L’Humble Bundle con Batman, F.E.A.R. e Scribblenauts ha raccolto tre milioni di dollari

Autore: Ultimi articoli e news per PC Windows | Multiplayer.it

L'Humble Bundle con Batman, F.E.A.R. e Scribblenauts ha raccolto tre milioni di dollari Mancano ancora dieci giorni al termine dell’offerta. Con una cifra d’acquisto media di 4,64 dollari, l’Humble Bundle contenente Batman: Arkham Asylum GOTY, Batman: Arkham City GOTY, F.E.A.R. 2, F.3.A.R., Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord e Scribblenauts Unlimited ha raccolto finora più di tre milioni di dollari, quando mancano dieci giorni al termine dell’offerta. Il totale verrà donato all’associazione We Can Be Heroes, che aiuta le popolazioni disagiate del corno d’Africa. Humble Bundle – Sito ufficiale Fonte: VG247

Domanda elettricità in Italia: cala del 3,6% nei primi 10 mesi del 2013


Autore: QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari

La richiesta di energia elettrica nel periodo gennaio-ottobre 2013 è stata inferiore di 10 miliardi di kWh rispetto allo stesso periodo 2012. Le rinnovabili, con circa 91 TWh generati finora, hanno soddisfatto circa il 39% della produzione e il 34,2% della domanda di elettricità. I 20,2 TWh fotovoltaici coprono il 7,6% della domanda. I dati mensili forniti da Terna.

Dall’inizio dell’anno la domanda di energia elettrica in Italia è diminuita del 3,6% rispetto allo stesso periodo (gennaio-ottobre) del 2012 (in termini decalendarizzati il calo si riduce a -3,3%): 10 miliardi di kWh in meno. Questi i dati forniti dal solito rapporto mensile di Terna (pdf).

Anche la produzione netta segna una sensibile riduzione: -4,1%, mentre il saldo con l’estero è grosso modo in linea con l’anno precedente.

Il gap negativo maggiore è nel termoelettrico, che con quasi un -14% genera una produzione di circa 151,7 TWh, pari a 24,4 TWh in meno rispetto ai primi 10 mesi del 2012. Buone le perfomance dell’idroelettrico (+26,3%), dell’eolico (+20%) e del fotovoltaico (+18,6%). Stabile il geotermoelettrico.

Le fonti rinnovabili (compresi gli impianti a biomassa, inclusi nel termoelettrico), con circa 91 TWh generati in 10 mesi, hanno soddisfatto circa il 39% della produzione netta nazionale. Rispetto alla domanda di elettricità hanno coperto circa il 34,2%. Il fotovoltaico con i suoi 20,2 TWh soddisfa finora l’8,6% della produzione e il 7,6% della domanda elettrica.

Non particolarmente significativo l’incremento della produzione da fotovoltaico e idroelettrico nel mese di ottobre 2013 rispetto all’ottobre 2012: poco sopra i due punti percentuali. In netto calo invece la produzione eolica (-18,6%).

Nel complesso l’energia elettrica richiesta dal Paese ha registrato una diminuzione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente del 2,8%. In termini congiunturali il valore destagionalizzato della domanda elettrica di ottobre 2013 ha fatto registrare una variazione positiva (+0,9%) rispetto a settembre 2013. Il profilo del trend si mantiene comunque su un andamento pressoché stazionario nel breve periodo.

La copertura del fabbisogno in potenza nel giorno di punta del mese di ottobre (mercoledì 30 ottobre, ore 18) è stata di 46.363 MW.

Android 4.4 collega la tua foto profilo e il tuo numero di telefono: come disattivare la funzione

Autore: Hardware Upgrade RSS

Se si dispone di un’immagine di profilo nel proprio account su Google+, il nuovo Android 4.4 KitKat mostra la stessa immagine collegata al numero telefonico del dispositivo chiamante. Si tratta di una mossa per identificare più facilmente chi chiama, soprattutto se questo non è stato ancora aggiunto all’interno della rubrica telefonica del telefono.

La feature è abilitata in via predefinita, quindi se avremo salvato il nostro numero telefonico all’interno dei servizi di Google, e nello specifico di Google+, la foto verrà applicata automaticamente.

Android 4.4 KitKat, chiamante

“In arrivo nei primi mesi del 2014, gli utenti che avranno verificato il loro numero telefonico mostreranno automaticamente i loro nomi e la loro foto del Profilo Google quando effettueranno una chiamata, ma anche quando li chiamerete”, ha scritto Attila Bodis, esponente del team Google Caller ID, in un post su Google+.

Per le aziende, Google abbina i numeri ai nomi delle stesse prendendole dal database di Google Places. Attraverso il dominio di Google Apps, è possibile inoltre verificare se la chiamata sta arrivando dal posto di lavoro o meno. La novità viene accompagnata da applicazioni per il comparto telefonico del tutto ristrutturate rispetto al passato, all’interno di Android 4.4 KitKat.

Si tratta di una caratteristica che potrebbe risultare gradita a molti, ma altri utenti potrebbero considerare la stessa come un’invasione non voluta alla propria privacy. Logicamente Google dà la possibilità di disattivare la nuova funzione con semplici e rapidi passi, che riportiamo di seguito:

Disattivare foto Android

Semplice, e richiede solo una manciata di secondi.

Cover Lia Farrow per iPhone 5

Autore: Gadgetblog.it

Disponibile in esclusiva online su Net a Porter, questo accessorio nasce per celebrare il decimo anno di vita dell’etichetta di cui si fregia.

Frutto di una partnership

Il prodotto, realizzato in Giappone, è il frutto della collaborazione fra l’autrice e la marca di gadgets tecnologici Case Scenario, la cui sede è a Monaco di Baviera, in Germania.

Il risultato è una copertina ampiamente dorata, con superfici a contrasto in tinta nera, che trasmette un senso di esclusività, confermato dal prezzo dell’articolo, proposto alla ragguardevole cifra di 500 euro, abbastanza vicina a quella di acquisto dell’apparecchio custodito nel suo sfavillante abbraccio.

Su misura

Sul piano dimensionale la cover di cui ci stiamo occupando è larga sei centimetri, altra tredici centimetri e profonda un centimetro, quindi calza bene sul celebre smartphone della Apple, che scatena un forte interesse nelle aziende esterne, per gli alti numeri di mercato raggiunti nel corso del tempo.

Anche Linda Farrow ha ceduto al fascino di queste lusinghe, con un’interpretazione ricca di carattere, pronta a fare la differenza. Del resto, nei bacini di sbocco ci sono varie nicchie, magari non rilevanti in senso assoluto, ma appetibili per chi riesce a guadagnarne il consenso, magari con prodotti di fascia alta, che assicurano buoni ritorni, sia per l’acquirente (in termini di immagine) che per il produttore (in termini di bilancio). La cover odierna ne rappresenta un concreto esempio.

Via | Net-a-porter.com