Gli inverter SMA PEAK3 per un impianto fotovoltaico di un’azienda siderurgica


Author: Leonardo Berlen QualEnergia.it

SMA PEAK3, uno degli ultimi inverter nati in casa SMA, è stato installato ed è pronto a funzionare per i prossimi 20 anni presso Sider Center Service srl, una delle aziende leader in Italia nella lavorazione di prodotti siderurgici.

L’installazione, realizzata a Longhena, in provincia di Brescia, concorre alla lavorazione delle 60.000 tonnellate di semilavorati in acciaio e ferro che ogni anno escono dagli impianti di lavorazione per raggiungere i maggiori produttori italiani e stranieri.

L’elettricità solare, in grado di soddisfare pressoché il 100% del fabbisogno energetico richiesto dallo stabilimento, viene prodotta proprio in corrispondenza degli orari dei processi di lavorazione, consentendo una maggior indipendenza dalla rete e un notevole risparmio sul costo dell’energia, mentre l’energia momentaneamente in esubero viene successivamente utilizzata in modo virtuale nei momenti di scarsità invernale grazie al servizio di Scambio Sul Posto.

L’ingegner Flavio Novelli, Amministratore de Il Sole srl, azienda che ha curato la progettazione e l’installazione dell’impianto, nonché Solar Partner di SMA, ha commentato: “L’industria siderurgica è tra le più energivore in Italia. Basti pensare che, secondo uno studio della Commissione Europea, i consumi energetici per questo settore incidono fino al 40% sul totale dei costi. Inoltre, si tratta del comparto che ha uno dei più forti impatti ambientali per la natura delle sue lavorazioni. Un impianto fotovoltaico riesce non solo ad ottenere risparmi diretti in bolletta, ma concorre anche ad avere una maggiore sostenibilità, grazie alla produzione di energia rinnovabile, pulita al 100%”.

L’impianto FV da 422 kWp realizzato sul tetto dello stabilimento e costituito da 1.364 moduli di pannelli Q-Cell, ha una producibilità annua di circa 500 MWh, pari a un risparmio di circa 70.000 euro l’anno e una riduzione delle emissioni di CO2 di 4.500 tonnellate. Sider Center Service avrà la possibilità di rientrare dell’investimento sostenuto in fase iniziale in soli 4 anni.

A trasformare l’energia solare in energia elettrica l’inverter di ultima generazione SMA PEAK3. Grazie ad un design compatto PEAK3 facilita ulteriormente l’installazione degli impianti, perché ha piccole dimensioni e un peso leggero, che consentono una riduzione dei costi di trasporto e velocità di installazione.

Novelli spiega che “i nuovi SMA PEAK3 rappresentano la soluzione del futuro. Ciascun dispositivo, infatti, può essere controllato direttamente tramite comunicazione Ethernet fra Data Manager e inverter. In questo modo, l’intero portafoglio impianti può essere monitorato centralmente grazie al Sunny Portal powered by ennexOS, che consente il massimo controllo, effettuando anche modifiche alla configurazione sui diversi impianti, e comodità di monitoraggio da tutti i dispositivi tramite l’interfaccia aperta Modbus / TCP”.

Potrebbe interessarti anche:

Gli inverter SMA PEAK3 per un impianto fotovoltaico di un’azienda siderurgica ultima modifica: 2020-03-26T13:00:27+01:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.