iMac, il prezzo e le caratteristiche del Mac ridisegnato

Autore: Gadgetblog.it

Nuovi iMac - galleria immagini
Questo refresh autunnale della line-up di Apple ha portato con se novità attese e meno attese, e il nuovo iMac va inserito sicuramente in questa seconda categoria.

L’iconico all-in-one è stato accolto nella platea del California Theather con un “ooooh” generale, causato dall’incredibile nuovo design che appare sottilissimo nei bordi laterali esterni (5mm), ma più bombato nella parte centrale. Un “trucco” estetico preso in prestito dai Macbook Air e adottato anche dagli Ultrabook più snelli, che dà un’illusione di spessore intangibile molto credibile. Continua dopo la pausa.

Nuovi iMac - galleria immaginiNuovi iMac - galleria immaginiNuovi iMac - galleria immagini

Le diagonali sono rimaste invariate, ancora una volta 21,5″ e 27″, rispettivamente con risoluzioni di 1920×1080 e 2560×1440. Come da tradizione troviamo pannelli IPS con eccellenti qualità di riproduzione del colore e ampi angoli di visione, ricoperti questa volta da un vetro da bordo a bordo dotato di un rivestimento con nuove doti anti-riflesso, fino al 75% più efficace del precedente.

Oltre al nuovo design unibody in alluminio, i nuovi iMac ospitano un hardware completamente ridisegnato. A partire dalle nuove CPU Intel Ivy Bridge, proposte in un range che include i quad-core i5 e i7, da 2,4 a 3,4GHz di frequenza, accompagnati da 4 o 8GB di RAM, espandibili fino a un massimo di 16GB. Le GPU sono tutte Nvidia, con opzioni che vanno dalla GeForce GT 640M alla GTX 675MX, tutte dalla linea mobile.

Sul fronte storage troviamo una novità assoluta: un misterioso combo di drive meccanico e SSD fuso in un unico volume chiamato Fusion Drive, capace di ordinare in modo intelligente i dati tra un disco e l’altro. A prima vista sembrerebbe un normale sistema ibrido con cache SSD, ma le prime analisi sul web sembrano puntare verso un sistema differente, ma non totalmente nuovo. Ars Technica suggerisce che potrebbe trattarsi di “automatic tiering”, un’implementazione usata tipicamente nei grandi array di dischi nei server.

Apple non mente, il nuovo iMac è indubbiamente “incredibile da guardare” proprio come recita lo slogan, ma non ci sentiamo di appoggiarne in pieno la seconda parte, e cioè “ancora più incredibile da usare”. Con i nuovi iMac, Apple rincorre standard di design ancora più radicali, che continuano però a divergere da alcune nozioni basilari di logica ed ergonomia.

Qualche esempio? Il nuovo chassis ultrapiatto non porta benefici al di fuori dell’ambito estetico, limita l’espandibile a zero così come l’ergonomia, per via dell’assenza di porte frontali o laterali, per non parlare del banale tastierino numerico assente dalla tastiera. Uno chassis così sottile inoltre limita la dissipazione e costringe all’uso di soluzioni hardware molto particolari, aspetti che si riflettono in modo pesantissimo sulla bolletta finale.

Insomma, una macchina straordinaria pensata più come un traguardo di design che come una computer a misura d’uomo. I nuovi iMac saranno presto disponibili anche in Italia, con prezzi a partire da 1379€ e 1899€, rispettivamente per i modelli base da 21,5 e 27 pollici.

Nuovi iMac – galleria immagini
Nuovi iMac - galleria immaginiNuovi iMac - galleria immagini

 

Il Red Carpet veste green

Autore: Rinnovabili

“Gucci per il Green Carpet Challenge”.

Continua l’impegno del noto marchio italiano di abbigliamento Gucci per l’ambiente. Dopo aver aderito al progetto del Minambiente per la riduzione dell’impatto ambientale delle fasi di produzione, e dopo aver presentato una linea e un marchio green, il noto brand toscano simbolo dell’abbigliamento made in Italy dimostra nuovamente il proprio affiatamento al progetto Green Carpet Challenge (GCC) vestendo bio il noto attore spagnolo Javier Bardem.

L’iniziativa GCC, ideata dalla moglie di Colin Firth, Livia, e dalla giornalista inglese Lucy Siegle cerca di coniugare in occasione dei grandi eventi del cinema, l’importanza dell’etica con quella della mondanità vestendo i grandi protagonisti delle serate con abiti sostenibili.

 

Bardem indosserà stasera a Londra, in occasione della presentazione dell’ultimo film della serie 007 “Skyfall” un completo firmato Gucci interamente sostenibile: papillon e reverse della giacca 100% lana organica sono infatti stati realizzati in raso riciclato, mentre la camicia è 100% cotone organico.

 

Il Direttore Creativo, Frida Giannini, afferma:

 

“Lavorare con materiali organici e riciclati mi ha stimolato a coniugare la mia visione creativa con gli standard legati alla sostenibilità. Sono molto felice che Javier si sia unito a noi in questa collaborazione. In Gucci continueremo ad approfondire il nostro interesse per i materiali eco-compatibili e biodegradabili”.

Museo Maxxi, nessuna marcia indietro sulla nomina della Melandri

Autore: Uploads by antefattoblog

Il ministro Lorenzo Ornaghi al Mibac ha ufficiliazzato la nomina dell'onorevole del Pd Giovanna Melandri a presidente della Fondazione Maxxi. "Mi prendo la responsabilità di una scelta tutta mia, il tempo mi darà ragione o torto". Irene Buscemi
Views:
95
4
ratings
Time:
03:35
More in
News & Politics