Messenger per Firefox, ecco l’ultima trovata di Facebook

Autore: Gadgetblog.it

Di idee piuttosto bizzarre ne abbiamo ogni giorno, ma quella degli sviluppatori di Firefox deve aver raggiunto ogni limite. Nei giorni scorsi è stato annunciato Messenger per Mozilla Firefox, una semplice estensione che permetterà all’utente di avere sempre sottomano la chat di Facebook.

L’estensione però è disponibile solamente per Mozilla Firefox in versione beta, quindi per vederla su una versione stabile sarà necessario un po’ di tempo, nonostante il rilasci di Firefox siano piuttosto ravvicinati da un paio di anni a questa parte. Ma è realmente comodo e utile avere la chat di Facebook sempre a portata di mano? La risposta è nì, potrebbe sì essere utile avere sempre a portata di mano la chat di Facebook, ma allo stesso tempo potrebbe essere un elemento di distrazione, da non sottovalutare.

Personalmente vedo questa estensione un elemento di disturbo che potrebbe seriamente minare la produttività, non solo la mia, sopratutto se consideriamo che quasi tutti hanno un account Facebook e quante ore purtroppo vanno via sul social network più chiacchierato di sempre. Speriamo solamente che questa estensione rimanga opzionale e che non venga integrata di default, per il bene della produttività.

Via | Facebook

 

Nexus 10 e le prime recensioni: buono il prezzo e risoluzione stellare, ma c’è di meglio

Autore: Gadgetblog.it

Dopo lo sfortunato lancio in sordina causato dall’uragano Sandy, il Nexus 10 inizia a generare opinioni sui siti d’oltreoceano a cui sono stati consegnati i campioni di pre-vendita. Il tablet nato dalla collaborazione tra Samsung e Google piace, sopratutto per la risoluzione veramente stellare del suo display da 10,1″ e il prezzo competitivo a cui verrà venduto. Ma non è privo di difetti.

Qualche esempio? L’estetica è gradevole, ma non convince a pieno nella scelta dei materiali giudicati inferiori rispetto al Nexus 7, il fratellastro minore realizzato da Asus. “Avrei preferito che il Nexus 10 somigliasse più al Nexus 7″ scrive The Verge, con opinioni simili riportate anche da Engadget. Continua dopo la pausa.

Il motivo è nella scelta di concentrare l’ottima superficie gommosa puntinata solo in una zona limitata del tablet. Questo favorisce l’impugnatura e se rimossa consente l’aggancio di una smart cover dedicata, ma il risultato è un po’ anonimo, sopratutto per l’utilizzo di una banale plastica opaca.

Il display stupisce per la sua incredibile nitidezza e non poteva essere altrimenti. 2560×1600 è una risoluzione che offre tanti, tantissimi pixel per una diagonale da 10,1″. Numeri da primato assoluto e che vanno a scalzare l’iPad dal suo terreno di gioco più favorevole. Al tempo stesso però il pannello non rompe non rompe nessun record in quanto a contrasto, luminosità e qualità del nero.

Le prestazioni sono buone, ma visto l’utilizzo di un SoC dual-core Cortex A15 non c’è gara con gli altri modelli quad-core della concorrenza. Al di là del numero dei core, “in pratica il Nexus 10 appare energico e reattivo” scrive Engadget, che nei benchmark mostra un gap non eccessivamente ampio rispetto al Galaxy Note 10.1 o al Transformer Pad Infinity TF700 di Asus. Non è nemmeno il miglior tablet “su cui fare un intenso gaming 3D”, ma francamente, chi sceglie un tablet per le sue prestazioni 3D?

Giudizi non particolarmente entusiasmanti nemmeno per la fotocamera, che secondo Engadget “fallisce virtualmente su ogni fronte”. E gli scatti e i video dimostrativi solo lì a dimostrarlo con temperature di colori irregolari. Ma ancora una volta parliamo di un tablet, per tanto non è il caso di gridare allo scandalo.

Gli altoparlanti frontali e laterali sono un’altra caratteristica distintiva del tablet. Sono “implementati in modo perfetto” (The Verge) e restituiscono un “suono ragionevolmente caldo” (Engadget), con volumi alti e una qualità complessiva che supera gran parte dei tablet sul mercato.

L’ultimo punto dolente riguarda l’autonomia, che dai test di Engadget si adagia mestamente nel margine basso di una classifica di una trentina di altri tablet. Risultati che potrebbero però non essere totalmente accurati, visto che The Verge ha ottenuto risultati completamente opposti.

Difetti a parte, il Nexus 10 secondo Engadget è “al pari con molti altri competitori Android da 10″, anche di costo superiore”. I suoi punti forti sono nella risoluzione incredibilmente alta e nel freschissimo Android 4.2, ma per il sito “non è sufficiente per distanziare il resto della concorrenza”, sopratutto il Transformer Pad Infinity TF700 di Asus. “Il Nexus 10 vince sul prezzo” scrive invece The Verge, che però allerta sulla scarsità di apps ottimizzate per il formato tablet rispetto alla vasta offerta dell’Apple Store.

