Monimega HD: Hosting, Domini, Web Design all in one!


Monimega è lieta di presentarti Monimega HD http://monimega.com/hd/it : domini, hosting, web design ALL in One! Un’offerta speciale per il tuo sito web a partire da soli 2€ al mese! (solo hosting).

  • – Pannello di controllo completamente in italiano
  • – 6 piani hosting annuali e mensili, 6 offerte web design (tra cui blog ed e-commerce)
  • – Profilo e-commerce interamente gestito da Monimega (tranne contatti telefonici con i tuoi clienti)
  • – Registrazione dominio, trasferimento dominio o solo hosting
  • – Se scegli un piano hosting annuale, i seguenti domini sono GRATUITI per il primo anno! .com,.info,.it,.es,.fr,.uk,.co.uk,.net,.eu,.org,.name,.de,.click,.cologne,.hiphop,.be,.koeln,.li,.link,.pictures,.tn,.tel,.me,.nl,.pm,.re,.tf,.wf,.yt,.us,.in
  • – Accesso FTP
  • – Gestione database MySQL
  • – Filtri spam e virus già inclusi
  • – Backup e ripristino. Salvataggio immediato e pianificato! Il tuo sito web sempre al sicuro. FTP, SSH, Amazon S3 e Rackspace Cloud
  • – Creazione e gestione caselle di posta
  • – Creazione alias server e di posta
  • – Autorisponditore e-mail
  • – Area Clienti SSL, accesso sicuro
  • – Gestione certificato SSL per il sito web (se il sito è sviluppato per il supporto al protocollo HTTPS)
  • – Server di posta con certificato SSL
  • – Installatore di script
  • – Opzioni DNS, proxy e reindirizzamento
  • – Anteprima sito web
  • – Visualizzazione logs e quota
  • – Servizio chat in tempo reale onsite, per supporto tecnico ed eventuali domande
  • – Metodo di pagamento: bonifico bancario e carta di credito

We are Monimega

solare a concentrazione targato Enea è adatto anche alle scuole

solare a concentrazione

(Rinnovabili.it) – Prendere spunto dalle idee del settore automobilistico e riadattarle ai nuovi progressi compiuti in campo solare. Da questo originale sposalizio nasce il nuovo impianto di solare a concentrazione targato Enea, un sistema unico sotto il profilo tecnico che risponde alla necessità di rendere l’energia solare a poratat di tutti e sempre disponibile. La tecnologia in questione è quella del concentratore paraboloide, un disco fatto di specchi che convoglia la luce solare su un unico fuoco.

Rispetto alle macchine sviluppate sin’ora, tuttavia, il solare a concentrazione dell’Enea introduce una significativa novità: per convertire il calore catturato in potenza elettrica l’impianto non impiega il tradizionale motore Stirling, bensì un’innovativa microturbina ad aria ad alta efficienza. Una scelta tecnica che permette di rendere il tutto più affidabile, economico ed efficiente.

“L’impianto progettato, assemblato e avviato dall’ENEA è il primo al mondo che abbina i più recenti progressi nella ricerca sulle tecnologie del solare a concentrazione alla innovativa microturbina ad aria, di derivazione automobilistica, più compatta e leggera rispetto ai motori comunemente utilizzati in questo tipo di applicazioni”, spiega la ricercatrice ENEA Michela Lanchi del Dipartimento Tecnologie Energetiche.

Sviluppato nell’ambito del progetto europeo OMSoP – Optimised Microturbine Solar Power System, il sistema si rivolge essenzialmente ad un target domestico o aziendale. La facilità di gestione operativa e la modularità ne consente, infatti,  l’utilizzo anche per piccoli centri commerciali e imprese, supermercati e scuole, sia connessi che in modalità offgrid. “La tecnologia – spiega l’Enea in una nota stampa – è concepita per poter “catturare” dal Sole 70 kW di potenza raggiante e di convertirli virtualmente fino a 15 kW di potenza elettrica, sufficienti ad alimentare un condominio di 5 appartamenti”.

