Chinese hackers crank up activity again

Autore: Welcome to Fudzilla

China’s People’s Liberation Army has been busy

Three months after hackers working for a cyberunit of China’s People’s Liberation Army went silent they appear to have resumed their attacks using different techniques.

The Obama administration had bet that “naming and shaming” the groups, first in industry reports and then in the Pentagon’s own detailed survey of Chinese military capabilities, might prompt China’s new leadership to crack down on the military’s team of hackers. But it appears that Unit 6139 is back in business, according to American officials and security companies. 

Mandiant, a private security company that helps companies and government agencies defend themselves from hackers, said the attacks had resumed but would not identify the targets. The victims were many of the same ones the unit had attacked before. Mandiant said that the Chinese hackers had stopped their attacks after they were exposed in February and removed their spying tools from the organisations they had infiltrated.

But in the last two months, they have begun attacking the same victims from new servers and have reinserted many of the tools that enable them to seek out data without detection. The subject of Chinese attacks is expected to be a central issue in an upcoming visit to China by President Obama’s national security adviser, Thomas Donilon. However little is expected to come of it, the Chinese have always denied that they have a hacked anyone, ever.

HP Slatebook x2: il notebook Android che diventa tablet

Autore: IlSoftware.it

HP ha ufficialmente annunciato, anche nel nostro Paese, un interessante dispositivo Android convertibile “due in uno”. Battezzato SlateBook x2, si tratta di un device ibrido che funge sia da compatto notebook, sia da moderno tablet.
I portavoce di HP definiscono il nuovo prodotto come un “personal computer” a sottolineare il fatto che lo SlateBook x2 è pensato anche per scopi produttivi, grazie alla tastiera fisica. Rimuovendo lo schermo dalla tastiera, lo SlateBook diventa automaticamente un pratico e potente tablet.
Grazie al design avanzato delle cerniere e al sistema a doppia batteria (una batteria nella base e una nel tablet), gli utenti possono passare dalla modalità notebook alla modalità tablet e viceversa, anche quando sono in viaggio.

Lo SlateBook x2 è il primo dispositivo Android convertibile dotato di processore mobile NVIDIA Tegra 4 che fornisce agli utenti funzionalità di gioco più realistiche, navigazione sul Web veloce e riproduzione di video ad alta definizione (HD) fluida, oltre all’accesso all’app TegraZone (strumento che consente di individuare i migliori videogiochi Android ottimizzati per i processori Tegra di NVIDIA).

Lo schermo touchscreen FHD da 25,65 cm (10,1 pollici) di diagonale offre linee nitide, immagini definite e colore preciso, riducendo al contempo il riflesso. SlateBook x2 include inoltre eMMC di archiviazione fino a 32 GB e DTS Sound+ Solution per l’esecuzione di foto, musica e video.

Lato software lo SlateBook x2 di HP integra Android 4.2 “Jelly Bean” e propone, già preinstallate, tutte le principali applicazioni di Google. Tra queste viene ricordata la più recente versione di Hangouts, strumento che consente di effettuare rapidamente videochiamate tra utenti (Google Hangouts comunica tra i vari dispositivi).

HP SlateBook x2 sarà commercializzato in Italia nel corso del prossimo mese di luglio al prezzo di 499 euro IVA inclusa.

Samsung, Galaxy Tab III 8.0 e Galaxy S4 Mega annunciati a breve?

Autore: Hardware Upgrade RSS

Il colosso coreano Samsung ha da poco annunciato il proprio ultimo top di gamma per quanto riguarda la categoria smartphone e la terza versione del proprio tablet da 7 pollici ma, nonostante tutto, non sembra proprio abbia intenzione di fermarsi, anzi, le indiscrezioni che riguardano il produttore orientale si susseguono di giorno in giorno e le novità in cantiere sembrano essere ancora molte.

Nel corso delle ultime ore le indiscrezioni diffuse sono relativ e ad un possibile nuovo tablet con display da 8 pollici che potrebbe prendere il nome di Galaxy Tab III 8.0 in quanto molto simile per forma e stile al nuovo Galaxy Tab III 7.0 e al già noto Galaxy Note 8.0 dal quale però non avrebbe ereditato la S Pen.

Secondo il blog SamMobile, notoriamente informato a riguardo, il nuovo tablet potrebbe essere annunciato nel corso del prossimo mese di Giugno, prima in Europa e poi nel resto del mondo. Tra le caratteristiche al momento diffuse abbiamo sistema operativo Android 4.2.2 Jelly Bean, display da 8 pollici a risoluzione 1280×800, fotocamera frontale da 1,3 megapixel e posteriore da 5 megapixel, Bluetooth 4.0, processore dual-core a 1,5 GHz, 1,5 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria interna dedicata allo storage.

Il prezzo dovrebbe essere leggermente inferiore rispetto al fratello da 7 pollici ma ancora non è stato nemmeno ipotizzato. Del resto la stessa Samsung non ha per il momento confermato la notizia, come non ha diffuso parola riguardo alle voci che parlano di una ulteriore nuova versione di Galaxy S4 denominata Galaxy S4 Mega.

Proprio in questi istanti sono infatti comparsi online gli screenshot relativi all’aggiornamento alla versione 5.0.4 dell’applicazione Samsung WatchON che tra le nuove feature aggiunge il supporto ai teminali S4 Mega, S4 Mini e S4 Active, confermando di fatto l’esistenza e il possibile imminente lancio degli stessi.

Hackers nick 22 million user IDs in Japan

Autore: Welcome to Fudzilla

Unauthorized access attempt of Yahoo! Japan portal may have led to theft of up to 22 million user IDs.

According to Yahoo, the information that was stolen didn’t have passwords or any other information that would allow unauthorised users to carry out user identity verification. However it has not ruled out the possibility of a leak though considering the volume of traffic it noticed flowing from its servers to external entities.

The company said that Yahoo has revealed that it has beefed up its security controls to avert any such future attempts. Yahoo is the top most search provider when it comes to Japan with over 50 per cent market share. Google holds 40 per cent market share in comparison.

Japan has already acknowledged that the country lags behind in cyber security plans that would deter such attacks and is currently scrabbling to come up with better laws and enforcement methods