Nexus 10 sarà disponibile su alcuni mercati a partire dal 13 novembre al prezzo di 399$ per la versione da 16GB e 499$ per quella da 32GB, entrambe non espandibili.

Per approfondire:
Engadget: Nexus 10 review
The Verge: Google Nexus 10 review
AnandTech: Google Nexus 4 and Nexus 10 Performance Preview

 

iPad mini vs Ipad 3 vs Nexus 7: nuovo drop test e immersione in acqua

Autore: Gadgetblog.it

Dopo l’inutile drop test di Android Authority, ora anche Square Trade si cimenta questa volta in un triplice test di distruzione che coinvolge l’iPad mini, il “vecchio” iPad di terza generazione e il Nexus 7 realizzato da Asus per Google. Questa volta il test è stato eseguito con un minimo di criterio, visto che è stata creata una piccola struttura con la funzione di uniformare la modalità e la zona d’impatto per tutti e tre i candidati.

Il risultato è sicuramente più attendibile di un lancio casuale, ma siamo ancora lontani da quello che potrebbe essere definito un test scientifico di robustezza, che per forza di cosa non può essere condotto su un singolo campione di tablet. Continua dopo la pausa.

L’aspetto più interessante del video non è tanto il test di caduta, ma quello d’immersione in una bacinella d’acqua. Tutti e tre i tablet sono stati gettati ed immersi per dieci secondi e i risultati sembrano (sottolineamo, sembrano) meno disastrosi del previsto.

I due iPad non hanno battuto ciglio, mostrando un po’ di lag e un bottone home annacquato e meno reattivo. A differenza degli altri il Nexus 7 si è resettato, ma per qualche oscura ragione non viene dato il tempo per il reboot completo e un test della funzionalità. Sarà sopravvissuto all’immersione? Non si sa, ma di sicuro non è sopravvissuto al drop test.

Via | Androidiani | Phandroid

 

ASUS ha confermato l’aggiornamento ad Android 4.2 per tutti i Nexus 7

Autore: Gadgetblog.it

Logo di Android 4.2 (Jelly Bean)Se avete già acquistato un Nexus 7 da 16Gb – l’unico modello inizialmente disponibile in Italia – non dovete preoccuparvi dell’aggiornamento ad Android 4.2: ASUS, la società che produce il tablet, ha assicurato l’update del sistema operativo che sarà distribuito «molto presto» su Google Play. L’annuncio del rinnovamento della gamma che è avvenuto a prescindere dalla conferenza di New York ha portato con sé una nuova versione di Jelly Bean, preinstallata sui prossimi Nexus 7 di ASUS da 16Gb e 32Gb — equipaggiati con WiFi e/o 3G.

Il ciclo di sviluppo degli aggiornamenti di Android prevede all’incirca una nuova versione all’anno e un minor upgrade ogni sei mesi. Purtroppo, i dispositivi di Google arrivano in Italia con grande ritardo – rispetto agli altri Paesi europei – e il Nexus 7 è disponibile relativamente da poco: l’uscita di Android 4.2 ha “spiazzato” il mercato, incrementando una già problematica frammentazione tra le versioni del sistema operativo, ma i device prodotti in collaborazione con Google come il Nexus 7 sono i primi a ricevere l’update.

Android 4.2 introduce una serie di novità rispetto alla prima versione di Jelly Bean, ma ASUS non ha specificato quando sarà disponibile l’aggiornamento per Nexus 7. Nel Regno Unito prevedono che la società pubblichi l’update entro la fine del mese, quando saranno acquistabili i tablet a 32Gb e col 3G: trattandosi di software, questa data approssimativa dovrebbe coincidere con la disponibilità in Italia — perché la localizzazione del sistema non ha gli stessi problemi della distribuzione dell’hardware. Non rimane che attendere.

Via | Reg Hardware

 

 

L’applicazione di Pocket disponibile sul Mac App Store

Autore: Gadgetblog.it

Pocket, il celebre servizio simile a Instapaper è da poco sbarcato anche su OS X tramite una applicazione pubblicata di recente sul Mac App Store. Pocket di Read it later, è un comodo servizio che ci permette di salvare contenuti per poi consultarli successivamente, anche offline.

Con applicazioni su Android e iOS, Pocket è un servizio piuttosto conosciuto che anche grazie a delle estensioni per Chrome e Mozilla Firefox offre una esperienza utente completa. Se applicazioni e estensioni non eran sufficienti ecco che è arrivata l’applicazione sul Mac App Store, raggiungibile e scaricabile a questo indirizzo. Pocket è una applicazione gratuita e quindi liberamente scaricabile.

Basata sul cloud e la sincronizzazione su ogni dispositivo, è un applicazione che non deve mancare. Nei prossimi mesi personalmente spero che vengano rilasciate sia la versioni per Windows 8 e Windows Phone 8 ma anche per GNU/Linux. “Essere multipiattaforma” potrebbe essere la chiave del successo per Pocket, ma su questo, purtroppo non abbiamo ulteriori notizie. Scaricate l’applicazione e fateci sapere se questa è di vostro gradimento.