Come funzione il solare a concentrazione Enea

L’impianto si compone di tre elementi essenziali: il concentratore, il ricevitore e la microturbina ad aria. Il concentratore solare è di tipo circolare, con superficie parabolica riflettente sul cui fuoco è posizionato il ricevitore a cavità composto di due “bicchieri” concentrici inseriti l’uno dentro l’altro, al cui interno circola aria, prelevata dall’esterno e compressa a 3 atmosfere.

Il concentratore riflette la radiazione solare sulla finestra del ricevitore che l’assorbe al suo interno, mentre l’aria circolante si scalda fino ad una temperatura di circa 800/900°C. A questo punto l’aria viene fatta espandere nella  microturbina all’interno della quale rilascia il suo contenuto energetico che viene quindi trasformato in energia elettrica. L’espansione dell’aria nella turbina permetterà al generatore ad alta frequenza di raggiungere la velocità di rotazione di circa 150mila giri/minuto, assicurando in questo modo una potenza elettrica in uscita compresa tra 3 e 15 kW.

L’impianto dimostrativo sarà visibile in anteprima nel Centro ENEA della Casaccia il prossimo 29 settembre, in occasione del primo Open Day della Ricerca organizzato dall’Agenzia.

Autore: stefania Rinnovabili

COREA: PENSIAMO DI FAR ESPLODERE LA BOMBA NEL PACIFICO!


Pyongyang: "Pensiamo di far esplodere bomba all'idrogeno nel mar del Pacifico"

Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davvero difficili, le cose cambiano all’improvviso, come ho scritto qualche giorno fa, io non sottovaluterei l’orgoglio marcio di due pazzi in libertà vigilata.

Donald Trump è un “bandito” e “pagherà caro” le offese. Donald Trump “non è adatto a governare”. Donald Trump è soprattutto un “vecchio rimbambito”. Donald Trump “abbaia come un cane rabbioso”. Donald Trump è “un gangster a cui piace giocare con il fuoco”. Donald Trump “ha reso il mondo inquieto con le sue minacce contro tutti i paesi”. E questo punto non c’è una sola risposta: “Lo domerò con il fuoco”. Parole di Kim Jong un. A cui si aggiungono quelle del ministro degli Esteri di Pyongyang: “Stiamo pensando a fare esplodere una bomba all’idrogeno nel Pacifico”.

Partiamo con Trump, uno che arriva alle Nazioni Unite per la prima volta e usa la mazza da baseball con tutto quello che trova intorno a lui, noi prima di chiunque altro, io sono io e tu sei il nulla…

 “Metterò sempre gli Stati Uniti al primo posto”. “Non possiamo più permettere che ci si approfitti di noi”.

Fin qui nulla di nuovo, lo sapevamo “America first…”

“Gli Stati Uniti hanno fatto molto bene dalla mia elezione”. Poi, un rapido riassunto, “la Borsa è a livelli record e l’occupazione in aumento”.

Si giusto lui, uomo affidabilissimo, uomo di parola, che lo scorso anno in piena campagna elettorale non faceva passare un giorno senza avvertire il mondo che i mercati erano in bolla…

Donald Trump on the stock market: ‘It’s all a big bubble’ – CNBC.com

Hanno capito che sta per venire giù tutto, preferiscono far scoppiare una guerra nucleare per risolvere tutto in fretta?

Lo hanno preso sotto tutela, lo hanno dato un consegna alla badante, la lobby della guerra?

Non solo, ha incendiato anche l’Iran che avrà quasi sicuramente l’atomica…

“È imbarazzante per gli Usa far parte dell’accordo con l’Iran” (…)  l’Iran, ha detto Trump, ha paura: “Oltre al potere militare enorme degli Usa, ci teme, ha paura di noi, per questo il governo ha eliminato internet, per questo non consente le proteste studentesche. Ma noi non possiamo accettare i regimi.(…) L’Iran, ha spiegato, “sotto la democrazia nasconde un governatore violento. Uno stato canaglia che esporta violenza, sangue e caos”, (…)  Pertanto “non possiamo rispettare un accordo” con un Paese, non “se acconsente all’implementazione di un programma nucleare”. L’Occidente “deve porre fine al regime di Teheran…

