenze, di fare ciò che dobbiamo fare e di sfruttare al meglio il prezioso tempo a nostra disposizione. Riteniamo di avere l’opportunità di offrire un’esperienza di livello superiore.”

Oltre a disporre di un team di talenti di alto livello e di esperti in software digitale di grande competenza e ricercatissimi sul mercato, M fa affidamento sui 20 anni di raccolta di dati e di esperienza di Sunfleet, la società di Volvo Car Group che ha anticipato la tendenza verso il car sharing. Sunfleet, con le sue 500.000 transazioni annue e una flotta di 1.700 vetture, è la principale società di car sharing in Svezia. Nel 2019 verrà integrata all’interno di M, così da estendere i servizi di quest’ultima agli attuali membri di Sunfleet.

Il lancio di M permetterà di generare nuove fonti di ricavi per Volvo Cars ed è visto come uno degli elementi portanti su cui si fonda l’ambizione della Casa di arrivare a oltre 5 milioni di relazioni dirette con i consumatori entro la metà del prossimo decennio,” ha spiegato Håkan Samuelsson.

Stoccolma, in Svezia, verrà utilizzata come base per lo sviluppo di M ed è la sede dove stiamo già effettuando tutta una serie di test. Un Beta test di maggiore portata verrà condotto nell’autunno di quest’anno. Altri dettagli a questo indirizzo.

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> Volvo Car Mobility, “M” si occuperà di App per le auto


Author: Macitynet.it

Apple, con iPhone 8 torna in testa alla classifica degli smartphone più venduti

Apple ha riguadagnato il primo posto nella classifica degli smartphone più venduti a livello mondiale con il suo iPhone 8, secondo quanto rilevato dalla ricerca Market Pulse della Counterpoint relativa al mese di giugno. Al terzo posto c’è iPhone X, mentre al quinto posto si piazza la versione “plus” di iPhone 8.

Seconda piazza per il Galaxy S9 Plus di Samsung che occupava la prima posizione in questa classifica lo scorso aprile. Le vendite del top di gamma della società coreane si sono indebolite in Europa, ma sono state più o meno stabili negli Stati Uniti. Il Galaxy S9, invece, va ad occupare la sesta posizione.

Un ottimo quarto posto per Xiaomi che ha visto aumentare le sue vendite sia sul suo mercato locale, quello cinese, sia in India. Oltre al Redmi 5A, Xiaomi ha piazzato anche il Redmi 5 Plus / Note 5 al nono posto. Secondo le previsioni, anche il Mi 8 potrebbe essere un altro “best seller” nei prossimi mesi. Xiaomi rimane il leader nei canali online sul mercato indiano.

Anche Huawei è cresciuta sia in Cina che in India con il P20 lite. Tutta la gamma P20 (P20, P20 Pro e P20 Lite) ha ottenuto dei buoni risultati di vendita, ma solo il P20 Lite è entrato in classifica, al settimo posto.

Vivo, sponsor dei mondiali di calcio in corso in Russia, ha piazzato all’ottavo posto il suo Vivo X21 con sensore per il riconoscimento delle impronte integrato nel display. L’altro produttore cinese, Oppo, chiude la classifica con il suo Oppo A83. Sul mercato interno hanno raggiunto dei buoni risultati anche gli Oppo R15.

Author: Apple HDblog

Final Draft 10 è tra i più apprezzati software per creare sceneggiature

Final Draft

Final Draft è una delle applicazioni più note e sfruttate da scrittori, ma soprattutto sceneggiatori del cinema e della televisione. Il software consente di scrivere le sceneggiature tenendo conto di tipici standard del settore. Questi testi devono seguire infatti determinate impostazioni che permettono di renderli facilmente leggibili, facilitandone l’interpretazione e la corretta redazione di una sceneggiatura è fondamentale per tracciare il percorso dell’opera da realizzare anche durante le riprese.

Un testo con storie d’opera, dialoghi dei personaggi e così via, pensato per essere rappresentato o girato per diventare un film, richiede parti dedicate alle descrizioni e riferimenti come la posizione della macchina da presa, il nome della location, riferimenti con la descrizione di tutto quello che si vede e che succede durante le scene, suggerimenti relativi al taglio visivo ma anche particolari accorgimenti per dialoghi (specificando eventuali voci fuoricampo, compresi suoni e voci fuori dallo schermo ma che fanno parte della realtà raccontata).

Final Draft offre riferimenti standard del settore, oltre 100 template dedicati (TV, graphic novel, copioni, ecc.), funzionalità di collaborazione (per scrivere a più mani), funzionalità per mappare la storia (tenendo conto di atti, scene, sequenze), offre la possibilità di specificare dialoghi alternativi e ovviamente varie funzioni per la formattazione del testo.

Sono presenti pannelli, tag che è possibile esportare in software di calendarizzazione degli eventi, funzioni per creare filigrane in fase di stampa o esportazione in PDF, è supportato il Dizionario di sistema e l’applicazione permette di sfruttare un font specifico per le sceneggiature.

Molti i nomi famosi che hanno utilizzato e utilizzano questo softwre: Alan Ball (American Beauty, Six Feet Under), Antony Minghella (The English Patient, Cold Mountain, The Talented Mr Ripley), Christopher McQuarrie (The Usual Suspects, The Way Of The Gun), Robert Altman (The Player, M*A*S*H), Oliver Stone (Scarface, Platoon, Wall Street, JFK) e tanti altri ancora.

Final Draft 10 richiede un Mac con OS X 10.9 o seguenti, “pesa” 22.5MB ed è venduto a 229,99 euro sul Mac App Store. Gli sviluppatori mettono a disposizione anche un’app mobile (per iPad e iPhone).

– Click qui per l’articolo originale con commenti >> Final Draft 10 è tra i più apprezzati software per creare sceneggiature


Author: Macitynet.it