La prima volta di Trump all’Onu: “Se Rocket Man attacca l’unica scelta

Lo sconforto del suo capo di gabinetto la dice lunga…

Risultati immagini per john kelly corriere della sera

La risposta non si è fatta attendere…

La replica dell’Iran

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha difeso l’accordo escludendo di rinegoziarlo. “Non saremo noi i primi a violarlo”, ha detto all’assemblea generale dell’Onu, criticando duramente le minacce di Trump, anche se ha detto di non aspettarsi che gli Usa escano dall’intesa, “nonostante la retorica e la propaganda”. Rohani ha replicato alle accuse di Trump: “Ha pronunciato parole ignoranti e sgradevoli contro l’Iran. Accuse odiose e senza fondamento. Quella della moderazione è la strada scelta e intrapresa dall’Iran. Noi non minacciamo nessuno, ma allo stesso tempo non tolleriamo e non tollereremo alcuna minaccia nei nostri confronti”. La Guida suprema dell’Iran, l’ayatollah Sayyed Ali Khamenei, è stato ancora più duro e ha definito “sgradevoli, stolte e pure menzogne” le parole pronunciate da Trump.

Matti da legare, soprattutto il Cicciobomba, visto i precedenti, le probabilità che nel fine settimana lo faccia davvero non sono da sottovalutare.

Detto questo, carissimi compagni di viaggio, non è il tempo della paura, ma quello della speranza, come diceva Sant’Agostino La speranza ha due bellissime figlie: lo sdegno e il coraggio, Lo sdegno per la realtà delle cose; il coraggio per cambiarle.

Nel frattempo come abbiamo visto negli ultimi due giorni…

Tensione in Catalogna, Guardia Civil arresta 14 persone a Barcellona

Immagine correlata

Risultati immagini per catalogna indipendenza

Risultati immagini per catalogna indipendenza

Più o meno quello che accade in Italia, quando si vince un mondiale, forse la metà delle persone scendono in piazza, per il resto, si fanno fottere i risparmi da banchieri criminali, governare da governi imposti dall’estero, tassare allegramente, ma l’unico assembramento lo vediamo al mare. franza o spagna purchè se magna…

Ma prima partiamo da qui!

Sulle elezioni in Germania nessuna sorpresa, ci sarà una nuova grande coalizione, le uniche due incognite saranno relative alla dimensione della vittoria della Merkel e a chi arriverà al terzo posto.

Ieri la Merkel era molto preoccupata per quello che sta accadendo in Spagna, il suo laboratorio preferito, dove i burocrati europei hanno imposto una massacrante austerità che secondo loro ha prodotto il balzo dell’economia spagnola, dimenticando che la Spagna è di nuovo in bolla e che le apparenze devono fare i conti con una società nella quale, salari e occupazione sono altamente instabili.

Se penso che il pupazzo Di Maio ha dichiarato di “ispirarsi” all’attuale premier spagnolo mi vengono i brividi…

Di Maio a Cernobbio in doppio petto: “Il mio modello è il governo Rajoy”

Site la verità che questa ve la siete persa, dai ditelo che il pupazzo Di Maio e solo un pupazzo!

“Fa le cose che dobbiamo fare noi: ha fatto interventi strutturali e ha convinto l’Europa a sforare il tetto del 3 per cento”

Sapete vero chi è il signor Rajoy?

Spagna, Partito Popolare tra scandali e arresti

L’erede del caudillo, dittatore golpista Francisco Franco è il padre della  ley mordaza, che limita la libertà di manifestare, che piano, piano, sta spazzando via tutte le conquiste dal ritorno della democrazia, nel 1977.

Questo è il pupillo del pupazzo Di Maio…

Il silenzio della UE sulla criminale gestione della vicenda catalana da parte di un governo guidato da un partito di corrotti che hanno una storia che si rifa al fascismo franchista la dice tutta su quello che sta accadendo in Spagna.

Recentemente su twitter vi abbiamo fatto vedere come i giovani non amino tanto nonna Angela…

Secondo alcuni sondaggi che Wikipedia regolarmente pubblica German federal election, 2017 – Wikipedia 

Alternativa per la Germania è in questo momento, secondo le intenzioni di voto, il terzo partito del Paese, dopo il Partito della Merkel e quello di Schulz la SPD che è letteralmente crollato negli ultimi mesi.

German Opinion Polls 2017 Election.png

La sintesi è che Angela Merkel non avrà vita facile nel formare il nuovo governo anche se potrebbe disporre di una maggioranza intorno al 57% insieme alla SPD e che AFD sarà il primo partito di opposizione per la prima volta nella storia tedesca.

Per carità solo il 10 % nulla in confronto ai numeri dell’Austria e dell’Olanda, Men che meno di fronte all’onda nera che ha rischiato di travolgere la Francia, dove un banchiere qualunque con il 10 % circa si è preso l’intero Paese.

Sono curioso di vedere a chi andranno i voti di 8 milioni di tedeschi che vivono con 400/450 euro al mese i famigerati ” mini-job”

Voci dalla Germania: 7.6 milioni di mini-job

Se la SPD crollerà ulteriormente rispetto ai sondaggi e girerà le spalle alla Merkel, la signora tedesca avrà qualche problema in più a formare il nuovo governo.

Nel frattempo anche in Spagna qualcosa bolle in pentola, in attesa del referendum per l’indipendenza della Catalogna previsto per il 1 di ottobre…

Spagna, Rajoy sospende l’autonomia finanziaria alla Catalogna

Catalogna, Madrid passa all’azione e prende il controllo delle finanze …

Fa davvero sorridere l’ultima dichiarazione del ex responsabile Lehman Brothers per Spagna e Portogallo, un fallito che ovviamente oggi è a capo delle finanze spagnole…

de Guindos, pil Catalogna in calo del 30% se vince il sì

Più o meno come la nostra Confidustria lo scorso anno …

Risultati immagini per confindustria pil referendum

Sono dei criminali, non c’è altro da aggiungere, terroristi infarciti di conflitti di interesse, dominano i media e terrorizzano i cittadini, ovunque!

Un po come con la Brexit dove si urlava alla fine del mondo che non arriva mai, visto che anche ieri la mega svalutazione della sterlina ha prodotto i suoi frutti…

Booooom delle vendite al dettaglio continua!

Pensate che persino un giornalino serio come il Financial Time ha provato a raccontare una delle tante balle quotidiane in questo articolo…

The UK economy since the Brexit vote — in 5 charts

… hanno scritto che non si vede ancora alcun effetto sulle esportazioni inglesi!

Credetemi con questa gente, messa li per raccontare balle è come tirare un calcio di rigore calciando la palla dalla linea di porta, non ci piace vincere facile!

Tornando alla Catalogna, Rajoy sta per suicidarsi oppure ha tutte le intenzioni di far rivivere il fantasma di Franco, arrestare o perseguitare sindaci o ministri prima ancora che sia successo qualcosa negando il diritto ad un referendum, per non parlare dei giudici al servizio del governo che si stanno inventando mandati con i quali impedire addirittura dibattiti e manifestazioni, usando addirittura la Guardia Civil per reprimere, dovrà fare i conti con loro.

Detto questo carissimi compagni di viaggio, non è il tempo della paura, ma quello della speranza, come diceva Sant’Agostino La speranza ha due bellissime figlie: lo sdegno e il coraggio, Lo sdegno per la realtà delle cose; il coraggio per cambiarle, cercando di vivere ogni giorno il meglio possibile, cambiando la realtà intorno a noi, cancellando in ogni angolo che passiamo la menzogna, la falsità, questa è la nostra battaglia quotidiana, perché la verità è figlia del tempo.

Soprattutto per i giovani, abbiate fiducia, questa gente verrà spazzata via dalla storia, ci vorrà coraggio, ma qualcosa cambierà ne sono più che certo, questi non sono tempi normali.

VN:F [1.9.20_1166]

please wait…

Rating: 10.0/10 (6 votes cast)

VN:F [1.9.20_1166]

Rating: +5 (from 5 votes)

COREA: PENSIAMO DI FAR ESPLODERE LA BOMBA NEL PACIFICO!, 10.0 out of 10 based on 6 ratings

Autore: icebergfinanza Finanza.com Blog Network Posts

Napoli, centri sociali e immigrati aggrediscono CasaPound in piazza Principe Umberto

Napoli, 22 set – Da una parte una manifestazione regolarmente autorizzata di CasaPound, in piazza per denunciare la situazione di degrado in cui versa il quartiere Vasto di Napoli. Dall’altra i centri sociali e alcuni immigrati, che hanno pensato bene di tentare l’assalto alla manifestazione con un lancio di pietre e bottiglie. Solo l’intervento della polizia ha fatto sì che la situazione non degenerasse in scontri di piazza. “Questa sera CasaPound Italia era in Piazza Principe Umberto per ricordare alle istituzioni che il Vasto è territorio italiano e appartiene ai napoletani che lo abitano da decenni”, spiega Giuseppe Savuto, portavoce di CasaPound Napoli.

“Purtroppo il presidio è stato disturbato da una trentina di esponenti dei centri sociali affiancati dagli immigrati”, prosegue l’esponente di Cpi. “Questi traditori di Napoli, al soldo delle cooperative, sono sempre pronti a scendere in piazza in difesa del business dell’immigrazione. CasaPound non si è lasciata intimidire e ha tenuto la piazza in cui era regolarmente autorizzata a svolgere il presidio”.

Nell’ultimo periodo piazza Principe Umberto e più in generale la zona del Vasto è diventata luogo di contesa tra bande rivali di immigrati, principalmente nordafricani, che si contendono lo spaccio nella zona. E’ la zona in cui nell’agosto scorso una camionetta dell’esercito fu accerchiata da un folto gruppo di immigrati. Questo del tentato assalto ad una manifestazione anti degrado regolarmente autorizzata è solo l’ultimo atto di violenza dei centri sociali, che grazie alla connivenza con il sindaco Luigi De Magistris, nel capoluogo partenopeo godono di una certa libertà di azione e impunità.

Davide Romano

Commenti

commenti

Author: Il Primato Nazionale

Amsterdam Gets Physical 2017 by Paris Green (Minimix)


Buy: https://getphysicalmusic.lnk.to/amsterdam2017 Trendsetting German label Get Physical is back with another essential compilation. Entitled Amsterdam Gets Physical, it is mixed by Paris Green and features plenty of tunes that are likely to soundtrack the annual ADE in October. Paris Green are a duo who have released and remixed on this label before now, as well as being Rebellion associates. They have a fresh sound in the studio and the DJ booth, as this compilation proves. It also features an exclusive new tune from the pair which will be out one week ahead of the compilation release on its own EP. Eagles & Butterflies kick things off with a remix of Aero Manyelo’s ‘Mooki’ which is a deep and moody number with quirky organic percussion and bird calls. From there the dance floor comes into focus with shapeshifting house from MCDE, moody grooves from Tale of Us and a tripped out offering from DJ T. who flips the classic ‘I Get Deep’ into something late night and freaky. Paris Green then mix in their own remix of Hot Since 82, which is a gently percolating deep house tune that sucks you into the groove before Kollektiv Turmstrasse get melancholic and minimal master Ricardo Villalobos serves up a freaky and hi fidelity remix of Reboot that is intricate and impossibly groovy. Paris Green’s own exclusive ’Aero’ is a pulsating number with majestic melodies and elastic drums that picks things up before a brace of Eagles & Butterflies tunes and a second remix from Ricardo Villalobos closes things down in high tempo, brain frying fashion. Paris Green do a fine job here of summing up the current state of underground dance music and, as ever, it has Get Physical right at its core. http://www.getphysicalmusic.com/

Mercati finanziari più vulnerabili rispetto al 2008


Eugenio Benetazzo descrive ed analizza la vulnerabilità dei mercati finanziari in seguito all'operato delle banche centrali a dieci anni dallo scoppio della crisi dei mutui subprime: la formazione di nuove bolle finanziarie ormai è conclamata soprattutto sulle asset class un tempo denominate risk-free. I miei pamphlet pubblicati in precedenza:
http://www.eugeniobenetazzo.com/books Segui i miei outlook sui mercati finanziari su: Facebook ..::.. http://www.facebook.com/followbenetazzo
Linkedin ..::.. http://it.linkedin.com/in/followbenet…
Twitter ..::.. http://www.twitter.com/followbenetazzo